Pre e post scuola nelle scuole statali

Se i genitori hanno un orario di lavoro che non consente loro di accompagnare o riprendere i figli nel normale orario scolastico, possono richiedere l'anticipo dell'orario di ingresso (pre scuola) o il prolungamento dell'orario di uscita (post scuola).

Il servizio rivolto agli alunni delle:

  • scuole dell’infanzia;
  • scuole primarie.

I passi da fare

1
Presentare domanda all'istituto scolastico
2
Attendere raggiungimento numero minimo di partecipanti
3
Attendere conferma attivazione del servizio

A chi rivolto

  • Alunni delle scuole statali

Caratteristiche

  • Numero minimo di partecipanti necessario per l'attivazione
  • Pre scuola: un'ora prima dell'inizio delle lezioni
  • Post scuola: un'ora dopo il termine delle lezioni

Costi

  • Pagamento in un'unica soluzione
  • Tariffe per fasce di reddito
  • Esonero per utenti portatori di handicap (L. 104/92) e per utenti del trasposto scolastico

Il servizio di pre/post scuola viene svolto nelle scuole, al raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto per l’attivazione.

Sia l'anticipo dell'entrata che il posticipo dell'uscita sono di un'ora rispetto al normale orario di inizio e termine delle lezioni.

Per le scuole statali la domanda deve essere presentata alla Segreteria dell'Istituto Scolastico di competenza che comunica l'accoglimento o meno della stessa.

Il pagamento, in unica soluzione, dovrà essere effettuato secondo le modalità e nei termini indicati dalle singole scuole e comunque contestualmente all’iscrizione e prima della data di attivazione del servizio per la frequenza dell’intero anno scolastico e contestualmente all’iscrizione per frequenze successive.

Sono esonerati gli utenti portatori di handicap (L. 104/92) e gli utenti del trasporto scolastico che usufruiscono del servizio di pre/post scuola durante i tempi di attesa.

Le tariffe sono articolate sulla base del reddito, differenziate per fascia Isee ed a seconda che l'iscrizione avvenga all'inizio dell'anno scolastico o in data successiva al 1 febbraio 2022. 

Sono previste tariffe agevolate per gli utenti che presentano all'atto dell'iscrizione, presso gli Istituti Scolastici, copia dell’attestazione Isee in corso di validità. Non è previsto l'esonero sulla base del reddito.

La rinuncia al servizio, presentata dall'utente in forma scritta all'Istituto entro il 31.10.2021 (farà fede il timbro della scuola), determina l'esclusione dal pagamento solo in caso di frequenza non superiore a due settimane. La rinuncia dopo tale termine o la mancata frequenza non producono l'esclusione dal pagamento della quota né riduzioni sulla tariffa.

QR code

Ti potrebbe interessare:

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina