26.10.2022 -  È possibile presentare domande di contributo a rimborso di spese sostenute per l'attività di minori da 0 a 17 anni presso centri estivi o altre attività ludico/ricreative/educative, svolti sul territorio comunale dal 1 giugno al 31 dicembre 2022. Domande online fino alle 13.00 di lunedì 16 gennaio 2023.

Contributi centri estivi e servizi educativi

Si tratta di un contributo ministeriale, sotto forma di rimborso, destinato alle famiglie con figli da 0 a 17 anni residenti a Prato che, nel periodo dal 1 giugno al 31 dicembre 2022, abbiano frequentato attività organizzate, sul territorio comunale, da centri estivi o altre attività ludico/ricreative ed educative.

Il contributo può essere richiesto per ciascun figlio minorenne e verrà assegnato in base ad una graduatoria su base Isee, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Criteri, requisiti e modalità operative sono definite nell’Avviso pubblico.

I passi da fare

1
Controllare requisiti
2
Preparare documenti
3
Presentare domanda
4
Attendere graduatoria

A chi è rivolto

  • A chi ha sostenuto spese per centri estivi e/o altre attività ludico/ricreative/educative

Dove

  • Attività svolte nel territorio comunale dal 1 giugno al 31 dicembre  2022

Documenti richiesti

  • Ricevuta del gestore o del pagamento delle spese sostenute (es. bonifico)
  • Isee valido
  • Solo in caso di handicap: Certificazione di disabilità
  • Solo in caso di handicap: Ricevuta di pagamento per un operatore sociale dedicato

Tempi e iter

  • Graduatoria su base ISEE
  • Eventuale ricorso entro 15 giorni dalla graduatoria provvisoria
  • Pagamento con IBAN o contanti

Famiglie con uno o più figli che abbiano sostenuto spese documentabili  per la frequenza di centri estivi, servizi socio/educativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa.
 

Requisiti richiesti:

  • età anagrafica del figlio/a compresa tra 0 e 17 anni;
  • minore residente nel Comune di Prato alla data in cui ha fruito del servizio;
  • attività  svolte nel territorio comunale nel periodo dal 1 giugno al 31 dicembre 2022;
  • possesso di Isee in corso di validità;
  • non aver beneficiato di altri contributi della stessa tipologia;
  • (in caso di minori con disabilità di cui all’articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104) essere in possesso della certificazione attestante la condizione di handicap.


Esempi di attività extrascolastiche

Doposcuola; recupero scolastico e contenimento della dispersione scolastica; promozione dell'educazione alla cittadinanza, alla legalità e al rispetto dell'ambiente; attività educative e ludiche/ricreative; attività socioculturali volte a favorire la conciliazione vita/lavoro delle famiglie e a contribuire ad offrire opportunità di socializzazione; attività finalizzate alla promozione, tra i bambini e le bambine, dello studio delle materie STEM.

Non sono invece ammessi al contributo: corsi di nuoto, sedute di logopedia, corsi di pittura, corsi di pallavolo, corsi di danza.

Documento del gestore del centro estivo (con data, numerazione, importo, cognome e nome del minore, periodo di fruizione del servizio)

Oppure

Copia del documento di pagamento (es. bonifico) dal quale si desumano importo, cognome e nome del minore, periodo di fruizione del servizio

In caso di minori con disabilità di cui all’articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 è necessario allegare anche:

Copia della certificazione attestante la condizione di handicap

Copia del documento fiscale relativo al pagamento di un operatore dedicato

In seguito all'attivazione di un rapporto di lavoro con operatore dedicato. 

Oppure, nel caso ci si avvalga di un'organizzazione che offre servizi con operatori con specifiche professionalità, dovrà essere prodotto il documento fiscale con la descrizione del servizio di cui il/la destinatario/a del contributo si è avvalso.

La domanda di contributo è una per ogni minore e deve essere presentata da un genitore o da chi esercita la potestà genitoriale.

La domanda può essere presentata esclusivamente online, dalle ore 9.00 del 26 ottobre 2022 alle ore 13.00 del 16 gennaio 2023.

Possono essere presentate anche più domande in caso di più figli e/o per periodi diversi (es. per i mesi da giugno a settembre per i centri estivi e da settembre a dicembre per altre attività).
 

In caso di errore o necessità di integrare dei documenti

È possibile presentare una nuova domanda. L'ultima domanda in ordine di arrivo è quella valida e annulla automaticamente le altre.
In alternativa, per integrare un documento (es. ricevuta o bonifico), è possibile anche inviarlo alla email: dirittostudio@comune.prato.it.

Online

Accedi al servizio online e presenta la domanda per ottenere il contributo 
(servizio online aperto dalle ore 9.00 del 26.10.2022 alle ore 13.00 del 16.01.2023)


Vedi anche:

La graduatoria provvisoria e l'elenco definitivo dei beneficiari vengono pubblicati nella pagina dell’Avviso pubblico.

La graduatoria provvisoria degli idonei al bando, in quanto in possesso dei requisiti previsti dallo stesso, viene pubblicata in ordine progressivo di numero di pratica. I richiedenti potranno inoltrare eventuale ricorso avverso a tale graduatoria entro i 15 giorni successivi alla sua pubblicazione. Il ricorso dovrà essere indirizzato al Comune di Prato - Ufficio Pubblica Istruzione.

Il contributo viene assegnato per ogni bambino/a o ragazzo/a appartenente al nucleo familiare; di conseguenza, la medesima famiglia, se utilmente collocata in graduatoria, potrà essere destinataria di più contributi, per ciascun minore. 

Il contributo a rimborso della spesa documentata ed effettivamente sostenuta è assegnato fino ad esaurimento delle risorse disponibili sulla base di una graduatoria di assegnazione formulata per ordine Isee crescente.

Il rimborso della spesa, documentata ed effettivamente sostenuta, potrà essere totale o parziale, prioritariamente alle famiglie con minori con disabilità. Per approfondimenti vedere l'Avviso.

Il contributo viene erogato direttamente alle famiglie mediante pagamento bonifico bancario/postale oppure in contanti presso la Tesoreria Comunale di qualsiasi filiale della Banca Intesa San Paolo

  • Chiedi informazioni o fai una segnalazione tramite il form on line
  • Ufficio del diritto allo studio: tel. 0574 1835130 - 0574 1835120 - 0574 1835154
Piazza del Comune 9 - Prato
Numero verde
800 058850 (sia da telefono fisso che mobile)
Linea diretta con lo Sportello disabili ancH'io
0574 1836286 (mercoledì ore 9.00 - 13.00)
Orario di apertura al pubblico
Lunedì ore 9.00 - 13.00 e 15.00 - 17.00
Mercoledì e giovedì ore 9.00 - 13.00
Sportello di orientamento legale
Giovedì ore 15.00 - 17.00
Sportello disabili ancH'io
Tutti i mercoledì ore 9.00 - 13.00
Punto cliente INPS
Lunedì e mercoledì ore 9.00 - 13.00
Sportello consulenza commercialisti
Lunedì ore 15.00 - 17.00
E-mail Sportello disabili ancH'io

  • D.L. 21 giugno 2022, n. 73, recante “Misure urgenti in materia di semplificazioni fiscali e di rilascio del nulla osta al lavoro, Tesoreria dello Stato e ulteriori disposizioni finanziarie e sociali”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 143 del 21 giugno 2022 e, in particolare, l’art. 39 “Misure per favorire il benessere dei minorenni e per il contrasto alla povertà educativa”

Responsabile del procedimento

Alberto Emilio Morina

Telefono: 0574 1835130

Funzionario antiritardo

Fedeli Simonetta

Telefono: 0574 1836049
QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina