Mensa scolastica: diete speciali - PAGINA

Per problemi di intolleranze, allergie alimentari, patologie specifiche, motivi religiosi o culturali è possibile chiedere variazioni al menù ordinario della mensa, usufruendo di diete speciali personalizzate.

Il menù ordinario, i menù delle diete speciali e i principali schemi dietetici per le scuole d'infanzia, primarie e secondarie di primo grado, relativi a: dieta priva di glutine, allergie a frutta secca, latte, pesce, uovo, dieta priva di fave e piselli, dieta priva di maiale, carne e vegetariana, sono consultabili alla pagina Menu mensa scolastica e diete speciali: cosa mangia tuo figlio a scuola?

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Presentare la richiesta
3
Elaborazione menù/dieta

Documenti richiesti

  • Richiesta dieta speciale per motivi di salute: Modello A (alunni) o modello A1 (docenti)
  • Richiesta dieta speciale per motivi religiosi e/o culturali: Modello B (alunni) o modello B1 (docenti)
  • Certificato medico
  • Rinuncia alla dieta speciale – Modello R

Tempi di attesa    

  • Le diete sono elaborate entro 7 giorni dal momento di presentazione

Motivi di salute (allergie, intolleranze, patologie permanenti):

Richiesta dieta speciale per motivi di salute - Modello A
Richiesta dieta speciale per motivi di salute - Modello A1 per docenti

Certificato medico

Rilasciato dai pediatri di famiglia, medici di medicina generale (per i docenti) e medici specialisti (allergologia ed immunologia clinica, gastroenterologia)

Motivi religiosi e culturali:

Richiesta dieta speciale per motivi religiosi e/o culturali - Modello B1 per docenti

Certificato medico

Rilasciato dai pediatri di famiglia, medici di medicina generale (per i docenti) e medici specialisti (allergologia ed immunologia clinica, gastroenterologia)

Rinuncia:

Rinuncia alla dieta speciale - Modello R

La dieta speciale pu˛ essere richiesta in qualsiasi momento dell’anno.

Nel caso di richiesta di dieta per motivi di salute l’U.O. Refezione successivamente si riserva la possibilitÓ di richiedere l’originale del certificato medico e/o dei test allergologici effettuati.

Il personale elabora le diete entro 7 giorni dal momento di presentazione all'Ufficio Refezione della richiesta.

I moduli, scaricati dalla sezione “documenti da allegare” e debitamente compilati, con relativi allegati, devono essere presentati alle dietiste dell’Ufficio Refezione nel seguente modo:

Allo sportello

Refezione Scolastica

Via S.Caterina, 17 (primo piano)
Lunedý e giovedý 9.00 - 13.00 e 15.00 - 17.00, mercoledý 9.00 - 13.00

Per posta

Refezione Scolastica

Via S.Caterina, 17, Prato - 59100 PO

Per l’anno scolastico 2019/2020, gli schemi saranno aggiornati ai seguenti cambi stagionali di men¨:

Autunnale:

  • dal 9 settembre al 31 ottobre (asilo nido);
  • dal 16 settembre al 31 ottobre (scuola infanzia comunale);
  • dal 23 settembre al 31 ottobre (scuola infanzia statale e primaria);

Invernale 1:

  • dal 1 novembre al 31 gennaio;

Invernale 2:

  • dal 1 febbraio al 12 aprile;

Primaverile:

  • dal 13 aprile al 9 giugno (primaria e secondaria);
  • dal 13 aprile fino al 29 giugno (scuola infanzia e asilo nido);
  • dal 13 aprile fino al 24 luglio (asilo nido).

Dieta leggera provvisoria

Per motivi di salute improvvisi pu˛ essere richiesta una dieta “in bianco o leggera”, per un massimo di tre giorni, dandone comunicazione la mattina al personale scolastico.

Tale dieta prevede:

  • Primo piatto: riso condito con olio extravergine di oliva a crudo e parmigiano reggiano;
  • Secondo piatto: pesce lesso condito con olio extravergine di oliva a crudo;
  • Contorno: carote lesse condite con olio extravergine di oliva a crudo;
  • Frutta fresca: mela.

Per periodi pi¨ lunghi occorre presentare un certificato medico, attestante i motivi di salute che spingono a chiedere il prolungamento della dieta in bianco.

Recependo quanto riportato nelle Linee Guida di Indirizzo Regionali per la ristorazione scolastica, si ricorda che il pasto collettivo rappresenta un’importante occasione di educazione alimentare e le variazioni rispetto alla tabella dietetica devono essere giustificate da reali motivi di salute; per questo motivo il pasto “in bianco” non pu˛ quindi essere considerato come una modalitÓ alternativa al men¨ scolastico a cui ricorrere quando il pasto ordinario non Ŕ gradito.
 

Allergie e intolleranze:

Verranno accettate solo le certificazioni supportate dal risultato di  test diagnostici “ufficialmente riconosciuti dalle linee guida Regionali, Nazionali e Internazionali” quali Skin Prick Test (con estratti commerciali, o alimenti freschi), dosaggio IgE specifiche (RAST), Breath test per lattosio, in accordo con quanto proposto dalla S.O.S di Allergologia e Immunologia di Prato.

In particolare si segnala la necessitÓ che la certificazione medica riporti con precisione gli alimenti che devono essere esclusi dalla dieta ed il periodo per il quale la dieta deve essere eseguita.

A tale scopo Ŕ stato predisposto  un modello fac-simile di certificazione, allegato al suddetto modello A, che i genitori possono scaricare on-line e far completare dal medico competente.

 

Patologie permanenti (diabete, favismo, celiachia e fenilchetonuria):

La dieta vale per l’intero ciclo scolastico.

╚ possibile effettuare le seguenti modifiche:

  • Sostituzione di carne di maiale
  • Sostituzione di tutti i tipi di carne
  • Dieta vegetariana (sostituzione di tutti i tipi di carne e di pesce)


Dieta vegana

Si informa che Ŕ possibile richiedere la dieta vegana, esclusivamente per utenti di etÓ superiore ai tre anni.

Entrambi i genitori devono sottoscrivere uno specifico modulo, recandosi di persona presso l’ufficio Refezione Scolastica sito in via S. Caterina 17 (primo piano).

AffinchÚ la richiesta venga accettata dall’ufficio, dovrÓ poi essere firmata, solo per presa visione, dal pediatra che segue il/la bambino/a.

Entro 7 giorni verrÓ consegnato alla famiglia lo schema dietetico dei pranzi settimanali, sulla cui base effettuare le necessarie integrazioni e fortificazioni, in quanto con la sola dieta non Ŕ possibile garantire la copertura totale dei fabbisogni nutrizionali.

Ai sensi del regolamento UE 1169/2011, si informa che nel men¨ adottato per l'anno scolastico 2019/2020 potrebbero essere presenti le seguenti sostanze o prodotti potenzialmente allergizzanti:

  1. cereali contenenti glutine (farine, pasta e pane) ed altri prodotti derivati;
  2. crostacei e prodotti derivati;
  3. uova e prodotti derivati;
  4. pesce e prodotti derivati;
  5. arachidi e prodotti derivati;
  6. soia e prodotti derivati;
  7. latte e prodotti derivati;
  8. frutta a guscio e prodotti derivati;
  9. sedano e prodotti derivati;
  10. senape e prodotti derivati;
  11. sesamo e prodotti derivati;
  12. prodotti contenenti anidride solforosa e solfiti;
  13. lupini e prodotti derivati;
  14. molluschi e prodotti derivati.

Responsabile del procedimento

Nizzi Paola

Telefono: 0574 1835171

Funzionario antiritardo

Nutini Massimo

Telefono: 0574 1836032
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina