Trasporto sociale

Il servizio di trasporto sociale viene svolto dalle associazioni di volontariato in convenzione con il Comune di Prato ed è rivolto alle persone disabili ed agli anziani non autosufficienti, che non sono autonomi negli spostamenti e non hanno familiari che, per ragioni di lavoro o per problematiche di salute, possano accompagnarli a frequentare:

  • centri diurni presso le residenze sanitarie assistenziali;
  • centri diurni per disabili sanitari, sociosanitari e di socializzazione;
  • scuole secondarie di 2° grado e/o sedi formazione professionale per gli alunni disabili;
  • sedi per l’attuazione dei progetti socio-terapeutici.

Per persone prive di assistenza familiare ed in condizioni economiche disagiate, è prevista la possibilità di trasporti occasionali ed eccezionali, su valutazione e proposta del Servizio Sociale.

I passi da fare

1
Recarsi presso l'ufficio competente
2
Attendere valutazione dell'assistente sociale

Chi può richiederlo

  • Persone disabili e anziani non autosufficienti senza possibilità di effettuare spostamenti

Tempi e iter

  • Servizio attivato in base alle risorse disponibili e alla disponibilità delle Associazioni convenzionate

L’interessato o chi lo rappresenta (un familiare, il tutore, l’amministratore di sostegno), deve rivolgersi all'assistente sociale del presidio socio sanitario di residenza (ex Distretto socio sanitario) e quest’ultimo, dopo aver valutato la situazione personale, familiare ed economica del cittadino, provvederà a raccogliere la domanda e a richiedere l'attivazione del servizio.

Funzionario antiritardo

Sardi Valentina

Telefono: 0574 1836410
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina