Presentare istanze, petizioni e proposte - PAGINA

I cittadini (anche stranieri regolarmente residenti), che vogliono collaborare con l'Amministrazione Comunale per migliorare la vita cittadina, possono partecipare alle scelte relative alla cura dell'interesse pubblico, o su temi specifici importanti per la comunità locale.

I cittadini, anche in forma associata, possono presentare:

  • istanze (atto con il quale si chiede ad un organo dell'ente locale di avviare un procedimento amministrativo oppure di adottare provvedimenti al fine di realizzare propositi rimasti inattuati ndr);
  • petizioni (richiesta per ottenere qualcosa ndr);
  • proposte.

Invece per le segnalazioni e i reclami riguardanti tutte le problematiche territoriali è attiva una procedura on line specifica il "Comune ti scrivo"

I passi da fare

1
Preparare istanze, petizioni o proposte
2
Inoltrare la richiesta
3
Attendere l'esito della richiesta

Chi può richiederlo

  • Tutti i cittadini, anche in forma associata

Cosa si può richiedere

  • istanze, petizioni, proposte. Se materia di competenza del Consiglio Comunale e accompagnate da almeno 300 firme, verrà invitata una delegazione dei proponenti, con diritto di parola.

Tempi e iter

  • Entro 5 giorni dal ricevimento sarà trasmesso alla giunta
  • Entro 10 giorni dal ricevimento sarà convocata la commissione di esame.
  • La domanda corredata dal parere della Commissione sarà trasmessa al Presidente del Consiglio comunale
  • Entro 30 giorni dalla sua presentazione verrà inserita all'ordine del giorno dei lavori del Consiglio Comunale.
  • Le decisioni del Consiglio comunale saranno comunicate ai proponenti

Le istanze, petizioni e proposte devono essere indirizzate al Sindaco e/o al Presidente del Consiglio Comunale. Possono essere inviate nei seguenti metodi:

Allo sportello

Ufficio Protocollo

Per posta

Ufficio Protocollo

Piazza del Pesce, 9 - 59100 Prato PO

Entro cinque giorni dal ricevimento il Sindaco o il Presidente del Consiglio provvederanno a trasmetterle alla Giunta o alla Commissione consiliare, secondo le rispettive competenze. Le istanze, petizioni e proposte che riguardano materie di competenza della Giunta vengono trasmesse anche ai Presidenti dei gruppi consiliari.

Entro dieci giorno dal ricevimento il Presidente della Commissione consiliare convoca la commissione per l'esame dandone notizia ai proponenti. Nel caso in cui le istanze, petizioni o proposte riguardino materie di competenza del Consiglio Comunale e siano accompagnate da almeno 300 firme, il Presidente della Commissione invita alla seduta una delegazione di massimo tre rappresentanti dei proponenti, con diritto di parola.

Corredata dal parere della Commissione, l'istanza, petizione o proposta viene trasmessa al Presidente del Consiglio comunale, che la inserisce all'ordine del giorno dei lavori del Consiglio Comunale entro trenta giorni dalla sua presentazione al Sindaco e/o al Presidente del Consiglio Comunale. Le decisioni del Consiglio comunale devono essere comunicate ai proponenti, di regola al primo firmatario.

La Giunta Comunale per le istanze, petizioni o proposte su materie di sua competenza, adotta opportuni provvedimenti per garantire sia l'esame tempestivo, sia la comunicazione ai proponenti delle decisioni adottate; i provvedimenti devono essere inviati anche ai Presidenti dei gruppi consiliari.

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina