L'attestazione di agibilità è asseverata dal direttore dei lavori o da un professionista abilitato ai sensi dell'art. 149 della legge regionale Toscana n. 65/2014, è necessario per utilizzare gli edifici o parti di essi, sia di nuova costruzione e sia di già esistenti in seguito a lavori di:

a) sostituzione edilizia o di sopraelevazione, totali o parziali;
b) ristrutturazione edilizia, o di ampliamento, che riguardino parti strutturali degli edifici;
c) restauro e risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia, oppure di ampliamento, contestuali a mutamento della destinazione d'uso;
d) per ogni altro intervento edilizio che introduca modifiche incidenti sulle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico,  accessibilità delle unità immobiliari.

  • Attestazione asseverata di agibilità (moduli generati dalla piattaforma online del Comune di Prato) firmata digitalmente in formato .p7m (firma CAdES);
  • Attestazione di versamento dei diritti di segreteria pari a € 70,00, da pagare online con il sistema pagoPA;
  • Individuazione dei numeri civici (nel caso di ingressi a comune, anche con l'interno - la targhetta identificativa è posizionata in prossimità della porta di ingresso dell'unità immobiliare), con i corrispettivi dati catastali delle unità immobiliari;
  • Riferimenti di tutti gli atti abilitanti dell'edificio (costruzione, ecc...) succedutesi nel tempo, con particolare riferimento alla consistenza  ed alla sagoma dell'immobile;
  • Elaborato grafico con rappresentazione/verifica dei rapporti aero-illuminanti e indicazione di tutte le altezze significative dell'immobile oggetto di attestazione: minima, media, massima;
  • Collaudo statico di tutte le strutture dell'edificio, vistato dal Genio Civile, come previsto dalla Legge 1086 del 5/11/1971 "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica" e/o dalle disposizioni legislative per le costruzioni in zone sismiche, ai sensi della Legge 64 del 2/2/1974 "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", L. R. 88 del 6/12/1982 e Disposizioni attuative della Regione Toscana del 18/2/1983; oppure - se del caso - indicare gli estremi del "certificato di abitabilità/agibilità" redatto antecedentemente all'intervento realizzato;
  • Dichiarazione di conformità o certificato di collaudo degli impianti installati, ove previsto, ai sensi dell'art. 7 del Decreto Ministeriale 37 del 22/01/2008, depositati presso il Comune di Prato tramite la piattaforma informatica appositamente dedicata. Gli impianti installati soggetti agli adempimenti della Legge sono i seguenti: elettrici, di protezione contro le scariche atmosferiche, per l'automazione di porte, cancelli e barriere, radiotelevisivi, antenne ed elettronici in genere, riscaldamento e climatizzazione, idrosanitari, gas, sollevamento (ascensori, montacarichi, ecc...), di protezione antincendio. Per le caratteristiche specifiche degli impianti si rimanda all' art. 5  del Decreto Ministeriale 37 del 22/01/2008. La dichiarazione di conformità degli impianti installati deve essere compilata correttamente dall'installatore: il documento sarà accettato solo se corredato di tutti gli allegati obbligatori. Nel caso il progetto (quando obbligatorio per legge - confrontare con l'art. 5 del D.M. 37/2008) sia già stato depositato al Comune di Prato e l'impianto realizzato è conforme ad esso o alle sue varianti, l'installatore può omettere di allegarlo in copia alla dichiarazione di conformità, previa indicazione degli estremi del deposito (P.G. / anno del deposito/i). Nella Sezione III - Dotazioni impiantistiche - del Regolamento Edilizio del Comune di Prato sono evidenziate tutte le situazioni in cui ricorre l'obbligo di eseguire interventi sugli impianti esclusivamente seguendo un progetto redatto da professionista abilitato. La non corretta certificazione degli impianti costituisce motivo di invalidità dell'attestazione asseverata di agibilità di cui all'art 149 della L.R. Toscana n. 65/2014 oltre, nei casi più gravi, a determinare l'obbligo per questa Amministrazione di effettuare denunce o note informative presso la CCIAA ed agli ordini professionali.
  • Attestazione conclusiva di rispetto dei requisiti acustici passivi degli edifici - decreto 24 ottobre 2017 n. 15328 della Regione Toscana, corredata di relazione di prova in opera a firma di tecnico competente in materia acustica ai sensi delle linee guida regionali di cui alla dgr n. 1018/2017; se del caso, dichiarazione che l'immobile NON era soggetto e NON sono stati realizzati interventi e/o opere che obbligavano a redigerlo;
  • Certificato di prevenzione incendi (CPI) rilasciato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, quando trattasi di attività soggetta alle visite ed ai controlli di prevenzione incendi di cui al D.P.R. n. 151 dell'1/08/2011 (ad esempio: impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 KW, alberghi, pensioni, motel, dormitori e simili con oltre 25 posti letto, ecc...). Se il certificato non è stato ancora rilasciato, deve essere prodotta la copia della domanda con attestazione di presentazione presso il locale Comando dei Vigili del Fuoco e la segnalazione certificata di inizio attività ai sensi dell'art. 4 del D.P.R. n. 151/2011. Alternativamente, a seconda dell'attività e della categoria di appartenenza, la segnalazione certificata di inizio attività ai sensi dell'art. 4 del D.P.R. n. 151/2011 o, nei casi in cui ricorre l'esclusione dell'attività, dichiarazione sui moduli generati dalla piattaforma on line del Comune di Prato;
  • Fascicolo con le caratteristiche dell'opera di cui all'art. 91 comma 1 - lettera b) del D. Lgs. n. 81/2008 (Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro), i cui contenuti sono definiti all'allegato XVI del decreto, oppure, nei casi non previsti dalla normativa, dichiarazione sui moduli generati dalla piattaforma on line del Comune di Prato;
  • Planimetria/e catastale/i del/le unità immobiliari,  consegnate all'Agenzia dell'Entrate - Ufficio Provinciale di Prato;
  • Dichiarazione in merito al collaudo/convalida delle opere di urbanizzazione primaria;
  • Elaborato tecnico della copertura con i contenuti di cui all'art. 5 comma 4 lettere a), b), c), d), e) ed f) del D.P.G.R. 75/R del 18/12/2013, relativo alla individuazione delle idonee misure preventive e protettive che consentano, nella successiva fase di manutenzione degli edifici, l'accesso, il transito e  l'esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza; oppure la certificazione di conformità dell'opera sia al progetto contenuto nel titolo abilitativo o nelle varianti ad esso (confrontare con documentazione di cui all'art. 5 comma 4 lettere a), b), c) del citato D.P.G.R. allegata al titolo abilitativo), corredata dei contenuti di cui  all'art. 5 comma 4 lettere d), e) ed f) del medesimo D.P.G.R., e sia alle istruzioni tecniche di cui all'art. 141 comma 15 della L.R. Toscana n. 65/2014. Nel caso in cui le opere non hanno interessato la copertura dell'edificio, oppure in caso di interventi di manutenzione ordinaria, dichiarazione sui moduli generati dalla piattaforma on line del Comune di Prato;
  • Attestato di prestazione energetica di cui all'art. 6 del D. Lgs. 192/2005 e s.m.i., depositato presso il Comune di Prato tramite la piattaforma informatica appositamente dedicata, oppure - nei casi non previsti dalla normativa dichiarazione sui moduli generati dalla piattaforma on line del Comune di Prato.

Per l'attestazione asseverata di agibilità si devono pagare i diritti di segreteria, così come stabiliti dalla Delibera di Consiglio Comunale, attualmente pari ad € 70,00.

Effettua il pagamento online tramite il sistema pagoPA - Pagamenti alla Pubblica Amministrazione o il T-Serve.


N.B. : Se per l'attestazione asseverata di agibilità NON sono stati pagati i relativi "diritti di segreteria", oltre al pagamento dell'importo dovuto, deve essere pagato l'importo ulteriore di €. 100,00 per "richiesta di integrazione di diritti di segreteria", per un totale di € 170,00.

Per ogni richiesta di integrazioni, per documentazione incompleta, saranno dovuti i relativi "diritti per integrazione e/o conformazione" pari a € 30,00.

Gli importi possono essere pagati on line con il sistema pagoPA.

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina