22.11.2021 - Il D.M. n. 561 del 26.10.2021 ha individuato il 23 Novembre 2021 come giorno per l'avvio dell'operatività del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) e quindi la chiusura dei Registri Regionali APS e ODV e l' abrogazione delle Leggi Regionali di riferimento (L.R. 266/1991 e 383/2000), per lasciare spazio definitamente al Codice del Terzo Settore D. Lgs. 117/2017. 
Come previsto dal D.M. 106/2020, che detta le modalità operative e i tempi di costituzione del RUNTS, dopo tale data il Comune di Prato effettuerà, nei successivi 90 gg. (quindi entro il 21 Febbraio 2022), la trasmigrazione dei dati delle Associazioni OdV e APS già iscritte al 22 novembre 2021 nelle sezioni provinciali dei registri regionali, per le quali non siano in corso procedimenti di cancellazione.
Nei 180 giorni successivi la trasmigrazione, il Comune di Prato, effettuerà i necessari controlli al fine di procedere con l’iscrizione nel RUNTS delle Associazioni ODV e APS che sono risultate in regola con i documenti necessari al passaggio. Per tutte le Associazioni che non avranno ottemperato all’adeguamento Statutario e all’invio dei dati necessari richiesti per tali adempimenti, l’ufficio stesso provvederà a non iscriverle nel RUNTS.
Dal 23 novembre 2021, quindi, non sarà più possibile fare domanda di iscrizione nei registri regionali, ma dal 24 novembre 2021 sarà possibile formulare direttamente domanda d’iscrizione al RUNTS, attraverso un nuovo portale del Ministero, per tutti gli enti non coinvolti nel procedimento di trasmigrazione e gli enti non iscritti nell’anagrafe delle ONLUS.

È possibile consultare la nota inserita nella pagina del link della Regione Toscana.

Iscrizione registro terzo settore

Per salvaguardare e incentivare forme di collaborazione tra Enti del Terzo settore (ETS) con Stato, Regioni ed Enti locali, è stata emanata una nuova normativa nazionale che ha istituito il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS).

Al registro possono iscriversi tutti quegli Enti costituiti, che svolgono una o più attività di interesse generale sotto forma di volontariato, beneficenza, scambio di beni o servizi o comunque attinenti alle caratteristiche inerenti finalità civiche e solidaristiche.

L’iscrizione nel RUNTS, nei termini e modalità espresse dalla normativa di riferimento, é condizione necessaria per poter usufruire di alcune forme di agevolazione e di collaborazione con gli Enti Pubblici in generale.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Compilare form su portale RUNTS
3
Allegare documenti richiesti
4
Inviare domanda

Chi può richiederla

  • Associazioni di Promozione Sociale (APS)
  • Organizzazioni di Volontariato (ODV)
  • Enti Filantropici
  • Imprese Sociali (comprese le Cooperative)
  • Reti Associative
  • Società di Mutuo Soccorso
  • Altri Enti del Terzo Settore (ETS) 

Documenti richiesti

  • Atto Costitutivo
  • Statuto registrato presso l’Agenzia delle Entrate
  • Bilancio consuntivo e verbale
  • Adesione eventuale rete associativa
  • Documento d’identità in copia del firmatario

Note

  • Il servizio è gratuito

  • Associazioni di Promozione Sociale (APS)
  • Organizzazioni di Volontariato (ODV)
  • Enti Filantropici 
  • Imprese Sociali (comprese le Cooperative): per tali enti il requisito di iscrizione nella sezione del RUNTS è soddisfatto attraverso l’iscrizione al Registro Imprese
  • Reti Associative
  • Società di Mutuo Soccorso
  • Altri Enti del Terzo Settore (ETS): tutti quelli non inclusi nelle categorie descritte

  • Atto Costitutivo;
  • Statuto registrato presso l’Agenzia delle Entrate;
  • Bilancio consuntivo approvato con relativo verbale assembleare di approvazione;
  • In caso di affiliazione ad una Rete Associativa: un’attestazione di adesione alla medesima rilasciata dall’ente affiliante.
  • Documento d’identità in copia

Gli enti, già costituiti della provincia di Prato, possono iscriversi al RUNTS presentando domanda di iscrizione tramite il portale predisposto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nella sezione “Iscrizione e Gestione Ente”.

Per effettuare l’accesso è necessaria l’identità SPID o la CIE (Carta di Identità Elettronica) del Presidente/Legale Rappresentante dell’Ente da iscrivere. Inoltre è necessaria la firma digitale e la casella di posta certificata (Pec) intestata all'ente.

L’ufficio, effettuata l’istruttoria ed entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, accertati i requisiti previsti dalla normativa, provvederà all'iscrizione nella sezione del RUNTS indicata nella domanda stessa.

In caso di domanda non corretta o incompleta entro 60 giorni dalla presentazione, l’Ufficio invita l’Ente a completare o rettificare la domanda, o integrare la documentazione, assegnando un termine di massimo 30 giorni.
Entro 60 giorni dalla ricezione delle integrazioni o comunque dalla scadenza del termine assegnato all’Ente, l’Ufficio provvede all’iscrizione o comunica i motivi ostativi all’accoglimento della domanda. Se l’Atto Costitutivo e lo Statuto dell’Ente sono redatti in conformità al modello standard tipizzato (art. 47, comma 5 del D. Lgs. 117/2017) il termine di 60 giorni di cui sopra è ridotto a 30 giorni.

Nel caso in cui allo scadere dei termini procedimentali assegnati all’Ufficio non venga adottato un provvedimento di iscrizione o di diniego, la domanda di iscrizione si intende comunque accolta.

Gli enti iscritti al Registro Nazionale del Terzo Settore possono:

  • accedere ai contributi pubblici;
  • stipulare convenzioni con le amministrazioni pubbliche, purché le associazioni siano iscritte da almeno 6 mesi nel Registro, siano in possesso dei requisiti di moralità professionale e dimostrino adeguata attitudine, da valutarsi in riferimento anche alla capacità tecnica e professionale;
  • partecipare alla consultazione per la programmazione degli interventi nei settori in cui operano;
  • avere informazione ed accesso ai documenti amministrativi;
  • accedere al Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel terzo settore e al credito agevolato attraverso l’ottenimento di provvidenze creditizie e fideiussorie e privilegi sui crediti;
  • ottenere strutture e autorizzazioni temporanee per manifestazioni pubbliche, nonché  l’utilizzazione agevolata di beni pubblici;
  • ottenere finanziamenti su progetti;
  • godere di forme di flessibilità dell’orario di lavoro o delle turnazioni previste dai contratti o dagli accordi collettivi, per i propri volontari.

Via Roma 101 - Prato
Centralino (per informazioni)
0574 1835446
Apertura al pubblico
Lunedì, martedì, giovedì e venerdì ore 9.00 - 13.00
Lunedì e giovedì anche ore 15.00 - 17.00

Responsabile del procedimento

Sardi Valentina

Telefono: 0574 1835434

Funzionario antiritardo

Fedeli Simonetta

Telefono: 0574 1836049
QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina