07.06.2021 - Introdotta una lista di controllo (check-list) per sostituire l'autocertificazione con le dichiarazioni indispensabili per l'esercizio delle attività nel centro storico per facilitare, in chi compila la pratica STAR, la comprensione e la consapevolezza di ciò che esattamente andrà a dichiarare per l'esercizio della propria specifica attività.

In seguito ulteriori check-list saranno pubblicate in sostituzione dei moduli "com-1", "com-2" e "punteggi per somministrazione alimenti e bevande".

Si tratta dell'attività di commercio al dettaglio, svolta in locali con destinazione d'uso commerciale (Tc), con una superficie destinata alla vendita superiore a quella degli esercizi di vicinato e compresa tra:

Per vendita al dettaglio, si intende l'attività svolta da chi, professionalmente, acquista merci in nome e per conto proprio e li rivende, su area privata in sede fissa, direttamente al consumatore finale.

Per superficie di vendita si intende l'area destinata alla vendita compresa quella occupata da banchi, scaffalature, vetrine, cabine di prova, casse e simili e le aree di esposizione della merce (se accessibili alla clientela), anche se poste oltre le casse, purché collegate funzionalmente e direttamente all’unità immobiliare dell’esercizio stesso, compresi gli interrati ed i soppalchi rispondenti alle norme del vigente Regolamento Edilizio relative alle destinazioni d’uso commerciali. Non costituisce superficie di vendita l'area scoperta, adiacente all’esercizio, purché con superficie non superiore al 20% della superficie di vendita, nonché la superficie destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici, servizi e spazi collocati oltre le casse.

L'autorizzazione che è possibile richiedere, e ottenere se ve ne sono le condizioni, è distinta fra settore alimentare e non alimentare.

Le medie strutture di vendita possono essere insediate solo in aree ascrivibili alla categoria funzionale commerciale al dettaglio di cui all'articolo 99, comma 1, lettera c), della L.R. 65/2014.
 

L'esercizio congiunto, nello stesso locale, dell'attività di vendita all'ingrosso (cioè l'attività di acquisto di merci e di rivendita ad altri commercianti od utilizzatori in grande) e di vendita al dettaglio, è soggetto al regime abilitativo previsto per l'esercizio del commercio al dettaglio e al rispetto dei requisiti previsti dalla normativa statale e regionale, nonchè dal regolamento comunale. Per l'individuazione del regime abilitativo e per l'applicazione degli standard urbanistici e di viabilità, si rimanda alle quantificazioni contenute nell'art. 26, commi 4, 5 e 6, del vigente Codice regionale del Commercio.
 

Ulteriori disposizioni locali, come da specifico "Regolamento per il commercio nella città di Prato: attività di vendita in sede fissa"

Nel Centro Storico (Zona 1) e nei “Paesi e quartieri” (Zona 2) possono essere localizzati, senza organizzarsi in forma di centro commerciale, solo medie strutture di vendita con superficie di vendita inferiore a mq 500 per il settore alimentare.

In tali ambiti, le autorizzazioni di medie strutture di vendita sono finalizzate alla tutela e valorizzazione degli aspetti caratterizzanti gli stessi ambiti; pertanto, ciascuna autorizzazione è subordinata alla stipula di convenzione con il Comune, che definisca le tipologie di vendita e le compatibilità della media struttura con le caratteristiche di qualità degli ambiti medesimi.

Dichiarazioni integrative alla richiesta di autorizzazione

com_2 - dichiarazioni integrative alla richiesta di autorizzazione per medie e grandi strutture di vendita motivate da regolamentazione ....

Convenzione media struttura di vendita in Zona 1 - Centro storico

Convenzione media struttura di vendita in Zona 1 - Centro storico

Convenzione media struttura di vendita in Zona 2 - Paesi e quartieri

Convenzione media struttura di vendita in Zona 2 - Paesi e quartieri

Per l'esercizio di una qualsiasi attività imprenditoriale nel nostro territorio è necessario essere in possesso di requisiti specifici, come indicato dalla regolamentazione del Comune di Prato, che vanno ad integrare la normativa statale e regionale in materia di attività imprenditoriali.

Fino ad ora, per dichiarare il possesso di tali requisiti, erano presenti sul sito istituzionale SUEAP dei modelli integrativi da compilare e allegare nel Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) delle pratiche. Adesso, la nuova versione di STAR, prevede che il compilatore della pratica dichiari espressamente, nel quadro “Dati attività”, sotto la propria responsabilità: “relativamente ai locali di esercizio, di aver rispettato i regolamenti locali di polizia urbana, annonaria e di igiene e sanità”. Compilando quel quadro, l'interessato rilascia, a tutti gli effetti di legge, le dichiarazioni necessarie per l'esercizio dell'attività, consapevole delle sanzioni penali in caso di dichiarazioni false e della conseguente decadenza dai benefici conseguiti.

Per facilitare, in chi compila la pratica STAR, la comprensione e la consapevolezza di ciò che esattamente andrà a dichiarare per l'esercizio della propria specifica attività, il Comune di Prato rende disponibili delle liste di controllo (check-list) sostitutive. Una prima check-list è stata introdotta dal 7 giugno 2021 per sostituire l'autocertificazione con le dichiarazioni indispensabili per l'esercizio delle attività nel centro storico.
In seguito ulteriori check-list saranno pubblicate in sostituzione dei moduli "com-1", "com-2" e "punteggi per somministrazione alimenti e bevande".

Anche se tutte le check-list non sono moduli obbligatori da allegare in STAR, se ne raccomanda comunque la compilazione e la conservazione nei locali di esercizio dell'attività per agevolare l'esecuzione dei controlli da parte degli organi accertatori.

Apertura, trasferimento di sede e ampliamento della superficie di vendita fino a 2.500 mq

Si applica il regime amministrativo dell'autorizzazione,rilasciata dal SUEAP.

Occorrono quindi, separatamente compilati ma trasmessi in unico invio allo Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUEAP), in modalità on line, esclusivamente attraverso il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR), utilizzando il codice attività 47.102R:

  • la domanda di autorizzazione in bollo, come proposta dallo stesso STAR
  • il modulo "com_2" (fino alla sua spubblicazione) contenente le dichiarazioni ulteriori necessarie ai fini del rispetto dei requisiti fissati dal vigente "Regolamento per il commercio nella città di Prato: attività di vendita in sede fissa"
  • solo se la media struttura di vendita alimentare ricade in Zona 1 o in Zona 2, bozza precompilata della convenzione da stipulare con il Comune.

Decorsi 90 giorni dal ricevimento, la domanda deve ritenersi accolta qualora non venga comunicato il provvedimento di diniego.

L’autorizzazione amministrativa è rilasciata contestualmente al permesso di costruire.

Per la vendita di specifici prodotti di cui alla sottosezione n. 1.10 della Tabella "A" del D.Lgs. 222/2016, si applicano i regimi amministrativi ivi previsti.
 

Modifica, quantitativa o qualitativa, di settore merceologico

È soggetta a Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) ai sensi degli articoli 19 o 19-bis della L. 241/1990 , da presentare al SUEAP, sempre tramite STAR, utilizzando l’opzione “Variazione” e allegando l’endoprocedimento ASL 93.
 

Riduzione della superficie di vendita

È soggetta a comunicazione da presentare al SUEAP, sempre tramite STAR.
 

Apertura, ampliamento, trasferimento di sede di esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini), superiore a 400 mq, o comunque se l’attività ricade in uno qualsiasi dei punti dell’Allegato I al D.P.R. 151/2011

Si applica il regime amministrativo dell'autorizzazione silenzio-assenso (decorsi 90 giorni) più SCIA, contestualmente presentando sempre tramite STAR :

Per la vendita di specifici prodotti, si applicano i regimi amministrativi ivi previsti.
 

Subingresso in esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini), inferiore a 400 mq

Si applica il regime amministrativo della SCIA UNICA, presentando sempre tramite STAR, opzione “Subingresso”, la comunicazione per subingresso.

Per la vendita di specifici prodotti, si applicano i regimi amministrativi ivi previsti.
 

Subingresso in esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini), superiore a 400 mq, o comunque se l’attività ricade in uno qualsiasi dei punti dell’Allegato I al D.P.R. 151/2011

Si applica il regime amministrativo della SCIA UNICA, contestualmente presentando sempre tramite STAR, opzione "Subingresso":

  • la comunicazione per subingresso;
  • la comunicazione per voltura prevenzione incendi.

Per la vendita di specifici prodotti si applicano i regimi amministrativi ivi previsti.
 

Cessazione

È soggetta a comunicazione da presentare al SUEAP sempre tramite STAR, utilizzando l’opzione “Cessazione”.

A favore del Comune di Prato

Vedi pagina Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive la polizia amministrativa.
 

Imposta di bollo

Marca da bollo pari all'imposta vigente assolta in modo virtuale, in numero di 2, la prima per la domanda di autorizzazione e l'altra per il provvedimento comunale di rilascio dell'autorizzazione.

Via Giotto 4 - Prato
Numero verde
Per problemi relativi al Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) 800 980102 (attivo da lunedì a sabato ore 8.00 - 20.00 escluso festivi)
Centralino (per informazioni)
0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Numero provvisorio per prenotazione appuntamenti
0574 1836901 (da lunedì a venerdì ore 9.30 - 13.00)
Assistenza telefonica del SUEAP (Comune di Prato)
0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Apertura al pubblico
Lunedì e giovedì (solo su appuntamento causa Covid-19)
Per tutti gli altri orari
Consulta il dettaglio orari
Servizi online per presentazione pratiche
Servizio help desk rete regionale SUEAP
Attività economiche

Responsabile del procedimento

Lilli Michela

Funzionario antiritardo

Caporaso Francesco

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina