Commercio all\'ingrosso non alimentare - commercio-ingrosso-non-alimentare-page.jpg

Si definisce commercio all'ingrosso - ai sensi dell'art. 13 comma 1 lettera "a" della L.R. 62/2018 - l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti, all'ingrosso o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali, o ad altri utilizzatori in grande.

Requisiti soggettivi morali (art. 11 L.R. 62/2018)

  • Requisiti di onorabilità, di cui all'art. 71, commi da 1 a 5, del D.Lgs. 59/2010.
  • Mancanza delle cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all'art. 67 del D.Lgs. 159/2011 (Codice delle leggi antimafia).

Requisiti soggettivi professionali (art. 26 comma 1 L.R. 62/2018)

Il commercio all'ingrosso relativo ai prodotti non alimentari NON è subordinato al possesso dei requisiti professionali di cui all'art. 12 L.R. 62/2018.

L'esercizio congiunto, nello stesso locale, dell'attività di vendita all'ingrosso e al dettaglio è soggetto al regime abilitativo previsto per l'esercizio del commercio al dettaglio e al rispetto dei requisiti previsti dalla normativa statale e regionale e dai regolamenti comunali. I dati e le informazioni necessarie devono essere compilati nei moduli unificati standardizzati relativi alla specifica attività di commercio al dettaglio.

Ai fini dell’individuazione del regime abilitativo cui sottoporre l’esercizio commerciale congiunto e dell’applicazione degli standard urbanistici e di viabilità, la superficie di vendita dell’esercizio viene determinata dalla somma delle superfici destinate alla vendita al dettaglio e di quelle destinate alla vendita all’ingrosso.

Negli esercizi che vendono nello stesso locale, all’ingrosso e al dettaglio:

  • macchine, attrezzature e articoli tecnici per l’agricoltura, l’industria, il commercio e l’artigianato
  • materiale elettrico
  • colori e vernici, carte da parati
  • ferramenta e utensileria
  • articoli per impianti idraulici, a gas e igienici
  • articoli per riscaldamento
  • strumenti scientifici e di misura
  • macchine per ufficio
  • auto-moto-cicli e relativi accessori e parti di ricambio
  • combustibili
  • materiali per l’edilizia
  • legnami
  • piante, fiori, attrezzature e articoli per il giardinaggio

la superficie di vendita viene calcolata nella misura del 50% qualora non sia superiore a 5.000 metri quadrati, essendo Prato un Comune con popolazione superiore a 10.000 abitanti. La parte di superficie di vendita eccedente le suddette dimensioni viene calcolata nei modi ordinari.

Quest'ultima disposizione non è cumulabile con quella per gli esercizi del settore non alimentare a grande fabbisogno di superficie (vedi oltre). In tale ipotesi, si applica la disciplina più favorevole all’esercente.

Sono merci a grande fabbisogno di superficie i seguenti prodotti:

  • auto-moto-cicli, natanti e relativi accessori e parti di ricambio;
  • legnami;
  • combustibili;
  • macchine, attrezzature e articoli tecnici per l’agricoltura, il giardinaggio, l’industria, il commercio e l’artigianato;
  • materiali per l’edilizia e ferramenta;
  • materiali termo-idraulici;
  • mobili.

Ai fini dell’individuazione del regime abilitativo cui sottoporre l’attività e dell’applicazione degli standard urbanistici e di viabilità, la superficie di vendita degli esercizi specializzati nella vendita esclusiva delle merci a grande fabbisogno di superficie è calcolata come di seguito:

  1. qualora non superi le dimensioni di una media struttura, nella misura di un decimo della superficie di vendita, calcolata ai sensi dell’articolo 13, comma 1, lettera c) L.R. 62/2018
  2. qualora superi le dimensioni di una media struttura, nella misura di un decimo della superficie di vendita, calcolata ai sensi dell’articolo 13, comma 1, lettera c) L.R. 62/2018, fino al limite di cui alla lettera a) e nella misura di un quarto per la parte eccedente tale limite.

Tali disposizioni, qualora vi sia coincidenza di prodotti, non sono cumulabili con quelle anzidette. In tale ipotesi, si applica la disciplina più favorevole all’esercente.

Si applicano i regimi amministrativi specifici previsti per le seguenti vendite specifiche:

L'apertura, il trasferimento di sede e l'ampliamento sono soggetti a comunicazione, da trasmettere, a scelta dell'interessato:

  • direttamente alla Camera di Commercio, in modalità telematica tramite ComUnica

oppure

La presentazione della comunicazione tramite il Comune non esonera l'impresa dall'obbligo di denunciare l'attività al Repertorio Economico Amministrativo (REA) tenuto dalla CCIAA.

In presenza di tutti i requisiti necessari, l'attività può essere legittimamente iniziata dalla data di presentazione (alla Camera di Commercio al Comune) della comunicazione.

Esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini) superiore a 400 mq, o comunque se l'attività ricade in uno qualsiasi dei punti dell'Allegato 1 al D.P.R. 151/2011
L'apertura, il trasferimento di sede e l'ampliamento sono soggetti al regime amministrativo della SCIA unica, che comporta:

  • la comunicazione alla Camera di Commercio, ai fini della verifica della dichiarazione dei requisiti morali, obbligatoriamente per il tramite del SUEAP, unitamente al pagamento dei diritti di segreteria comunali, tramite l'apposito modulo unificato standardizzato che si compila in STAR;
  • la notifica ai fini della registrazione (Reg. 852/2004/CE), precedentemente nota come "notifica sanitaria alimentare", per la quale non sono richieste asseverazioni e che sarà trasmessa alla ASL a cura del SUEAP stesso;
  • la SCIA per la prevenzione incendi, da presentare contestualmente alla comunicazione resa nell'ambito della SCIA unica e che sarà trasmessa a cura del SUEAP ai Vigili del Fuoco.

Non è soggetta ad alcuna comunicazione l'attività di mero deposito, senza accesso diretto di pubblico, nè presenza stabile di addetti, entro il limite della prevenzione incendi (mq 1.000).

La dichiarazione sostitutiva relativa al possesso dei requisiti morali ai sensi dell'art. 71 del D.L.gs.59/2010 può non essere presente in STAR per tutti i codici attività ATECO 45 (commercio all'ingrosso e riparazione di autoveicoli e motocicli) e 46 (commercio all'ingrosso, escluso quello di autoveicoli e motocicli).

In caso di assenza in STAR, presentare la dichiarazione dei requisiti morali come allegato, utilizzando il modulo della Camera di Commercio per dichiarazione sostitutiva relativa al possesso dei requisiti morali.

Online

Direttamente alla Camera di Commercio

Per il tramite dello Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUEAP)

Subingresso

Per il subingresso in caso di esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini) superiore a 400 mq, o comunque se l'attività ricade in uno qualsiasi dei punti dell'Allegato 1 al D.P.R. 151/2011, si applica il regime amministrativo della comunicazione, che comporta la presentazione contestuale di:

  • una comunicazione di subingresso alla Camera di Commercio, per il tramite del SUEAP 
  • una comunicazione per voltura della prevenzione incendi, che sarà trasmessa a cura del SUEAP ai Vigili del Fuoco.

Cessazione

È soggetta a comunicazione direttamente alla Camera di Commercio, in modalità telematica tramite ComUnica.

Via Giotto 4 - Prato
Centralino (per informazioni)
0574 1836901 (martedì, mercoledì, giovedì ore 9.00 - 11.00) 0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Numero verde STAR
Per problemi relativi al Sistema Telematico di Accettazione Regionale delle pratiche di attività produttive e polizia amministrativa 800 980102 (attivo da lunedì a sabato ore 8.00 - 20.00 escluso festivi)
Pratiche su agende online
Su appuntamento da prenotare sulle agende online: Istanze edilizie e Attività economiche
Accesso alla documentazione TERNA per individuazione delle fasce di rispetto elettrodotti
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento da prenotare telefonicamente)
Numeri civici
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (in viale V. Veneto, 9)
Abusi edilizi
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (in viale V. Veneto, 9 e su appuntamento da prenotare telefonicamente)
Ritiro dei condoni edilizi rilasciati
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento già fissato dall'ufficio)
Accesso agli atti e visure delle pratiche edilizie giacenti presso l'archivio di via Giotto
Lunedì e Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento già fissato dall'ufficio)
Ritiro dei tesserini relativi ad attività economiche e polizia amministrativa
Mercoledì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento già fissato dall'ufficio)
Servizi online per presentazione pratiche
Servizio help desk rete regionale SUEAP
Attività economiche e accesso ai relativi atti
Accesso agli atti edilizia (pratiche cartacee dal 01/01/2013 o dematerializzate)
Accesso agli atti agibilità e impianti (pratiche dematerializzate)
Accesso agli atti condoni edilizi (non istruiti e ancora da rilasciare)
Accesso agli atti abusi edilizi (pratiche cartacee dal 01/01/2013 in poi)

Responsabile del procedimento

Lilli Michela

Funzionario antiritardo

Caporaso Francesco

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina