Taxi

Il servizio di taxi, come il servizio di noleggio con conducente, costituisce una tipologia di “servizio pubblico non di linea” finalizzato al trasporto collettivo o individuale di persone per mezzo di autovettura, motocarrozzetta, natante e veicoli a trazione animale.

Come il noleggio con conducente, è un’attività nella quale è ancora previsto un contingente numerico ed è, quindi, subordinata al rilascio di apposita licenza.

Non è ammesso, in capo al medesimo soggetto, il cumulo di più licenze per l’esercizio del servizio taxi o il cumulo della licenza per l’esercizio del servizio taxi e dell’autorizzazione per l’esercizio del servizio di noleggio con conducente.

Le principali differenze del servizio taxi rispetto a quello di noleggio con conducente sono:

  • l’obbligatorietà della prestazione;
  • l’essere rivolto ad un’utenza indifferenziata;
  • lo stazionamento in luogo pubblico;
  • la presenza di tariffe determinate dall’Amministrazione Comunale;
  • il prelevamento dell’utente all’interno dell’area comunale o comprensoriale.

Requisiti soggettivi:

  • possesso dei requisiti morali ai sensi del D.Lgs. 159/2011 (Codice delle Leggi Antimafia) e degli artt. 11 e 92 del R.D. 773/1931 (TULPS);
  • iscrizione al ruolo dei conducenti di cui all’art. 6 della L. 21 del 15.01.1992;
  • requisiti di cui all’art. 8 e assenza degli impedimenti di cui all’art.9 del “Regolamento del servizio di taxi”, approvato con D.C.C. n. 183/2005;
  • per i cittadini non UE, possesso di permesso di soggiorno in corso di validità oppure averne già richiesto il rinnovo.

Requisiti oggettivi:

Per poter esercitare il servizio taxi è necessario avere la proprietà o la disponibilità in leasing o anche a titolo di noleggio di un veicolo o natante.

Rilascio di autorizzazione su bando:

documenti richiesti dal bando pubblico

Rilascio di autorizzazione per subentro:

modello di domanda di trasferimento di licenza taxi,

opportunamente compilato in ogni sua parte e firmato digitalmente

Taxi - Domanda di trasferimento della licenza

attestazione del pagamento dei diritti di segreteria SUEAP

dichiarazione del possesso dei requisiti morali,

ai sensi del D.Lgs. 159/2011 (Codice delle Leggi Antimafia) e degli artt. 11 e 92 del R.D. 773/1931 (TULPS)

dichiarazione di volontà del cedente redatta in carta libera

licenza in originale del cedente

se il soggetto che inoltra e/o firma digitalmente l’istanza è diverso dal dichiarante

procura speciale ai sensi dell'art. 1392 c.c.

Procura speciale per presentazione pratica SUAP

per i cittadini non UE

copia del permesso di soggiorno ed eventuale richiesta di rinnovo se scaduto

Modifica attività per sostituzione veicoli:

richiesta di nulla osta per la Motorizzazione Civile,

redatta in carta libera, con l’indicazione dei dati relativi al vecchio e al nuovo veicolo

attestazione del pagamento dei diritti di segreteria SUEAP

carta provvisoria di circolazione,

con indicazione della targa del veicolo (da presentare a mano una volta effettuato il collaudo presso la MCT)

“certificato per veicolo adibito a servizio di taxi”,

al fine di annotarvi i dati del nuovo veicolo (da presentare a mano contestualmente alla carta provvisoria di circolazione di cui sopra)

Modifica attività per sostituzione alla guida:

richiesta di sostituzione alla guida,

redatta in carta libera, con l’indicazione di quanto previsto dall’art. 18 comma 4 del Regolamento del servizio di taxi

attestazione del pagamento dei diritti di segreteria SUEAP

Modifica attività per collaborazione familiare:

richiesta per poter esercitare il servizio taxi

attraverso la costituzione di un’impresa familiare, redatta in carta libera allegando la documentazione di cui all’art. 19 comma 3 del Regolamento del servizio di taxi.

attestazione del pagamento dei diritti di segreteria SUEAP

La licenza di taxi si può ottenere, oltre che partecipando a un bando pubblicato dal Comune che voglia assegnare nuove licenze, anche mediante trasferimento di una licenza già intestata ad altro soggetto per una delle cause previste dalla normativa vigente.

Il trasferimento delle licenze può essere inter vivos o mortis causa.

Il numero della licenza viene riportato, oltre che sulla licenza, anche su un apposito libretto: il c.d. “Certificato per veicolo adibito a servizio di taxi”, che il titolare deve tenere sul veicolo a disposizione per eventuali controlli.

Per ottenere il trasferimento a proprio favore di una licenza di taxi intestata ad altro soggetto, è necessario inoltrare apposita richiesta (vedi in documenti da allegare) esclusivamente attraverso la procedura on-line del Sistema Telematico di Accettazione Regionale STAR, utilizzando il codice attività 49.32.01 e seguendo le indicazioni contenute in "Come inviare le pratiche di attività produttive e polizia amministrativa con STAR".

Le comunicazioni di sostituzione del veicolo (redatta in carta libera) e di cessazione dell’attività (vedi in documenti da allegare) e le richieste di sostituzione alla guida o di costituzione di collaborazione familiare (redatte in carta libera) vanno inviate attraverso la procedura on-line del Sistema Telematico di Accettazione Regionale STAR, seguendo la procedura di modifica attività.

Eventuali integrazioni e comunicazioni devono, invece, essere inviate da un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo PEC del Comune di Prato, con le modalità descritte alla pagina “Disciplina per l’invio telematico delle istanza/comunicazioni allo Sportello per l’edilizia e le attività produttive”.

PEC

Solo per eventuali integrazioni e comunicazioni

PEC: comune.prato@postacert.toscana.it

Pagamento dei diritti di segreteria SUEAP, sia per l’avvio del procedimento che per le successive integrazioni, da pagare tramite Servizio T-Serve, secondo le indicazioni riportate alla pagina Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa (“procedimento SUEAP automatico od ordinario” e “diritti per integrazione/conformazione di atti abilitativi”).

Se impossibilitati al pagamento tramite T-Serve, il versamento deve essere effettuato tramite bonifico bancario o c/c postale intestato alla Tesoreria del Comune di Prato, utilizzando i dati riportati alla sezione IBAN e pagamenti informatici.

Il pagamento dei diritti di segreteria SUEAP non è previsto in caso di comunicazione di cessazione attività.

  • marca da bollo pari all’importo vigente, da apporre sul modello di domanda di subentro in licenza taxi, scannerizzandola in modo tale che sia ben leggibile il numero identificativo.
  • marca da bollo pari allo stesso importo da apporre sulla licenza al momento della consegna.

In caso di partecipazione a bando pubblico, l’assegnazione delle autorizzazioni avviene entro 30 giorni dall’approvazione della graduatoria. Nei successivi 90 giorni coloro ai quali sono state assegnate le autorizzazioni dovranno presentare la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di cui all’art 8 del Regolamento. Le autorizzazioni saranno rilasciate entro 30 giorni (prorogabili fino a 60 giorni) dal ricevimento della suddetta documentazione.

In caso di trasferimento di una licenza taxi, il Comune provvederà a intestare al subentrante la licenza entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Le comunicazioni relative alla sostituzione del veicolo aprono un procedimento che prevede il rilascio di un nulla osta da parte del Comune, presupposto per il collaudo della Motorizzazione Civile (MCT) necessario ad abilitare il nuovo veicolo all’attività di taxi. A seguito del rilascio della carta provvisoria di circolazione da parte della MCT, i dati del nuovo veicolo devono essere poi annotati sul “Certificato per veicolo adibito a servizio di taxi”.

Le richieste relative alla sostituzione alla guida e alla costituzione della collaborazione familiare aprono un procedimento che si conclude con il rilascio di un nulla osta da parte dell’Amministrazione comunale, che abilita il soggetto indicato come sostituto a esercitare il servizio taxi secondo tempi e modalità prestabiliti, in conformità a quanto previsto dal Regolamento comunale.

Polizia amministrativa: telefono 0574 1836855

Via Giotto 4 - Prato
Centralino (per informazioni)
0574 1836901 (martedì, mercoledì, giovedì ore 9.00 - 11.00) 0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Numero verde STAR
Per problemi relativi al Sistema Telematico di Accettazione Regionale delle pratiche di attività produttive e polizia amministrativa 800 980102 (attivo da lunedì a sabato ore 8.00 - 20.00 escluso festivi)
Pratiche su agende online
Su appuntamento da prenotare sulle agende online: Istanze edilizie e Attività economiche
Accesso alla documentazione TERNA per individuazione delle fasce di rispetto elettrodotti
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento da prenotare telefonicamente)
Numeri civici
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (in viale V. Veneto, 9)
Abusi edilizi
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (in viale V. Veneto, 9 e su appuntamento da prenotare telefonicamente)
Ritiro dei condoni edilizi rilasciati
Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento già fissato dall'ufficio)
Accesso agli atti e visure delle pratiche edilizie giacenti presso l'archivio di via Giotto
Lunedì e Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento già fissato dall'ufficio)
Ritiro dei tesserini relativi ad attività economiche e polizia amministrativa
Mercoledì dalle 9.00 alle 13.00 (su appuntamento già fissato dall'ufficio)
Servizi online per presentazione pratiche
Servizio help desk rete regionale SUEAP
Attività economiche e accesso ai relativi atti
Accesso agli atti edilizia (pratiche cartacee dal 01/01/2013 o dematerializzate)
Accesso agli atti agibilità e impianti (pratiche dematerializzate)
Accesso agli atti condoni edilizi (non istruiti e ancora da rilasciare)
Accesso agli atti abusi edilizi (pratiche cartacee dal 01/01/2013 in poi)

  • L. n. 120/2020 di conversione del D.L. 76/2020, cd. “Semplificazione”
  • Art. 86 T.U.L.P.S., R.D. 18.06.1931 n. 773;
  • Regolamento di Esecuzione del T.U.L.P.S., R.D. 06.05.1940 n. 635;
  • L. n. 21 del 15.01.1992 “Legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea”;
  • L.R. n. 67 del 06.09.1993 “Norme in materia di trasporto di persone mediante servizio di taxi e servizio di noleggio”;
  • “Regolamento del servizio di taxi”, approvato con D.C.C. n. 183 del 03.11.2005;
  • D.Lgs. 31.03.1998 n. 112, “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni e agli enti locali”;
  • D.P.R. 311/2001, “Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento di attività disciplinate dal TULPS”;
  • D.Lgs. 30.04.1992 n. 285, Codice della Strada;
  • D.P.R. 151/2011 “Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi”;
  • L. 241/1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”;
  • “Regolamento per il procedimento amministrativo”, per il diritto di accesso e di informazione e per la tutela della riservatezza dei dati personali”, approvato con D.C.C. n. 8 del 24.01.2013.

Responsabile del procedimento

Piccinini Sandra

Telefono: 0574 1836952

Funzionario antiritardo

Caporaso Francesco

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina