ISEE

L'ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) è un sistema che permette di valutare in maniera sintetica la situazione economica delle famiglie e dei cittadini.

È utilizzato dall'Amministrazione comunale per stabilire:

  • l’accesso a prestazioni sociali e a contributi (per lo studio, per l'affitto, per la cura e l'assistenza, ecc.)
  • per determinare le tariffe dei servizi a domanda individuale (asili nido, ecc.)
  • per stabilire la fasce di compartecipazione ai servizi (assistenza domiciliare, ecc.)

Il nucleo familiare deve essere rappresentato secondo quanto previsto dalla legge per i vari tipi di ISEE.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Fare domanda
3
Rilascio

Chi può richiederlo

  • Tutti i cittadini

Documenti richiesti

  • DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica)

Tipi di ISEE

  • Ordinario
  • Per prestazioni di carattere socio-sanitario a favore di anziani
  • Per prestazioni in favore di minorenni
  • Per prestazioni di diritto allo studio universitario
  • Corrente

Tempi e iter

  • L’ISEE viene reso disponibile da INPS mediamente in una settimana
  • Il Comune effettua dei controlli per verificare la veridicità di quanto riportato ai fini ISEE
  • L'ISEE scade il 31 dicembre di ogni anno

Il DPCM n.159 del 2013 ha introdotto dal 2015 diversi tipi di ISEE a seconda del tipo di richiesta che il cittadino intende presentare:

  • ISEE ordinario (utilizzabile per la maggior parte delle prestazioni)
  • ISEE per prestazioni di carattere socio-sanitario a favore di anziani (esempio: assegni di cura)
  • ISEE per prestazioni in favore di minorenni (esempio: agevolazione tariffaria refezione scolastica)
  • ISEE per prestazioni di diritto allo studio universitario
  • ISEE corrente (presentabile solo in caso di variazione significativa del reddito familiare)

Per agevolare il cittadino nell’inserimento dei dati utili al calcolo dell’ ISEE è stata introdotta la Dichiarazione Sostitutiva Unica precompilata, tramite i servizi telematici dell'INPS.

L’Istituto fornisce istruzioni per le modalità di accesso e di precompilazione della DSU. Resta comunque possibile per il dichiarante presentare la DSU nella modalità già in uso non precompilata.

La modulistica DSU varia a seconda del tipo di ISEE che si vuole ottenere ed è reperibile presso il sito INPS dedicato all’ISEE.

Per effettuare il calcolo ISEE, il cittadino dovrà compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), nella quale indicare tutte le informazioni richieste circa i redditi ed i patrimoni del proprio nucleo familiare.

Dal 2020 la scadenza ISEE sarà il 31 dicembre, con obbligo di rinnovo al 1 gennaio dell’anno successivo.

Per ottenere l’attestazione ISEE il cittadino può:

Online

Trasmettere autonomamente la DSU per via telematica, utilizzando le proprie credenziali di accesso ai “servizi on line” di INPS.

Accedi al Servizio online di INPS e presenta la DSU per ottenere l'attestazione ISEE

Allo sportello

È necessario prenotare telefonicamente (il servizio è gratuito)

Caaf – Centro di Assistenza Fiscale

In tutti i casi, l’attestazione ISEE viene resa disponibile da INPS mediamente in una settimana dalla trasmissione della DSU da parte del cittadino o del Caaf.

Il Comune effettua dei controlli, anche a campione, per verificare la veridicità di quanto riportato ai fini ISEE. Le dichiarazioni mendaci sono punite con la decadenza dal beneficio eventualmente conseguito nonché con sanzioni di carattere amministrativo e penale.

  • DPCM n.159 del 2013
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina