salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Cerca nella trasparenza

Amministrazione trasparente - Sezione 6: performance

Sistema di valutazione e misurazione della performance

In applicazione della Legge 150/2009, il Regolamento degli uffici e dei servizi è stato integrato con il ciclo della performance, definendo i sistemi di valutazione della performance dei dipendenti, dei dirigenti e della pesatura della posizione dei dirigenti.

Il sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa e individuale è uno strumento inteso per misurare e valutare i risultati conseguiti in relazione alla qualità del servizio pubblico offerto dall'Ente ed è alla base dell'integrità e della trasparenza dell'azione amministrativa.

Le regole attualmente in vigore sono:

Per i dirigenti

Per i dipendenti

Per il Segretario Generale/Direttore Generale

Archivio

Documenti validi fino a novembre 2016

Documenti validi fino a aprile 2015

 Delibera ANAC (ex CIVIT) n. 104/2010


Premessa
La presente delibera č adottata ai sensi degli articoli 13, comma 6, lett. d) e 30 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (di seguito decreto)

Paragrafo 1
"Modalitā e tempi di definizione ed adozione del sistema di misurazione e valutazione della performance di cui all'articolo 7 del decreto, affinché lo stesso possa essere effettivamente operativo a decorrere dal 1 gennaio 2011 (articolo 30, comma 3, del decreto)"


In sede di prima attuazione del decreto, il Sistema è definito e adottato in via formale in modo tale da assicurarne l'operatività a decorrere dal 1 gennaio 2011 (articolo 30, comma 3, del decreto).
La definizione del Sistema rientra nella competenza degli OIV ai sensi sia dell'articolo 30, comma 3, ove è previsto espressamente, sia dell'articolo 7, comma 2, del decreto.
L'adozione del Sistema spetta, invece, all'organo di indirizzo politico-amministrativo dell'amministrazione, secondo i rispettivi ordinamenti, che lo adotta con apposito provvedimento ai sensi del citato articolo 7, comma 1, del decreto.
Il Sistema adottato deve essere pubblicato sul sito istituzionale, nel rispetto del principio di trasparenza totale, nonché trasmesso alla Commissione.
Si precisa che la definizione e l'adozione del Sistema sono due momenti separati concettualmente e temporalmente e di competenza di due attori differenti.

Alla luce di tali considerazioni:
  • gli OIV sono tenuti a definire il Sistema entro il 30 settembre 2010, redigendo un primo documento che contenga gli elementi necessari indicati nel successivo paragrafo 2 della presente delibera;
  • tale primo documento - trasmesso alla Commissione ai fini del monitoraggio previsto dall'articolo 30, comma 3, del decreto nonché all'organo di indirizzo politico-amministrativo - è suscettibile di modifiche ed integrazioni alla luce degli ulteriori indirizzi e della documentazione di supporto operativo che la Commissione adotterà successivamente alla presente delibera;
  • l'organo di indirizzo politico-amministrativo è tenuto ad adottare in via formale il Sistema, come definito dagli OIV all'esito di tali eventuali modifiche ed integrazioni, anche successivamente alla data del 30 settembre 2010, in ogni caso in modo da assicurarne la piena operativit6agrave; a decorrere dal 1 gennaio 2011.

Dal 1 giugno 2015 la responsabilità dell'aggiornamento dei dati contenuti in questa pagina è del Segretario Generale, Roberto Gerardi.
Fino al 31 maggio 2015 era del dirigente Donatella Palmieri - Servizio Pianificazione strategica, partecipate e area controlli.

Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2017
 indietro  inizio pagina