salta la barra  Comune di Prato  Ambiente, casa e territorio  Architettura  Cimitero di Galciana
logo Comune di Prato
 indietro
Particolare dell'interno del cimitero di Galciana
Idee ed architetture nel comune di Prato

Cimitero di Galciana

 Scheda edificio
 i Disegni tecnici
 Fotografie


Informazioni sull'edificio
Destinazione edificio: Cimitero
Collocazione:
Progettista: Arch. Andrea Corsi
Anno progetto: 1987
Anno costruzione: 1989/1995

Le vicissitudini che hanno caratterizzato sia la fase progettuale sia la realizzazione dell'ampliamento sono sintomatiche delle difficoltà che caratterizzano la realizzazione delle opere pubbliche. Il progetto nasce in seguito all'emergenza dovuta alla mancanza di nuovi spazi per la sepoltura, che si riscontrava in moltissime realtà delle tante frazioni che circondano la città consolidata.

Le popolazioni delle frazioni hanno conservato un forte sentimento di identità, in particolare le persone più anziane hanno sempre fatto fortissima resistenza alla sepoltura nel cimitero di Chiesanuova: il principale della città. L'Amministrazione, nel salvaguardare l'identità di ogni frazione, intraprese un programma di ampliamento di vari cimiteri periferici, tra i quali quello di Galciana assumeva priorità per l'importanza della frazione.

Nel redigere il progetto si è cercato di realizzare più livelli di spazio: da quello aperto (campo di inumazione), a quello murato (loculi e ossarini), che permettessero di avere momenti di intimità e di raccoglimento. Ecco, quindi, che il muro di recinzione si allarga fino a ricavare piccoli ambienti, contenenti un limitato numero di loculi, ai quali si accede da un percorso coperto compreso nel muro e che chiude, sul bordo perimetrale, tutta l'area a disposizione per l'ampliamento.

Si è così creata una sorta di "chiostro" che richiama quei momenti di raccoglimento e di pace necessari nella visita ai propri defunti. Le difficoltà sopra ricordate, oltre a quelle legate ai finanziamenti e al reperimento immediato di aree per la sepoltura, hanno però indotto l'A.C. a procedere alla costruzione per lotti. Questo ha reso possibile realizzare solo una parte dell'edificio senza riuscire a portare a conclusione il programma completo: la realizzazione del progetto risulta monca, vanificando in maniera sostanziale le intenzioni progettuali.

 indietro  inizio pagina