Cosa sono i consorzi di bonifica

I consorzi di bonifica sono consorzi obbligatori che coordinano interventi pubblici e privati per la difesa del suolo, la regolazione delle acque, l'irrigazione e la salvaguardia ambientale. Sono enti pubblici a base associativa obbligatoria, previsti dalla normativa nazionale e regionale (LR79/2012). In Toscana esistono attualmente 6 consorzi, ad ognuno dei quali è affidata la gestione di un comprensorio individuato dalla Regione Toscana.

Il Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno

Nella zona di Firenze, Prato e Pistoia opera il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno che gestisce circa 5.600 Km di corsi d'acqua, tra cui l'Arno e i suoi affluenti, facendo manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua e delle opere idrauliche e di bonifica, per la salvaguardia dei beni  (terreni e fabbricati) dal rischio idraulico e idrogeologico.

Il contributo di bonifica

Per finanziare la propria attività, come previsto dalla legge, il Consorzio emette il contributo di bonifica, il cui pagamento è obbligatorio per tutti i proprietari degli immobili posti dentro il perimetro di contribuenza, ed a cui è rivolta la richiesta di versamento (cfr. art. 44 Costituzione, articoli 812 e 860 C.C., R.D. 368/04, R.D. 215/33, L.R. 79/2012).

L’importo del contributo di bonifica viene determinato per riparto annuale delle spese sostenute dal Consorzio per svolgere l’attività di bonifica e per finanziare il funzionamento. La ripartizione della spesa avviene in proporzione dell'indice di contribuenza attribuito a ciascun immobile in applicazione del Piano di Classifica ed è ricavato in funzione della rendita catastale (in caso di fabbricati) e/o del reddito dominicale (in caso di terreni).

Chi deve pagare il contributo

Proprietari di terreni e fabbricati. Il contributo di bonifica è rivolto a tutti i soggetti, persone fisiche o giuridiche, enti pubblici o società che siano proprietari di immobili di qualsiasi natura (terreni e fabbricati) situati nel perimetro del comprensorio di bonifica.

Come pagare

Il Consorzio provvede annualmente all’invio degli avvisi di pagamento. Per effettuare il versamento dell'importo dovuto si deve utilizzare esclusivamente il documento pagoPA allegato all'avviso secondo una delle seguenti modalità: dal sito del Consorzio www.cbmv.it; dal proprio home banking (utilizzando le funzioni pagoPA o CBILL) o da sportelli bancomat abilitati; nei punti vendita SISAL, Lottomatica, Tabaccai e supermercati convenzionati; presso tutti gli Uffici Postali e banche abilitate; su IOapp, l’app di pagoPA, scaricabile da Apple App store e Google Play store. 

Per dettagli sui canali di pagamento, commissioni aggiuntive dei PSP e ulteriori informazioni sul sistema pagoPA consultare il sito https://www.pagopa.gov.it/. N.B. Non sono ammessi versamenti eseguiti con sistemi diversi da quelli indicati o con bonifici bancari tramite IBAN: tutti i bonifici dovranno essere effettuati attraverso i servizi i CBILL o MYBANK. Per pagamenti dall’estero inviare una e-mail a: contributi@cbmv.it inserendo nell’oggetto “istruzioni per pagamento dall’estero”.

In caso di inesattezze è necessario rivolgersi al Consorzio per segnalare l’errore e richiederne la correzione, sospendendo eventualmente il pagamento in attesa di risposta o fino a nuove indicazioni. In caso di errori, smarrimento o distruzione dell’avviso pagoPA occorre chiederne la ristampa al Consorzio.

Ulteriori informazioni

Chi contattare per informazioni

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina