Scaricabile il modulo per l'autocertificazione per gli spostamenti (230.25 KB) File con estensione pdf (aggiornato il 19 maggio)

In caso di sintomi telefonare al proprio medico di famiglia/pediatra oppure al numero 055 5454777 dove è presente anche personale che parla cinese.

Tutti gli aggiornamenti della situazione a Prato.

I coronavirus fanno parte di una vasta famiglia di virus che possono causare un raffreddore comune, una forma lieve simile all’influenza ma anche  malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Essendo una malattia nuova ancora non esiste un vaccino. Per impedire la diffusione del virus, in Italia sono state adottate misure precauzionali di alto livello.

I sintomi più comuni sono:

  • febbre;
  • tosse secca;
  • mal di gola;
  • difficoltà respiratorie.

  1. È fatto divieto a tutti i cittadini di spostarsi o di trasferirsi fuori regione, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.
  2. In qualsiasi luogo ci si rechi (per necessità) occorre sempre mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, anche quando siamo in coda per accedere ai negozi. Questa regola vale anche all'aperto. Inoltre in presenza di altre persone, sia in spazi aperti e chiusi, è obbligatorio l'uso della mascherina, come anche come anche nei mezzi di trasporto pubblico e taxi.
  3. I gestori delle attività commerciali e delle aziende devono seguire le procedure dei protocolli anti contagio. Per tutte le informazioni vedere: Coronavirus informazioni per le attività produttive.
  4. Divieto assoluto di mobilità per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena.
  5. Chi è rientrato da aree a rischio epidemiologico da meno di 14 giorni ha l'obbligo di comunicarlo al numero 055 5454777 (Asl Toscana Centro).
  6. Chi ha sintomi di influenza, cioè  febbre (sopra 37,5°) e sintomi da infezione respiratoria, deve rimanere in casa e limitare al massimo ogni contatto sociale. NON si deve recare al pronto soccorso o dal proprio medico ma TELEFONARE ai seguenti numeri:
     
Telefono

Il proprio medico o pediatra che deve assicurare la contattabilità telefonica dalle 8 alle 20 tutti i giorni, feriali e festivi.

Per sintomi lievi e per segnalare il rientro da zone a rischio:

  • 055 5454777 (risponde personale che parla anche cinese)

Per sintomi gravi:

  • 118

  • lavarsi spesso le mani.
  • evitare il contatto con persone che soffrono  di infezioni respiratorie acute; 
  • mantenere la distanza interpersonale di un metro - con chiunque  - ogni volta che si è costretti ad uscire di casa, anche all'aperto;
  • evitare abbracci e strette di mano; 
  • igiene respiratoria: starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie; 
  • evitare  l'uso  promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; 
  • non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno  che siano prescritti dal medico; 
  • pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; 
  • usare la mascherina se si sospetta di essere  malati o se si presta assistenza a persone malate. 

Locandine scaricabili

Il materiale infografico presente qui sotto è stato predisposto dalla regione ed è per tutti i cittadini che desiderino stamparlo, nel caso avessero necessità di appenderlo in qualche luogo (es. in ufficio, nel bar).

800556060 - Numero verde Regione Toscana

1500 - Numero verde Ministero della Salute

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina