salta la barra


Comune di Prato

 indietro

Traduci la pagina con Google Translate:

Fa parte del canale tematico "Ambiente, casa e territorio"

Che cos'Ŕ

Breve descrizione

Sulla base di un fondo nazionale istituito nel 1998, il Comune ogni anno pubblica un bando per assegnare contributi economici per il pagamento del canone di affitto della propria abitazione.
Esistono inoltre contributi temporanei erogati dai servizi sociali del Comune di Prato (vedi link utili).
inizio testo

Requisiti

A chi Ŕ rivolto

  1. essere residente nel Comune di Prato, nell'immobile per il quale si chiede il contributo;
  2. essere cittadino italiano o dell'Unione Europea o extracomunitario in possesso di carta di soggiorno o di regolare permesso di soggiorno di durata almeno annuale;
  3. se cittadino extracomunitario o apolide, essere in possesso del certificato storico di residenza che attesti la residenza ininterrotta in Italia da almeno 10 anni o in Toscana da almeno 5 anni;
  4. non essere assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica;
  5. non essere conduttore di un alloggio inserito nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (palazzi di pregio artistico);
  6. essere titolare di un contratto di affitto esclusivamente ad uso abitativo, regolarmente registrato, di un alloggio corrispondente alla propria residenza anagrafica;
  7. essere in regola con il pagamento dell'imposta di registro prevista per i contratti di affitto di alloggi;
  8. non essere titolari (né alcun componente del proprio nucleo familiare),  di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare nel Comune di Prato;
  9. non essere titolari (né alcun componente del proprio nucleo familiare) di diritti di proprietà su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo, sfitti o concessi a terzi, situati in qualsiasi località, che abbiano un valore catastale complessivo uguale o superiore al valore catastale di un alloggio adeguato al proprio nucleo familiare;
  10. non aver ottenuto altri benefici pubblici di sostegno alloggiativo, erogati da qualunque ente e in qualsiasi forma;
  11. non essere titolare di un contratto di locazione di un alloggio a “canone calmierato” realizzato con contributi pubblici;
  12. avere un valore ISE (Indicatore della Situazione Economica) non superiore a € € 28.237,55;
  13. rientrare, in base al valore ISE e ISEE e all’incidenza del canone annuo sul valore ISE, in una delle seguenti fasce:                                                                              
    - Fascia A: ISE uguale o inferiore a € 13.035,88 (corrispondente a due pensioni minime INPS) e incidenza del canone d'affitto annuale sul valore ISE non inferiore al 14%.            
    - Fascia B: ISE compreso tra € 13.035,88 e € 28.237,55 e incidenza del canone d'affitto sul valore ISE non inferiore al 24%. Il valore ISEE non deve comunque essere superiore a € 16.000,00, pena l'esclusione.
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalitÓ di presentazione della domanda

Le domande, compilate unicamente sui moduli predisposti dal Comune (da scaricare in questa pagina alla sezione "Modulistica" o ritirare all'URP), potevano essere presentate dal 19 maggio 2014 fino al giorno 20 giugno 2014 compreso.
Le domande potevano essere compilate gratuitamente presso i CAAF convenzionati (indicati nel modulo di domanda). I sindacati degli inquilini e degli assegnatari (SUNIA, SICET) forniscono assistenza ai propri associati.
Le domande devono riportare la firma leggibile del richiedente e copia di un documento di identità della persona che ha firmato, a pena di inammissibilità.

Le domande potevano essere presentate tramite:
  • consegna a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Prato (Piazza del Pesce, 9);
  • spedizione con raccomandata AR (in tal caso farà fede il timbro dell’Ufficio Postale) all'indiirizzo: Comune di Prato, Ufficio Protocollo, Piazza del Pesce n. 9 – 59100 Prato;
  • se il richiedente è in possesso di un proprio indirizzo di posta elettronica certificata, invio all’indirizzo comune.prato@postacert.toscana.it

Documenti da presentare

  • copia di un documento di identità in corso di validità;
  • copia del contratto di locazione regolarmente registrato;
  • se nel nucleo familiare del richiedente sono presenti persone separate legalmente: dichiarazione che attesti la pronuncia della sentenza di separazione o l’omologa di separazione;
  • se cittadini extracomunitari o apolidi: copia di un documento di soggiorno di durata almeno annuale in corso di validità e autocertificazione che attesti la residenza da almeno 10 anni sul territorio nazionale o da almeno 5 anni sul territorio della Regione Toscana alla data di pubblicazione del bando (il certificato storico di residenza sarà acquisito d’ufficio per coloro che risiedono ininterrottamente nel Comune di Prato da almeno 5 anni);
  • se nel nucleo familiare ci sono soggetti con handicap grave e/o invalidità uguale o superiore al 67%: dichiarazione che attesti l’accertamento dell’handicap grave di cui alla L. 104/1992, art. 3, comma 3 o dell’invalidità riconosciuta dall’autorità competente uguale o superiore al 67%Il Modulo delle autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive è presente nella sezione “Allegati e documenti”.

Tempi e iter della pratica

Graduatoria provvisoria
Il Comune provvede all’istruttoria delle domande verificandone la completezza, la regolarità, la rispondenza ai criteri del bando; successivamente procede alla stesura di una graduatoria provvisoria, che è pubblicata all’Albo Pretorio sul sito del Comune, nella pagina dell'avviso bando per l'assegnazione del contributo ad integrazione del canone di locazione e presso l’URP Multiente per 30 giorni, durante i quali è possibile presentare ricorso.
Graduatoria definitiva
La graduatoria definitiva viene pubblicata entro 120 giorni dalla pubblicazione del bando.
La graduatoria è distinta in due fasce, A e B, in relazione alla tipologia di reddito attestata dalla certificazione ISE/ISEE.
Il Comune liquida il contributo dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti previsti dal bando e l'avvenuto pagamento del canone di affitto.

Stato di avanzamento della pratica
Presentazione domande dal 19 maggio al 20 giugno 2014. Il 25 luglio è stata pubblicata la graduatoria provvisoria. Dal 25 luglio all'11 agosto poteva essere presentato ricorso alla graduatoria provvisoria.

inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Casi particolari:

Decesso del beneficiario
In caso di decesso del beneficiario, gli eredi dovranno presentare, al momento della presentazione delle ricevutedi pagamento del canone di affitto, una dichiarazione congiunta, opportunamente documentata, con la quale attestino di essere tutti gli eredi, ed i soli, e con la quale deleghino uno tra loro alla riscossione. L’erede delegato sarà poi contattato dall’Ufficio procedente per le ulteriori formalità necessarie.

Trasferimento di residenza
Nel caso in cui il soggetto richiedente abbia trasferito la propria residenza in un altro alloggio dovrà presentare, al momento della presentazione delle ricevute di pagamento del canone di affitto, una dichiarazione di cessazione del contratto di locazione adeguatamente giustificata. Nel caso in cui non fossero state versate tutte le ricevute attinenti al precedente contratto per causa legittima (ad es. per restituzione cauzione), dovrà essere prodotto giustificativo adeguato.
Nel caso in cui il trasferimento sia avvenuto all’interno del Comune di Prato, il richiedente potrà presentare anche copia del nuovo contratto di locazione.
In caso di decesso del beneficiario o di trasferimento della residenza, le informazioni sulla documentazione integrativa sono disponibili presso l’URP Multiente (Corso Mazzoni, 1).

Autocertificazioni

Il modulo per le autocertificazioni disponibile nella sezione “Allegati e documenti” si può utilizzare per:
a) per indicare gli estremi dello stato di handicap grave e/o invalidità uguale o superiore al 67%
b) come dichiarazione sostitutiva di certificato storico di residenza;
c) per indicare gli estremi della sentenza di separazione o dell’omologa di separazione.

inizio testo

Responsabile del procedimento e funzionario antiritardo

Responsabile unico del procedimento: Loretta Ciampi - 0574 1836408 - email: l.ciampi@comune.prato.it

Funzionario antiritardo: Rosanna Lotti - Come attivare il funzionario antiritardo

inizio testo

Allegati e documenti

 Bando integrale contributi affitto 2014 in formato .pdf 104 kb
 Graduatoria provvisoria in formato .pdf 178 kb
inizio testo
inizio testo

Vedi anche...

Modulistica

 Contributo affitto - Domanda per contributo canone d'affitto in formato .pdf 62 kb
 Contributo affitto - Autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive da allegare alla domanda in formato .pdf 38 kb
 Contributo affitto - Promemoria della documentazione integrativa in formato .pdf 37 kb
inizio testo

Dove andare

 Ufficio relazioni con il pubblico - URP multiente

Sede
Corso Mazzoni, 1 (angolo Piazza del Comune) - 59100 Prato (PO)

Numero verde 800 058 850 (attivo solo da numero fisso)

Telefono
0574 1836096
0574 1836316 (per informazioni sui flussi di migranti e ricongiungimento familiare)

Fax
0574 1837316

Orario
Lunedý e giovedý ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00
Martedý, mercoledý e venerdý ore 9.00 - 13.00
Sportello del microcredito: giovedý ore 9.00 - 12.00
Sportello disabili ancH'io: mercoledý ore 9.00 - 13.00

Sito web http://urp.po-net.prato.it/

E-mail urpmultiente@po-net.prato.it

 Servizi sociali e sanità

Sede
Via Roma, 101 (Ex casa di riposo) - 59100 Prato (PO)

Centralino 0574 1836425

Telefono
Assegno di maternitÓ e nucleo familiare e abbattimento barriere architettoniche:
0574 1836411
Contributi per l'affitto: 0574 1836429

Fax
0574 1837357

Orario
Lunedý e giovedý ore 9.00 - 13.00 e ore 15.00 - 17.00

E-mail sociale@comune.prato.it


Condividi su:


Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 21.08.2014
 indietro inizio pagina