Dare ospitalitÓ alloggi erp

Gli assegnatari definitivi di alloggi Erp (Edilizia Residenziale Pubblica), in regola con il pagamento dei canoni e con le norme per l’uso degli alloggi, possono ospitare temporaneamente nella propria abitazione terze persone solo dopo aver motivatamente richiesto e ottenuto l'autorizzazione dal gestore degli alloggi, EPP spa.

L’autorizzazione all’ospitalità temporanea o alla coabitazione non comporta inserimento ad alcun titolo nel nucleo familiare tuttavia l’alloggio deve essere adeguato al numero degli occupanti senza che si creino situazioni di sovraffollamento

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Fare richiesta
3
Conferma autorizzazione

Chi può richiederla

  • Assegnatari di alloggi Erp

Documenti richiesti

  • Documento d'identità
  • Modulo di richiesta ospitalità temporanea – Mod.8.2.2.4 rev.03
  • Autocertificazione Stato di famiglia

Tempi di attesa

  • Entro 30 giorni

Caratteristiche

  • L'autorizzazione all’ospitalità ha validità 6 mesi ed è rinnovabile una sola volta per altri 6 mesi

Documento d'identità


Modulo di richiesta ospitalità temporanea – Mod.8.2.2.4 rev.03

Richiesta ospitalità temporanea ERP

Autocertificazione Stato di famiglia

Dichiarazione sostitutiva di certificazioni

La richiesta deve essere presentata al gestore degli alloggi, EPP spa.

L'autorizzazione ha validità sei mesi dalla data del rilascio ed è rinnovabile una sola volta per altri sei mesi. Durante il periodo di ospitalità il gestore applica un’indennità aggiuntiva mensile pari al 25% del canone di affitto dovuto.

Nel caso di autorizzazione di terze persone che prestano attività lavorativa di assistenza a componenti del nucleo familiare non sono previsti limiti temporali, né indennità aggiuntive. In questo caso l’ospitalità cessa al termine del rapporto di lavoro.

Per posta

EPP spa (Edilizia Pubblica Pratese)

Via Giotto, 20 - 59100 Prato PO

L'autorizzazione viene rilasciata entro 30 giorni dalla presentazione della domanda. In ogni caso EPP Spa, fatte le verifiche necessarie (compresa la regolarità dei pagamenti), può chiedere integrazioni, chiarimenti o altro, prima di emettere l'autorizzazione.

Se ci sono motivi ostativi all'ospitalità l'Ufficio lo comunicherà, con motivazione, entro 60 giorni dalla domanda.

Durante il periodo di ospitalità (6mesi+6mesi) il gestore EPP spa applica una indennità aggiuntiva mensile pari al 25% del canone di locazione.

Qualora l’ospitalità si protragga, oltre i termini concessi, per un periodo massimo di ulteriori 12 mesi, l’indennità aggiuntiva è elevata al 50% del canone di locazione.

Oltre questi termini l’assegnatario dell’alloggio incorre nella procedura di decadenza dall’assegnazione dell’alloggio ai sensi dell’art.38 comma 3 lettera q) della L.R.2/2019.

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina