Per autorimessa si intende il luogo al chiuso o all'aperto destinato alla sosta e custodia temporanea di veicoli, dietro il pagamento di un compenso.

Gli esercenti di rimesse di veicoli hanno l'obbligo di annotare su apposita ricevuta, valida anche ai fini tributari, date di ingresso e di uscita, marca, modello, colore e targa di ciascun veicolo. Dall'annotazione dei dati sono esonerati tutti i veicoli ricoverati occasionalmente nel limite massimo di due giorni e i veicoli ricoverati con contratto di custodia.

L'annotazione può essere effettuata anche con modalità informatiche e non sussiste più l'obbligo della tenuta dell'apposito registro.

Requisiti soggettivi

  • possesso dei requisiti morali ai sensi del D.Lgs. 159/2011 (Codice delle Leggi Antimafia) e degli artt. 11, 92 e 131 del R.D. 773/1931 (TULPS);
  • iscrizione nel registro delle imprese;
  • per i cittadini non UE, essere in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità oppure averne già richiesto il rinnovo.

Requisiti oggettivi

  • disponibilità dei locali adibiti a rimessa;
  • rispetto della normativa edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria, ambientale e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • idonea destinazione d'uso dei locali/aree adibiti a rimessa, tale da permettere l’uso degli stessi a parcheggio. La conformità della destinazione d’uso deve essere comprovata da idoneo titolo edilizio;
  • conformità alla normativa antincendio (D.P.R. 151/2011).

Per iniziare un’attività di rimessa autoveicoli

è necessario inoltrare apposita Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) esclusivamente on-line tramite il Sistema Telematico di Accettazione Regione (STAR), utilizzando il codice attività 52.21.50.
 

In caso di cessazione dell’attività

la comunicazione va inviata sempre attraverso STAR, seguendo la relativa procedura.
 

Eventuali integrazioni e comunicazioni devono, invece, essere inviate da un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo PEC del Comune di Prato, con le modalità descritte alla pagina “Disciplina per l’invio telematico delle istanze/comunicazioni allo Sportello per l'Edilizia e le attività produttive”.

Pagamento dei diritti di segreteria SUEAP, sia per l’avvio della pratica che per le successive integrazioni, da pagare tramite Servizio T-Serve, secondo le indicazioni riportate alla pagina “Diritti di Segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa” (“procedimento sueap automatico/ordinario” e “diritti per integrazione e/o conformazione atti abilitativi”).

Il pagamento dei diritti di segreteria SUEAP non è previsto in caso di comunicazione di cessazione attività.

La Scia ha efficacia immediata, pertanto l’attività può essere iniziata al momento della presentazione della stessa.

Entro 60 giorni dal ricevimento della SCIA l’Amministrazione può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi, salvo che l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività, ai sensi dell’articolo 19 c. 3 della L. 241/1990.

Polizia amministrativa - telefono 0574 1836855

Via Giotto 4 - Prato
Numero verde
Per problemi relativi al Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) 800 980102 (attivo da lunedì a sabato ore 8.00 - 20.00 escluso festivi)
Centralino (per informazioni)
0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Numero provvisorio per prenotazione appuntamenti
0574 1836901 (da lunedì a venerdì ore 9.30 - 13.00)
Assistenza telefonica del SUEAP (Comune di Prato)
0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Apertura al pubblico
Lunedì e giovedì (solo su appuntamento causa Covid-19)
Per tutti gli altri orari
Consulta il dettaglio orari
Servizi online per presentazione pratiche
Servizio help desk rete regionale SUEAP
Attività economiche

  • Art. 86 del T.U.L.P.S., R.D. 18.06.1931 n. 773;
  • Regolamento di Esecuzione del T.U.L.P.S. R.D. 06.05.1940 n. 635;
  • D.P.R. 19.12.2001 n. 480, “Regolamento recante semplificazione del procedimento di autorizzazione per l'esercizio dell'attività di rimessa di veicoli e degli adempimenti richiesti agli esercenti autorimesse”;
  • D.Lgs. 30.04.1992 n. 285, Codice della Strada;D.Lgs. 31.03.1998 n. 112, “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni e agli enti locali”;
  • D.P.R. 311/2001, “Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento di attività disciplinate dal TULPS”;
  • D.P.R. 151/2011“Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi”;
  • Regolamento per il procedimento amministrativo, per il diritto di accesso e di informazione e per la tutela della riservatezza dei dati personali, approvato con D.C.C. n. 8 del 24.01.2013;
  • L. 241 del 07.08.1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”.

Responsabile del procedimento

Piccinini Sandra

Telefono: 0574 1836952

Funzionario antiritardo

Caporaso Francesco

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina