Assegno di maternitÓ tramite Comune - PAGINA

È un contributo economico a sostegno della maternità per le donne che non ricevono altri trattamenti previdenziali di maternità oppure li percepiscono ma sono di importo inferiore (astensione obbligatoria di maternità erogata dall'INPS o altro ente previdenziale).

L'importo complessivo dell'assegno l'anno 2021 se spettante nella misura intera, è pari a € 1.740,60 totali.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Consegnare la domanda
3
Aspettare il pagamento

Chi può richiederlo

  • Cittadine italiane, comunitarie o extra-comunitarie residenti a Prato
  • Valore ISEE 2021 inferiore o pari a € 17.416,66

Quando

  • Entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio o dal suo ingresso nella famiglia nei casi di adozione o affidamento preadottivo

Documentazione richiesta

  • Modulo di domanda
  • Fotocopia di un documento di identità valido
  • Attestazione ISEE
  • Ulteriori documenti in caso di cittadine extracomunitarie, separazione o in attesa di residenza a Prato

Contributo

  • Per l'anno 2021 è pari a € 1.740,60 totali

Tempi di attesa e modalità di riscossione

  • Il pagamento viene effettuato da INPS In un'unica rata, entro 60 giorni

Possono richiederlo le cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie residenti a Prato, che hanno partorito, adottato o ricevuto in affidamento preadottivo un bambino.
Le madri, al momento della richiesta, devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Essere residenti nel Comune di Prato;
  • Avere un valore ISEE 2020 inferiore o pari a € 17.416,66;
  • Non beneficiare di alcun trattamento previdenziale di maternità oppure percepire un trattamento previdenziale (astensione obbligatoria di maternità erogata dall'INPS o altro ente previdenziale) di importo inferiore a quello erogato dal Comune;
  • Per cittadine comunitarie ed extracomunitarie: avere l'iscrizione anagrafica;
  • Le cittadine extracomunitarie devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di soggiorno:
    • Permesso di Soggiorno CE Unico per Lavoro o con Autorizzazione al Lavoro;
    • Permesso di Soggiorno CE per lungosoggiornanti (ex Carta di Soggiorno);
    • Permesso di Soggiorno CE di Protezione Sussidiaria o titolare di Status di Rifugiato Politico;
    • Le cittadine di Tunisia, Marocco, Algeria e Turchia, in base agli Accordi Euro-Mediterranei stipulati con la Comunità Europea, devono avere la fotocopia del Permesso di Soggiorno per motivi familiari oppure di un Permesso di Soggiorno avente durata almeno biennale.

In alcune situazioni particolari (affidamento esclusivo al padre, decesso della madre, ecc.) l'assegno può essere richiesto anche dal padre, dall'affidatario o dall'adottante.

Per avere diritto all'assegno occorre anche che il nucleo familiare abbia una situazione economica familiare ISE che non superi determinati valori.

In tutti i casi:

Domanda di assegno per maternità

Copia di un documento di identità

Attestazione ISEE

In caso di donne separate:

Copia della sentenza di separazione

Anche se non più conviventi con l'ex coniuge

In caso di attesa della residenza nel Comune di Prato:

Copia della richiesta d’iscrizione anagrafica

Per cittadine extracomunitarie:

Copia di uno dei seguenti titoli di soggiorno:

  • permesso di soggiorno CE Unico per Lavoro o con Autorizzazione al Lavoro;
  • permesso di soggiorno CE per lungosoggiornanti;
  • permesso di soggiorno CE di Protezione Sussidiaria;
  • titolare di Status di Rifugiato Politico.

Per le cittadine di Tunisia, Marocco, Algeria e Turchia:

Copia del Permesso di Soggiorno per motivi familiari

Oppure la fotocopia di un Permesso di Soggiorno avente durata almeno biennale, in base agli Accordi Euro-Mediterranei stipulati con la Comunità Europea.

La domanda deve essere presentata entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio o dal suo ingresso nella famiglia anagrafica nei casi di adozione o affidamento preadottivo, con le seguenti modalità

Allo sportello

Nel periodo di emergenza Covid-19 non si prendono appuntamenti e la modulistica, compilata e corredata degli allegati, deve essere consegnata direttamente al Protocollo Generale

Via Roma 101 - Prato
Apertura al pubblico
Lunedì e giovedì ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00 (solo su appuntamento causa Covid-19)
Servizio informazioni
Lunedì e giovedì ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00
Martedì, mercoledì e venerdì ore 9.00 - 13.00

Il pagamento viene effettuato dall'INPS, generalmente entro 60 giorni dal completamento della fase istruttoria sulla regolaritÓ della domanda, con versamento su conto corrente bancario, conto corrente postale o libretto postale.

Articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 51

Responsabile del procedimento

Funzionario antiritardo

Sardi Valentina

Telefono: 0574 1836410
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina