salta la barra


Comune di Prato

 indietro

La Città di Nam Dinh si trova nel Tonchino. Affacciata sul Fiume Rosso a 100 chilometri dall'ex capitale del Vietnam del Nord, Hanoi, e conta 100.000 abitanti.

Tutto il delta del Fiume ha creato condizioni di vita particolarmente difficili per le popolazioni che vi sono stanziate : tutti i governi e le dinastie hanno curato e potenziato gli argini, grazie ai quali il fiume puo' arrivare a un livello superiore anche di dodici-tredici metri a quello della pianura circostante senza provocare danni di rilievo. Il delta del fiume è la sede delle più importanti industrie del paese : a Nam-Dinh occupano un posto di rilievo quelle per la lavorazione della seta e del cotone.

I primi rapporti fra Nam-Dinh e Prato risalgono al 1972, quando ancora il Vietnam era impegnato nella lotta per la sua liberazione. Tutto ebbe inizio nel maggio di quell'anno, quando un operaio tessile di Nam-Dinh, parlando con un giornalista italiano, penso' di lanciare un appello proprio agli operai pratesi : "Noi siamo operai e vogliamo fare i tessuti. Ci piace fare tessuti molto belli e con stoffe di tutti i colori. Noi stiamo attraversando oceani di lacrime. Non dimenticarti di noi. C'è nel tuo paese una città che si chiama Prato e anche li ci sono tanti operai tessili come noi. Porta loro il saluto degli operai tessili di Nam-Dinh. Dì loro che non ci dimentichino".

In seguito a questo appello, iniziarono una serie di contatti tra il sindacato di Nam-Dinh e il sindaco di Prato. Il motivo profondo che ispiro' i gemellaggio rientrava nel forte movimento internazionale per la pace, che in quel periodo si richiamava in particolare modo al sostegno della lotta di liberazione del popolo vietnamita dall'occupazione americana. Il 15 aprile 1975 veniva firmato a Prato il patto di gemellaggio, a cui aderirono oltre ai sindacati dei lavoratori, la Federazione Mondiale delle Città Unite, le Organizzazioni di Categoria, l'Ente Provinciale del Turismo, l'Azienda del Turismo. Da allora, il nome della città di Nam-Dinh è stato dato a una delle principali arterie di Prato, la tangenziale ovest. L'evoluzione della vicenda politica sud-est asiatica vede oggi il rinascere di un interesse comune per la ripresa dei contatti, tesi a promuovere scambi e a favorire una maggiore conoscenza e comprensione reciproca.

Sono passati 23 anni dalla fine della guerra del Vietnam e dal gemellaggio realizzato tra Prato e Nam-Dinh in nome della solidarietà tra i due centri tessili. Per Prato è stato il primo gemellaggio sottoscritto.

Negli ultimi anni sono ripresi i rapporti tra le due comunità, attraverso le visite dei rispettivi sindaci accompagnati da delegazioni culturali ed economiche. I rapporti, nonostante la distanza, stanno producendo importanti risultati sul piano della conoscenza e dell'amicizia. Prato si è particolarmente impegnata per favorire la formazione tecnico - professionale di alcuni amministratori vietnamiti.


 indietro  inizio pagina