Cittadinanza italiana per matrimonio

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello "ius sanguinis" (diritto di sangue), per il quale il figlio nato da padre italiano, o da madre italiana, è italiano.

I cittadini stranieri, tuttavia, possono acquisirla se hanno determinati requisiti ed ottenere così la pienezza dei diritti civili e politici.

Esistono varie tipologie di concessione, in questa pagina si parla della concessione per matrimonio, decretata dalla Prefettura o dal Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, a seconda se l’interessato risiede, o meno, in Italia.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Fare richiesta
3
Attendere la notifica
4
Prenotare il giuramento
5
Prestare il giuramento

Chi può acquisirla

  • Chi si è unito in matrimonio/unione civile con cittadino/a italiano/a 

Come

  • Procedura online

Documenti richiesti

  • Estratto dell'atto originale di nascita
  • Certificazione penale
  • Ricevuta bollettino versamento
  • Atto di matrimonio iscritto/trascritto in Italia

Tempi e iter

  • È necessario prestare giuramento entro 6 mesi dalla data di notifica
  • Acquisto della cittadinanza dal giorno successivo il giuramento

Lo straniero o apolide che, dopo essersi sposato o unito civilmente con cittadino/a italiano/a, risieda legalmente in Italia da:

  • almeno 2 anni
  • 1 anno (in presenza di figli nati o adottati dai coniugi/dagli uniti civilmente)

Nel caso in cui lo straniero o apolide, sposato o unito civilmente con cittadino/a italiano/a, sia residente all’estero, può fare la richiesta dopo:

  • almeno 3 anni
  • 1 anno e mezzo (in presenza di figli nati o adottati dai coniugi/dagli uniti civilmente)

Per residenza legale, si intende una residenza in regola con le norme che disciplinano l’ingresso e il soggiorno degli stranieri e la loro iscrizione in anagrafe.

L’acquisto della cittadinanza italiana potrà avvenire qualora, al momento dell’adozione del decreto di conferimento, non sia intervenuto lo scioglimento dell’unione civile o lo scioglimento, l’annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non sussista la separazione personale dei coniugi.

Guida alla presentazione dei certificati:

Documenti da allegare alla domanda:

Estratto dell'atto originale di nascita

Completo di tutte le generalità, debitamente tradotto e legalizzato (salvo il caso di nascita in Italia)

Certificato penale del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza

Debitamente tradotto e legalizzato

(documenti autocertificabili nel caso di cittadini comunitari già residenti in stati membri dell'Unione Europea)

Ricevuta bollettino versamento di €. 250,00 sul c/c n. 809020

Intestato al Ministero dell'Interno - D.L.C.I. - Cittadinanza (presso gli uffici postali sono disponibili bollettini precompilati)

Atto di matrimonio iscritto/trascritto in Italia

Le domande di cittadinanza possono essere presentate esclusivamente online.

Se l’interessato è residente in Italia, la richiesta viene inoltrata alla Prefettura competente per residenza.

Se, invece, l’interessato ha residenza all’estero, il Consolato italiano farà pervenire tutta la documentazione al Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, il quale si occuperà del conferimento o rigetto della domanda.

Nel caso in cui la richiesta venga respinta per mancanza di requisiti obbligatori, verrà emesso un provvedimento di diniego motivato.

Se accolta, viene notificato all’interessato il relativo decreto concessorio.

Online

Per presentare la domanda occorre essere in possesso di SPID.

Portale Servizi - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione

Entro 6 mesi dalla data di notifica del decreto di conferimento della cittadinanza italiana deve essere prestato il giuramento "di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato". In mancanza del giuramento il decreto non ha effetto.

L’acquisto della cittadinanza ha effetto dal giorno successivo a quello del giuramento.

Lo stesso giuramento viene iscritto nei registri di cittadinanza.

In caso di residenza in Italia

Prenotazione del giuramento con notifica digitale - dal 1 febbraio 2024 questa modalità ha sostituito la notifica cartacea

La notifica del decreto di conferimento della cittadinanza avviene tramite il Servizio Notifiche Digitali (SEND) di PagoPA.

Devi accedere al Servizio Notifiche Digitali (SEND) con SPID o CIE e indicare il tuo recapito digitale (PEC, app IO, email e/o numero di cellulare), a cui poi ti verrà inviata la notifica del decreto e l'Avviso di avvenuta ricezione (AAR).

Se non indichi alcun recapito digitale riceverai una raccomandata A/R dell'Avviso di avvenuta ricezione (AAR) in formato cartaceo, con le istruzioni necessarie per accedere al Servizio Notifiche Digitali (SEND) e scaricare il decreto di cittadinanza.

Per chi non ha PEC, SPID o CIE
Una volta ricevuta la raccomandata A/R dell'Avviso di avvenuta ricezione (AAR) in formato cartaceo, puoi recarti all'ufficio postale più vicino con l'AAR e il tuo documento d'identità, in questo modo l'operatore postale potrà consegnarti il plico con i documenti della cittadinanza.
 

Solo dopo aver ottenuto il decreto di cittadinanza e l'Avviso di avvenuta ricezione (AAR), puoi prenotare l'appuntamento per il giuramento con l'ufficio cittadinanza dello Stato Civile.

Appuntamento tramite email
Puoi richiedere un appuntamento per il giuramento all'ufficio cittadinanza dello Stato Civile inviando un'email ad anagrafe@comune.prato.it. Nell'email ricordati di scrivere anche il tuo numero di telefono e di allegare i seguenti documenti:

  • Decreto di cittadinanza della Prefettura
  • Avviso di Avvenuta Ricezione (AAR)
  • Documento d’identità in corso di validità

L'ufficio ti ricontatterà per informarti della data di appuntamento scelta.

Appuntamento tramite ricevimento in ufficio
Chi preferisce prendere di persona l'appuntamento per il giuramento, può recarsi all'ufficio cittadinanza dello Stato Civile il mercoledì e il venerdì esclusivamente dalle 9.00 alle 11.00 (senza appuntamento), portando in cartaceo il decreto di cittadinanza della Prefettura e l’Avviso di avvenuta ricezione (AAR).

Prenotazione del giuramento con notifica cartacea - dal 31 gennaio 2024 questa modalità non è più in vigore

  • Se il decreto di conferimento della cittadinanza italiana viene notificato dalla Prefettura competente, poi non viene consegnato al cittadino, ma direttamente all'ufficio di Stato Civile - ufficio cittadinanza. Sarà cura di tale ufficio contattare direttamente l'interessato per fissare il giorno e l'orario dell'appuntamento per prestare il giuramento, entro il termine previsto dalla vigente normativa.

oppure

  • Se il decreto di conferimento della cittadinanza italiana viene notificato dai messi comunali, sarà il cittadino a dover contattare l'ufficio cittadinanza dello Stato Civile per poter fissare l'appuntamento per prestare giuramento, telefonando ai numeri 0574 1835158 e 0574 1835114, oppure inviando un'email ad anagrafe@comune.prato.it.

In caso di residenza all’estero

Il giuramento verrà reso davanti all’Autorità diplomatico-consolare italiana, la quale trasmetterà copia del verbale di giuramento e il decreto di conferimento della cittadinanza italiana al Comune competente, per la relativa trascrizione.
 

Al momento del giuramento occorre presentare

Documento d’identità in corso di validità

Nel caso di notifica tramite Piattaforma Notifiche Digitali di PagoPA:

Atto di nascita in originale

Nel caso di figli nati all’estero:

Atto di nascita originale regolarmente tradotto e legalizzato

Per informazioni sul giuramento

Per informazioni sul procedimento per l’acquisto della cittadinanza

  • Artt. 5 e 14 della Legge n. 91/1992
  • D.P.R. 572/1993
  • D.P.R. n. 362/1994
  • Art. 1, comma 11, della Legge n. 94/2009

Responsabili del procedimento

Antonio Paonessa

Telefono: 0574 1835114

Rapini Marco

Telefono: 0574 1835158

Funzionario antiritardo

Poli Luca

QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina