Dissequestro macchinari

In questa pagina si spiega cosa fare per rientrare in possesso dei macchinari che sono stati sequestrati - da parte della Polizia Municipale o di altra Autorità di Polizia - in seguito all'accertamento di violazioni amministrative, secondo quanto disposto dall'articolo 19 della Legge 24/11/1981 n. 689.

Modulo richiesta dissequestro macchinari

Richiesta di dissequestro macchinari

Allegati

Copia dei verbali di accertamento e contestazione


Copia del verbale di sequestro amministrativo


Copia delle ricevute di pagamento delle sanzioni


Copia del pagamento dei diritti di segreteria di € 60,00


Copia di un documento in corso di validità (carta di identità)


In caso di cittadini non appartenenti alla Comunità Europea

Copia del permesso di soggiorno in corso di validità



oppure



Copia della richiesta di rinnovo


Se Industria Insalubre

Numero e data protocollo della copia della Comunicazione di Azionamento macchinari


Gli interessati possono, anche immediatamente, proporre opposizione al Comune di Prato, esente da bollo. Sull’opposizione la decisione è adottata con provvedimento motivato emesso entro il decimo giorno successivo alla sua proposizione. Se non è rigettata entro questo termine, l'opposizione si intende accolta.

Diversamente, dopo aver effettuato il pagamento delle sanzioni, presentando apposita istanza (già predisposta dal Comune su apposito modello), gli interessati possono chiedere il dissequestro dei macchinari, dichiarando:

  • di non avere interesse a proseguire l'attività nei locali oggetto di sequestro;

oppure

  • di continuare a proseguire l'attività. In quest'ultimo caso oltre all'avvenuto pagamento delle sanzioni, gli interessati devono dichiarare, sotto la propria responsabilità, di aver ripristinato la corretta destinazione d'uso dei luoghi in cui l'attività veniva svolta. Gli interessati devono altresì dichiarare che relativamente all'immobile in cui viene esercitata l'attività non è stata emessa ordinanza sindacale di inagibilità, ex art. 54 TUEL.

A favore del Comune di Prato:

  1. Importo delle sanzioni dovute, come indicati nei singoli verbali e da pagare con le modalità in esso dettagliate.
  2. Diritti di segreteria e istruttoria per le attività produttive e la polizia amministrativa.

Modulo di richiesta per il pagamento rateale di sanzioni amministrative

Richiesta per il pagamento rateale di sanzioni amministrative

I trasgressori, dalla data di notifica del verbale, possono:

  • anche immediatamente, al Comune, proporre opposizione motivata esente da bollo;
  • pagare la sanzione, emessa già in forma ridotta pari al doppio del minimo ed a un terzo del massimo, entro 60 (sessanta) giorni per ottenere il dissequestro;
  • far pervenire al Comune appositi scritti difensivi e documenti per essere sentiti entro 30 (trenta) giorni.

Qualora la sanzione non sia pagata entro i 60 giorni di tempo, il Comune di Prato provvederà ad emettere ordinanza di ingiunzione della sanzione nonché di confisca dei beni sequestrati, così come previsto dal procedimento sanzionatorio disciplinato con la L. 689/81.

Via Giotto 4 - Prato
Numero verde
Per problemi relativi al Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR) 800 980102 (attivo da lunedì a sabato ore 8.00 - 20.00 escluso festivi)
Centralino (per informazioni)
0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Numero provvisorio per prenotazione appuntamenti
0574 1836901 (da lunedì a venerdì ore 9.30 - 13.00)
Assistenza telefonica del SUEAP (Comune di Prato)
0574 1836855 (venerdì ore 9.00 - 11.00)
Apertura al pubblico
Lunedì e giovedì (solo su appuntamento causa Covid-19)
Per tutti gli altri orari
Consulta il dettaglio orari
Servizi online per presentazione pratiche
Servizio help desk rete regionale SUEAP
Attività economiche

Responsabile del procedimento

Lilli Michela

Funzionario antiritardo

Pecorario Riccardo

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina