29.05.2024 - Era possibile presentare domanda online fino alle ore 13.00 del 28 maggio 2024.

Bonus idrico integrativo

Il Bonus idrico integrativo è una agevolazione che prevede un rimborso economico sui consumi di acqua sostenuti nell’abitazione di residenza, rivolta a nuclei familiari in difficoltà economiche.

L'agevolazione riguarda anche le persone che, per motivi di salute adeguatamente certificati, necessitano di un maggiore utilizzo di acqua, superiore di almeno il 30% al suo consumo storico o delle medie dei consumi dell’utenza domestica.

Criteri, requisiti e modalità per presentare la domanda sono definiti dal Bando della Società della Salute dell'Area Pratese (SdS dell'Area pratese) "Bonus idrico integrativo 2024: bando pubblico per l'assegnazione di rimborsi economici sulla tariffa di servizio idrico" rivolto a tutti i residenti nei comuni di Prato, Montemurlo, Poggio a Caiano, Carmignano, Vaiano, Vernio e Cantagallo.

I passi da fare

1
Verifica dei requisiti
2
Preparare i documenti
3
Presentare la domanda
4
Attendere la graduatoria

Chi può richiederlo

  • Famiglie in difficoltà economiche con determinati requisiti Isee
  • Persone che per gravi motivi di salute necessitano di un maggiore utilizzo di acqua

Documenti da allegare

  • Documento d'identità / permesso di soggiorno
  • Ultima fattura o bollettino di pagamento
  • Ulteriori documenti specifici in base al tipo di utenza o alle condizioni mediche

Come fare domanda

  • Le modalità di presentazione sono diverse per ciascun comune della Provincia di Prato

Rimborso

  • Erogato in ordine di graduatoria e fino ad esaurimento del budget
  • Direttamente in bolletta per le utenze dirette o in presenza di morosità
  • Tramite assegno, versamento su IBAN o in bolletta per le utenze condominiali in regola

La domanda poteva essere presentata da cittadini italiani o dell'Unione Europea, o cittadini extracomunitari in possesso di titolo di soggiorno in corso di validità, residenti in uno dei Comuni della Provincia di Prato.

I cittadini, inoltre, dovevano essere in possesso di uno tra i seguenti requisiti:

  • un valore ISEE ordinario oppure corrente non superiore a €13.500,00;
  • un valore ISEE ordinario oppure corrente non superiore a €15.000,00, nel caso sia presente nel nucleo almeno un soggetto che, a causa di particolari condizioni mediche adeguatamente certificate, necessiti di un maggior utilizzo di acqua, superiore di almeno il 30% al suo consumo storico o alle medie dei consumi dell'utenza domestica;
  • un valore ISEE ordinario oppure corrente compreso tra € 13.500,00 e € 19.000,00 nel caso nel nucleo siano presenti almeno 4 figli fiscalmente a carico.

Anche gli utenti morosi potevano presentare domanda.

Utenze dirette e indirette

Potevano presentare domanda sia le utenze dirette che le utenze indirette (chiamate anche aggregate).

Per sapere a quale delle due tipologie appartiene la propria utenza, era necessario verificare, tra i dati fornitura presenti nella prima pagina della fattura di Publiacqua, l’intestatario del contratto:

  • se intestato a condominio/amministratori/studi o soggetti terzi, si tratta di utenza indiretta;
  • se intestato a persona fisica o altra intestazione è necessario verificare il numero di unità immobiliari (se maggiore di 1 allora utenza indiretta).

ATTENZIONE: Qualsiasi fattura o documento presentato non riportante l’intestazione Publiacqua è da considerarsi utenza indiretta.

Domanda cartacea

Il modulo di domanda cartaceo per la richiesta del bonus e l'attestazione per le utenze aggregate/domiciliari sono disponibili:

  1. alla pagina del bando sul sito della Società della Salute area pratese;
  2. presso gli sportelli specifici dei comuni dell'area pratese (vedi Per informazioni).

L’utente indiretto non in possesso dei dati richiesti deve rivolgersi al proprio amministratore o persona delegata alla ripartizione dei consumi dell'utenza.
 

Domanda online

Documenti da allegare:

Ultima fattura o bollettino di pagamento da cui si veda il codice utenza, individuale o condominiale, del servizio idrico (pena esclusione della domanda)

In caso di maggiore utilizzo d'acqua per condizioni mediche anche:

Certificato medico

In caso di cittadino extracomunitario anche:

Permesso di soggiorno in corso di validità o ricevuta di rinnovo emessa entro 60 giorni dalla scadenza del permesso

In caso di utenza aggregata intestata ad altro condomino anche:

Documento d'identità dell'intestatario utenza aggregata

Dichiarazione dell'intestatario utenza aggregata (disponibile alla pagina del bando il modello 'Attestazione per utenze aggregate/condominiali')

In caso di utenza condominiale gestita da amministratore o società esattrice anche:

Dichiarazione dell'amministratore o del rappresentante della società esattrice (da utilizzare il modello 'Attestazione per utenze aggregate/condominiali' disponibile alla pagina del bando, come dichiarazione compilata dall'amministratore e stampata su propria carta intestata)


Attenzione: Risulterà inammissibile la domanda presentata diversamente dalle modalità previste e/o non correttamente compilata o non adeguatamente corredata dai documenti richiesti.

La domanda poteva essere presentata al proprio comune di residenza dalle ore 12.00 di lunedì 6 maggio alle ore 13.00 di martedì 28 maggio 2024. 

Le modalità di presentazione erano diverse per ciascun comune della Provincia. 
 

Residenti Comune di Prato

Per i residenti del Comune di Prato la domanda doveva essere presentata esclusivamente online.

Solo gli anziani e le persone con comprovate fragilità (disabilità o altre condizioni oggettive che non consentono di accedere a procedure e strumenti informatici) e senza alcuna rete familiare, potevano richiedere assistenza alla compilazione e invio della domanda, prendendo un appuntamento presso gli uffici del Servizio Sociale e Immigrazione. L'appuntamento poteva essere prenotato telefonicamente (vedi Allo sportello).

Gli appuntamenti erano fissati fino al raggiungimento del massimo numero di posti disponibili.
 

Residenti in altri comuni della provincia

Tutte le informazioni e i moduli cartacei per presentare domanda sono presenti alla pagina del Bando. Per maggiori informazioni vedi le pagine specifiche pubblicate dai singoli Comuni.

Le modalità di presentazione erano le seguenti, pena esclusione:

Comune di Carmignano

Comune di Poggio a Caiano
Inviare la domanda (su modulo cartaceo presente alla pagina del bando), compilata, firmata e con gli allegati tramite:

Comune di Montemurlo

Inviare la domanda (su modulo cartaceo presente alla pagina del bando), compilata, firmata e con gli allegati tramite:

Solo in caso di effettiva necessità è possibile ricevere supporto nella compilazione della domanda, chiamando i numeri 0574 558571/ 0574 558556/ 0574 558524 e prendendo un appuntamento.

Comune di Cantagallo, Comune di Vaiano, Comune di Vernio
La domanda può essere presentata online in autonomia tramite l'apposito servizio sul sito dell'Unione dei Comuni della Val di Bisenzio.

Online


Accedi al servizio online e presenta la domanda per il bonus idrico integrativo (servizio online chiuso il 28 maggio 2024)

Vedi anche:

  • Modalità di accesso al servizio online: tramite credenziali Spid, oppure CNS (es. Tessera sanitaria) o Carta di identità elettronica (CIE) di una qualsiasi persona appartenente al nucleo ISEE, non necessariamente l’intestatario della fattura.
Allo sportello

Solo per anziani e fragili senza rete familiare

Per appuntamento:

  • Numero verde 800 922912 (sia con fisso che cellulare, lunedì e giovedì 9.00-13.00 e 15.00-17.00; martedì, mercoledì e venerdì 9.00-13.00)

Nota bene
Il giorno dell’appuntamento occorreva presentarsi muniti di tutti i dati, della documentazione necessaria e del documento di identità valido e indirizzo di posta elettronica.

Via Roma 101 - Prato
Apertura al pubblico (solo su appuntamento)
Per prendere un appuntamento telefonare al numero verde o mandare un'email
Lunedì e giovedì ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00
Prenotazione telefonica appuntamenti
Lunedì e giovedì ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00; martedì, mercoledì e venerdì ore 9.00 - 13.00

Coloro che hanno presentato domanda online e sono in graduatoria definitiva avranno diritto ad un'agevolazione in bolletta che può variare, a seconda della disponibilità del budget assegnato alla Società della Salute, da un importo pari a 1/3 (un terzo) fino al 100% della spesa annua dovuta dall’utente al Gestore per il consumo idrico riferito all'anno precedente alla domanda.

Pagamento

Il rimborso assegnato non potrà essere superiore alla spesa per la tariffa idrica sostenuta nell'anno 2023 e potrà essere erogata un’agevolazione di importo pari ad 1/3 dell'importo relativo al consumo dell’anno precedente, al lordo degli eventuali contributi assegnati in tale anno.

Il rimborso è previsto nelle seguenti modalità:

  • direttamente in bolletta per le utenze dirette 
  • direttamente in bolletta per le utenze condominiali con presenza di morosità
  • tramite assegno, oppure versamento su IBAN, oppure direttamente in bolletta per le utenze condominiali in regola con i pagamenti

Successivamente al 31 luglio, il Gestore effettuerà tutti i controlli necessari per verificare la correttezza degli importi e la corrispondenza della tipologia di utenze alle situazioni di fatto esistenti, anche anagrafiche. Una volta conclusi i controlli positivamente, la cui tempistica è variabile, data dal numero delle domande pervenute e dalle eventuali anomalie riscontrate, il Gestore provvederà ad erogare il Bonus integrativo nella prima bolletta utile, dando evidenza in bolletta dell'importo erogato con la dicitura "Bonus Integrativo".

Graduatoria

I rimborsi saranno erogati in ordine di graduatoria e fino ad esaurimento del budget previsto.

  • Nella graduatoria degli aventi diritto verrà assegnata la priorità al nucleo familiare con il valore ISEE più basso.
  • A parità di valore ISEE, sarà data priorità ai nuclei familiari in cui è presente almeno un componente in condizione di disabilità (così come definita ai fini ISEE e risultante nella relativa dichiarazione).
  • In caso di ulteriore parità sarà data priorità ai nuclei familiari più numerosi (così come risultante dalla dichiarazione ISEE utilizzata).

Attenzione: la collocazione in graduatoria non comporterà automaticamente diritto all'erogazione del rimborso riconosciuto.

Sportelli specifici per informazioni dei Comuni dell'Area Pratese

Comune di Prato:

  • URP di Comune e Provincia di Prato: il lunedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 e il mercoledì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00 telefonando al numero verde 800 058850;
  • e-mail: urp@po-net.prato.it
  • Facebook messenger:  pagina Comune di Prato dalla quale è possibile inviare messaggi.
  • Telefonando al numero 800 922912 (Sportello Pua Servizi sociali) nei giorni, da lunedì a venerdì mattina dalle 9.00 alle 13.00, e lunedì e giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00;
  • e-mail: 800922912pua@comune.prato.it

Comune di Carmignano:

Comune di Poggio a Caiano:

  •  Telefonare al numero 055 8701285

Comune di Montemurlo:

Comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio:

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina