La pratica è solo su appuntamento così da evitare assembramenti agli sportelli, in ottemperanza alle norme di contrasto al Coronavirus.

Per prenotare l'appuntamento telefonare a 0574 1835158 / 61, o tramite email agli indirizzi s.vannini@comune.prato.it e m.rapini@comune.prato.it

Cittadinanza italiana naturalizzazione

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello "ius sanguinis" (diritto di sangue), per il quale il figlio nato da padre italiano, o da madre italiana, è italiano.

I cittadini stranieri, tuttavia, possono acquisirla se hanno determinati requisiti ed ottenere così la pienezza dei diritti civili e politici.

Esistono varie tipologie di concessione, in questa pagina si parla della concessione per naturalizzazione, decretata dal Presidente della Repubblica, su proposta del Ministero dell’Interno.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Fare richiesta
3
Ritirare il decreto di cittadinanza
4
Prenotare il giuramento
5
Prestare il giuramento

A chi è rivolto

  • Agli stranieri che hanno i requisiti e gli anni di residenza necessari per la concessione

Come

  • Procedura online

Documenti richiesti

  • Estratto dell'atto originale di nascita
  • Certificazione penale
  • Copia dei CUD o modelli 101
  • Ricevuta bollettino versamento

Tempi e iter

  • È necessario prestare giuramento entro 6 mesi dalla data di notifica
  • Acquisto della cittadinanza dal giorno successivo il giuramento

  • Lo straniero con padre, o madre, o uno dei nonni, che sono stati cittadini per nascita, o che sono nati in Italia. In questo caso è necessario anche che, lo straniero, risieda legalmente in Italia da almeno 3 anni.
  • Lo straniero maggiorenne, adottato da cittadino italiano e residente legalmente in Italia da almeno 5 anni successivamente all'adozione.
  • L’apolide e il rifugiato politico che risiedono legalmente in Italia da almeno 5 anni.
  • Lo straniero non comunitario che risiede legalmente in Italia da almeno 10 anni.
  • Il cittadino di uno Stato membro della Comunità Europea che risiede legalmente in Italia da almeno 4 anni.
  • Lo straniero che ha prestato servizio (anche all’estero) alle dipendenze dello Stato italiano per almeno 5 anni e che abbia reso eminenti servigi all’Italia (non è richiesta residenza in Italia).

Per residenza legale, si intende una residenza in regola con le norme che disciplinano l’ingresso e il soggiorno degli stranieri e la loro iscrizione in anagrafe.

Le condizioni per la concessione della cittadinanza devono permanere fino al giuramento.

Estratto dell'atto originale di nascita completo di tutte le generalità

Debitamente tradotto e legalizzato (salvo il caso di nascita in Italia)

Certificato penale del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza

Debitamente tradotto e legalizzato.

Documenti autocertificabili nel caso di cittadini comunitari già residenti in stati membri dell'Unione Europea

Copia dei CUD o modelli 101 attestanti i redditi percepiti nei 3 anni precedenti alla presentazione della istanza

Ricevuta bollettino versamento €. 250,00 sul c/c n. 809020 intestato al Ministero dell'Interno - D.L.C.I.

Le domande di cittadinanza possono essere presentate esclusivamente online.

La richiesta viene inoltrata al Ministero dell’Interno.

Se respinta per mancanza di requisiti obbligatori, verrà emesso un provvedimento di diniego motivato.
In tal caso potrà essere ripresentata successiva richiesta, dopo un anno dalla data del provvedimento di rifiuto.

Se accolta, il relativo decreto concessorio viene notificato all’interessato.

Online

Per presentare la domanda occorre aver effettuato la registrazione sul portale e compilare il modello online.

cittadinanza.dlci.interno.it

Il decreto di conferimento della cittadinanza italiana viene, generalmente, notificato dalla Prefettura competente. Lo stesso non viene consegnato al cittadino, ma direttamente all'Ufficio di Stato Civile - Ufficio Cittadinanza.

Sarà cura di tale Ufficio contattare direttamente l'interessato per fissare il giorno e l'orario dell'appuntamento per prestare il giuramento, entro il termine previsto dalla vigente normativa. 

L’interessato, una volta ritirato il decreto, deve:

  1. presentarsi all’Ufficio di Stato Civile – Ufficio cittadinanza, per la prenotazione del giuramento.
  2. consegnare la busta contenente il decreto di concessione della cittadinanza italiana e l’atto di nascita originale.

Il giuramento"di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato", deve essere prestato entro 6 mesi dalla data di notifica del decreto, in mancanza del quale il decreto non ha effetto.

L’acquisto della cittadinanza ha effetto dal giorno successivo a quello del giuramento, anche qualora la trascrizione del decreto di concessione avvenisse in data posteriore.

Lo stesso giuramento viene iscritto nei registri di cittadinanza.

Al momento del giuramento occorre presentare:

Documento d’identità in corso di validità

Permesso di soggiorno e ricevute di eventuali aggiornamenti

Nel caso di figli minori conviventi:

Titolo di soggiorno dei minori proprio o l’allegato minori collegato con i genitori

Per estendere anche a loro il beneficio della cittadinanza italiana

Nel caso di figli nati all’estero:

Atto di nascita originale debitamente legalizzato e tradotto

Per informazioni sul procedimento per l’acquisto della cittadinanza

Ufficio Relazioni con il Pubblico - URP Multiente

Per prenotare il giuramento

  • artt. 1 e 4, comma 7, D.P.R. 572/1993
  • art. 14 della Legge n. 91/1992
  • artt. 10 e 15 della Legge n. 91/92
  • D.P.R. n. 362/1994

Responsabili del procedimento

Vannini Sandra Gabriella

Telefono: 0574 1835161

Rapini Marco

Telefono: 0574 1835158

Funzionario antiritardo

Lotti Rosanna

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina