salta la barra


Comune di Prato
 indietro

Puoi fare domanda online se sei residente nel Comune di Prato e hai i requisiti previsti.
Il servizio è aperto dalle 12:00 del 24 maggio alle 12.00 del 18 giugno 2021.

Invio domanda

Form online

Informazioni sul bando



Spiegazioni dei passi per presentare la domanda on line

Dati anagrafici del richiedente

La persona che accede al servizio di presentazione online della domanda deve essere il richiedente, cioè il soggetto a cui risulterà intestata la domanda di partecipazione al bando.

Una volta inserito il codice fiscale, compare in automatico il riepilogo dei dati del richiedente (nome, cognome, luogo e data di nascita, cittadinanza).

inizio testo

Dati del permesso di soggiorno

Se il richiedente è un cittadino extra-comunitario, appare questo passo dove è necessario inserire i dati del permesso di soggiorno in corso di validità, oppure, se scaduto, devono essere indicati la data del rinnovo e gli estremi dell'assicurata postale.

In caso di cittadino extracomunitario con permesso di soggiorno di lungo periodo oppure titolare di un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, oppure familiare di un cittadino italiano o di un cittadino di uno dei Paesi dell'Unione Europea e in possesso di un titolo di soggiorno, è previsto apposito campo da contrassegnare.

inizio testo

Contatti

In questa sezione è necessario inserire dei recapiti per poter essere contattati, serve almeno un numero di telefono e se posseduto, un indirizzo email.

All'indirizzo email specificato verrà inviata copia della domanda, che verrà generata al termine della compilazione online.

inizio testo

Codice utenza

In questa sezione è necessario inserire il codice dell'utenza attualmente attiva, come riportato in bolletta. Dove trovo il codice utenza in bolletta?
Inoltre bisogna specificare se:

  • il codice utenza attuale è lo stesso dal 1 gennaio 2020: ciò che si vuole sapere è se il codice utenza è rimasto sempre lo stesso almeno dal 1 gennaio 2020, ciò che è accaduto prima di questa data non è rilevante per il bonus idrico.
  • il codice utenza attuale è diverso da quello del 2020, oppure il codice utenza attuale è la mia prima utenza idrica e l'ho attivata dopo il 1 gennaio 2020: ciò che si vuole sapere è se l'utenza attuale è cambiata nel corso del 2020, oppure se l'utenza attuale è la prima utenza idrica che si è attivata nella vita ed è stata attivata successivamente al 1 gennaio 2020.
inizio testo

Intestatario utenza

Il richiedente deve dichiarare a chi è intestato il codice utenza attiva specificato nel passo precedente, anche in questo caso il dato si trova in bolletta. Dove trovo l'intestatario dell'utenza in bolletta?
Le possibilità possono essere:

  • utenza singola intestata al richiedente;
  • utenza singola intestata a un componente nel nucleo familiare ai fini ISEE: l'utenza può essere intestata anche ad un componente della famiglia, basta che faccia parte del nucleo familiare ai fini ISEE, in questo caso devono essere indicati il nominativo e il codice fiscale;
  • utenza condominiale gestita da amministratore di condominio o con società esattrice: nel caso in cui l'acqua sia in condominio, l'utenza può essere intestata ad esempio al condominio stesso, oppure all'amministratore o alla società esattrice. I dati, denominazione e codice fiscale, sono riportati in bolletta. È necessario indicare anche a quanto ammonta la somma che spetta al richiedente, rispetto al totale dovuto da tutto il condominio, inserire i decimali separati da virgola, es. 100,22;
  • utenza in condominio (aggregata) intestata al richiedente: questo è il caso in cui l'acqua è in condominio e la bolletta è intestata al richiedente, va quindi specificato a quanto ammonta la somma che spetta al richiedente rispetto al totale dovuto da tutto il condominio, inserire i decimali separati da virgola, es. 100,22;
  • utenza in condominio (aggregata) intestata ad altro condomino (es. capo scala o altro componente del nucleo familiare ai fini ISEE): questo è il caso in cui l'acqua è in condominio e la bolletta è intestata ad un condomino diverso dal richiedente, va quindi indicato il nominativo e il codice fiscale dell'intestatario e anche a quanto ammonta la somma che spetta al richiedente rispetto al totale dovuto da tutto il condominio, inserire i decimali separati da virgola, es. 100,22;
inizio testo

Fascia ISEE (ordinario o corrente)

Il richiedente deve indicare la propria fascia ISEE, le possibilità sono:

  • fino a euro 13.500,00;
  • da euro 13.500,00 a euro 15.000,00, ma in questo caso è necessario che ci sia anche un consumo superiore al 30% rispetto allo storico, a causa di particolari condizioni mediche, che devono essere opportunamente certificate dal medico. Nei passi successivi, verrà chiesto di allegare il certificato.
  • da euro 13.500,00 a euro 20.000,00, ma in questo caso si devono anche avere almeno 4 figli a carico.

inizio testo

Contributi

Il richiedente deve dichiarare se ha beneficiato del bonus idrico integrativo 2020.

è necessario anche indicare il numero dei componeti del proprio nucleo familiare e gli eventuali componenti con disabilità come risulta dall'ISEE.

inizio testo

Informativa trattamento dati

inizio testo

Allegati alla domanda

 Sono ammessi allegati in formato pdf, jpg, jpeg con un peso massimo 5 MB.

Il richiedente deve allegare alcuni documenti, che variano in base a ciò che è stato dichiarato nella domanda:
  • documento di identità del richiedente in corso di validità: è necessario caricare un file per il fronte e uno per il retro del documento;
  • documento di identità dell'intestatario dell'utenza in condominio (aggregata) in corso di validità: è necessario caricare un file per il fronte e uno per il retro del documento;
  • dichiarazione dell'amministratore di condominio su carta intestata o del rappresentante della società esattrice: nel documento deve essere indicata la somma che spetta al richiedente per il consumo di acqua;
  • dichiarazione dell'intestatario utenza aggregata: nel documento deve essere indicata la somma che spetta al richiedente per il consumo di acqua;
  • certificato medico che attesti le particolari condizioni mediche per cui è necessario un consumo di acqua superiore al 30% rispetto allo storico;
  • ultima fattura o bollettino dove si veda chiaramente il codice dell'utenza attuale.

inizio testo

Dichiarazioni finali

In questa fase, il richiedente dichiara:

  1. di aver preso visione del bando pubblico per l'assegnazione del bonus integrativo – agevolazione tariffa idrica anno 2021, approvato con Deliberazione della Giunta esecutiva Sds Area Pratese n. xx del xx/xx/2021;
  2. che nessun altro componente del nucleo familiare ai fini ISEE ha presentato domanda;
  3. di essere consapevole che le presenti dichiarazioni costituiscono dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000 e s.m.i., e che, in caso di dichiarazioni non veritiere o mendaci sarà passibile di sanzioni civili e penali, oltre alla revoca del contributo eventualmente conseguito, come è previsto dagli articoli 75 e 76 del DPR 445/2000 e s.m.i.;
  4. di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi dell'art.13 del Regolamento UE 2016/679.

inizio testo

In questa fase la domanda non è stata ancora inviata, vengono mostrati tutti i dati, le dichiarazioni e i documenti allegati, che devono essere ricontrollati con attenzione prima di procedere con l'invio. Una volta inviata, la domanda viene ricevuta e protocollata dal Comune di Prato e prodotto il documento PDF corrispondente.

 Il documento PDF corrisponde alla domanda del richiedente, contiene tutti i dati, le dichiarazioni e il riferimento alla documentazione allegata. La domanda è protocollata ufficialmente dal Comune di Prato.
Nel caso in cui il richiedente si accorga di un errore nella domanda, dopo averla inviata, può inviarne una nuova. In tal caso verrà presa in esame soltanto l'ultima ricevuta dal Comune in ordine cronologico e dovrà ritenersi nulla la domanda precedentemente inviata.

Dove posso scaricare la domanda che ho inviato:

  • direttamente nella pagina di conferma di invio della domanda,
  • nella casella di posta che ho indicato durante la compilazione,
  • nella pagina di archivio delle domande inviate, raggiungibile dalla pagina iniziale del servizio di presentazione della domanda stessa.

Timbro elettronico per verificare il documento

 L'autenticità della domanda in formato PDF potrà essere verificata collegandosi al sito https://sigillo.comune.prato.it/ inserendo il codice riportato su ogni pagina, sia in formato esteso che come codice a barre.



 
 indietro  inizio pagina