Aree PEEP: dal diritto di superficie al diritto di proprietÓ

Il cittadino titolare del solo diritto di superficie su un’abitazione realizzata negli anni settanta, ottanta e novanta con i Piani di edilizia economica e popolare (PEEP) del Comune di Prato, può richiedere il diritto di proprietà dell'immobile versando al Comune un corrispettivo calcolato secondo specifici parametri.

In tal modo viene acquisito un diritto reale non soggetto ad estinzione per il trascorrere del tempo, aumentando il valore commerciale della propria abitazione, oltre a semplificare e facilitare le procedure bancarie di accesso al credito.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Presentare domanda
3
Attendere l'esito
4
Predisposizione atto da parte del notaio
5
Pagamento e rogito

Chi può richiederlo

  • I titolari del diritto di superficie su un’abitazione in area PEEP

Documenti richiesti

  • Richiesta cessione proprietà immobili su aree PEEP 
  • Copia documento d'identità
  • Documentazione tecnica del lotto su cui insiste l'immobile
  • Copia dell'atto di assegnazione definitiva dell'alloggio
  • Tabella millesimale generale (Tab. A)

Costi

  • Pagamento unico
  • Rateizzazione

Tempi di attesa

  • Entro 180 giorni dalla presentazione della richiesta

I proprietari superficiari di abitazioni costruite in esecuzione dei programmi PEEP (Piani di edilizia economica e popolare) nei seguenti Piani di zona:

  • Primo programma PEEP
    Galcetello nord, Iolo, Maliseti, Santa Lucia
  • Secondo programma PEEP
    Cafaggio, Casale, Castelnuovo, Figline, Galcetello sud, Galciana, Mezzana, Paperino, Pizzidimonte, San Giorgio, San Giusto
  • Terzo programma PEEP
    Casale, Galciana II, Grignano, Maliseti, Paperino II, Tavola 1, Tobbiana, Vergaio

Modulo da compilare

Richiesta cessione proprietà immobili - aree PEEP

Allegati

Fotocopia del documento identità


Documentazione tecnica del lotto su cui insiste l'immobile


Copia dell'atto di assegnazione definitiva dell'alloggio al proprietario superficiario


Tabella millesimale generale (Tab. A)


Il cittadino può fare richiesta al Comune di Prato in qualsiasi momento, presentando l’apposito modulo agli uffici preposti.

Allo sportello

Consegna a mano di tutta la documentazione:

Piazza del Pesce 9 - Prato
Apertura al pubblico
Lunedì e giovedì ore 9.00 - 17.00
Martedì, mercoledì e venerdì ore 9.00 - 13.00
Viale Vittorio Veneto 9 - Prato
Consulenze tecniche (via telefonica o videoconferenza) e richiesta ritiro CDU
Causa Covid-19 previa richiesta di appuntamento all'indirizzo e-mail della pagina nelle modalità sopra descritte
Lunedì e giovedì ore 9.00 - 13.00
Consultazione archivi cartacei
Causa Covid-19 previa richiesta di appuntamento all'indirizzo e-mail della pagina nelle modalità sopra descritte
Giovedì ore 9.00 - 13.00

Il servizio reso dal Comune di Prato è gratuito.

ll corrispettivo da versare per la trasformazione del diritto di superficie in proprietà varia per ogni lotto e per ogni Piano di Zona (P.d.Z.). 
Il suo importo è legato alla differenza del valore attuale rispetto a quanto originariamente pagato per l’esproprio del terreno con l’applicazione di rivalutazioni e riduzioni. Per semplicità, quanto più è stato pagato il terreno all’origine, tanto minore sarà la somma da corrispondere per la trasformazione e viceversa.

Fornendo i dati che permettono di ricondurre al lotto fondiario e al P.d.Z. insieme alla quota millesimale dell’alloggio verrà calcolato l’importo esatto, anche in funzione della modalità di pagamento prescelta.

Modalità di pagamento

Il pagamento del corrispettivo può essere effettuato:

  • in unica soluzione, prima della stipulazione della convenzione di trasformazione;
  • rateizzandolo fino ad un massimo di dieci anni con rate mensili, bimestrali oppure semestrali.

In caso di pagamento in un'unica soluzione i benefici conseguenti decorrono dalla registrazione dell’atto di trasformazione.

In caso di rateizzazione, in seguito al pagamento dell’ultima rata di prezzo, il diritto di proprietà sarà trasferito al richiedente attraverso apposito atto di quietanza, a cura e spese del richiedente.

Il procedimento amministrativo si conclude entro 180 giorni dalla presentazione della richiesta.

  1. Il Servizio Urbanistica, dopo avere accertato che la domanda e la documentazione presentate siano complete e regolari, comunica al richiedente l’esito dell’istruttoria, indicando il corrispettivo da versare.
  2. Il cittadino presenta la documentazione al notaio, che predisporrÓ apposita convenzione, secondo lo schema approvato con provvedimento del dirigente comunale competente e la trasmetterÓ al Servizio Urbanistica.
  3. L’ufficio predisporrÓ gli atti necessari all’approvazione, concordando con il cittadino ed il notaio il giorno per la sottoscrizione.

Staff amministrativo

Daniela Galletti tel. 0574.1835955, email: d.galletti@comune.prato.it

Silvia Guidotti, tel. 0574.1835971, email: s.guidotti@comune.prato.it

Enrico Desii tel. 0574.1835996, email: e.desii@comune.prato.it

Staff tecnico

Francesco Rossetti, tel. 0574.1835992, email: f.rossetti@comune.prato.it

Riferimenti normativi principali:

  • legge n. 167 del 1962;
  • legge n. 865 del 1971;
  • legge n. 448 del 1998, art. 31;
  • deliberazione del Consiglio comunale n. 90 del 2016;
  • deliberazione della Giunta comunale n. 290 del 2017;
  • determinazione dirigenziale n. 558 del 2008;
  • determinazione dirigenziale n. 2189 del 2017;
  • determinazione dirigenziale n. 1036 del 2019;
  • determinazione dirigenziale n. 1154 del 2019.

Responsabile del procedimento

Desii Enrico

Telefono: 0574 1835996

Funzionario antiritardo

Bracciotti Pamela

Telefono: 05741835994
QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina