Introdotte importanti modifiche: non deve più, per il momento, essere inviata la dichiarazione, restano invece ferme le scadenze per il versamento dell'imposta. Vedi la circolare dell'art. 18 del DL 34/2020 in Normativa e regolamenti.

9.04.2020 - È stata prorogata la scadenza di pagamento dell'imposta di soggiorno già riscossa: versamento e dichiarazione slittano dal 15 aprile al 30 giugno, a seguito della situazione di emergenza per Covid19, con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 18 del 09.04.2020.

Inoltre vengono sospesi i pagamenti delle rate scadenti tra il 31 marzo ed il 31 maggio relativi a piani di rateizzazione già concessi in relazione a debiti nei confronti del Comune di Prato.

L’imposta di soggiorno, in vigore dal 1° luglio 2015 è l’imposta a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive.

Il Regolamento per l’applicazione dell’imposta di soggiorno prevede l’applicazione dell’imposta di soggiorno anche alle locazioni turistiche ad uso abitativo per finalità turistiche come disciplinate dall'art. 53 dell'Allegato 1 al D.Lgs. 79/2011 "Codice del turismo".

A chi è rivolta

  • A coloro che non sono residenti nel Comune di Prato e pernottano in strutture ricettive
  • Esenzioni: vedi sezione “esenzioni”

Documenti richiesti

  • Vedi sezione “documenti da allegare”

Costi

  • Da 1 a 3 stelle, spighe, chiavi o altro: € 1,50
  • 4 e 5 stelle, spighe, chiavi o altro: € 2.00
  • Tutte le altre strutture: € 0,50

L’imposta di soggiorno va pagata da tutti coloro che non risultano iscritti nell’anagrafe della popolazione del Comune di Prato e pernottano in strutture ricettive presenti sul territorio Comunale:

  • fino a un massimo di 3 notti consecutive nella stessa struttura per le strutture classificate per stelle, spighe, chiavi o altro;
  • fino ad un massimo di 10 notti consecutive per il resto delle strutture.


Misure dell'imposta

Per strutture classificate per stelle, spighe, chiavi o altro:

  • da 1 a 3 stelle, spighe, chiavi o altro: € 1,50 a notte per persona;
  • 4 e 5 stelle, spighe, chiavi o altro: € 2,00 a notte per persona;
  • per tutte le strutture diverse dalle precedenti: € 0,50 a notte per persona.

Le esenzioni previste per l’applicazione dell’imposta di soggiorno sono le seguenti:

  • minori fino al compimento di sei anni;
  • gli autisti di pullman o accompagnatori turistici (l’esenzione è prevista per ogni autista e accompagnatore ogni quindici turisti);
  • le persone che soggiornano per effettuare terapie e/o visite mediche presso strutture sanitarie pubbliche/private;
  • le persone che assistano degenti ricoverati presso strutture sanitarie pubbliche/private;
  • i genitori accompagnatori di malati minori di diciotto anni che devono effettuare terapie e/o visite presso strutture sanitarie pubbliche/private;
  • il personale dipendente della struttura ricettiva che ivi svolge attività lavorativa;
  • gli  appartenenti alle forze di polizia, statali e locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del fuoco che soggiorna per esigenze di servizio;
  • soggiorno a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche.

Modello C - Dichiarazione di esenzione:

Imposta di soggiorno - Modello C - Dichiarazione di esenzione

Modello D - Dichiarazione trimestrale:

Imposta soggiorno - Modello D - Dichiarazione trimestrale

Modello E - Dichiarazione per residenti:

Imposta di soggiorno - Modello E - Dichiarazione per residenti

Conto di gestione (mod.21):

Informativa:

Imposta di soggiorno - Informativa per ospiti
Imposta di soggiorno - Informativa per gestori

English version:

Imposta di soggiorno - Informativa per ospiti (english version)
Imposta di soggiorno - Modello C - Dichiarazione di esenzione (english version)

Per informazioni su come procedere in caso di esenzioni, residenti nel Comune di Prato e di rifiuto da parte dell’ospite al pagamento, vedi la sezione "Casi particolari"

Allo sportello

L’ospite dovrà riversare l’imposta direttamente al gestore della struttura.

I moduli sono presenti nella sezione documenti da allegare.


Esenzioni

Nel caso di applicazione delle esenzioni, dovrà essere richiesta la compilazione del "Modello C – Dichiarazione di esenzione, e eventuale documentazione a supporto nel caso di esenzioni per malattia o assistenza al degente".

I modelli e la documentazione dovranno essere conservati dal gestore ed esibiti in caso di controllo da parte dell’amministrazione.


Residenti a Prato

I residenti del Comune di Prato non sono soggetti ad imposta.

Se la residenza a Prato del cliente non risulta dal documento di riconoscimento, perchè non specificato oppure perché il documento non è aggiornato, il cliente è tenuto a compilare il "Modello E - Dichiarazione per residenti" per poter essere esonerato dal pagamento dell'imposta.

La dichiarazione dovrà essere conservata a cura del gestore e non trasmessa al Comune.

Versamenti

Il versamento dell’imposta riscossa nel trimestre di riferimento deve essere effettuato entro e non oltre il giorno quindici del mese successivo all'ultimo del trimestre.

Il versamento può essere eseguito tramite bonifico bancario oppure tramite versamento diretto: IBAN e sedi della banca a cui è affidata la tesoreria comunale.


Dichiarazione

La dichiarazione deve essere presentata entro e non oltre il giorno quindici del mese successivo all’ultimo del trimestre.

La dichiarazione può essere presentata attraverso il portale messo a disposizione dall’Amministrazione www.comune.prato.it/imposta-soggiorno (chi non avesse ancora le credenziali di accesso può trovare tutte le informazioni per registrarsi sulla pagina: Guida all'invio della dichiarazione dell'imposta di soggiorno). 

Non è considerata valida la dichiarazione presentata tramite posta elettronica non certificata. La dichiarazione deve essere presentata anche nel caso in cui l’imposta da versare sia pari a zero.


Conto della gestione

Si ricorda infine che i gestori delle strutture ricettive, in quanto incaricati di maneggio di denaro pubblico sono qualificati come agenti contabili e pertanto soggetti alla giurisdizione della Corte dei Conti secondo le norme e le procedure delle leggi vigenti.

Tra gli obblighi degli agenti contabili è compresa la presentazione entro 30 giorni dalla chiusura dell’esercizio finanziario, ovvero entro il 30 gennaio, del conto della gestione.


Sanzioni

in caso di omessa, incompleta o infedele dichiarazione alle prescritte scadenze nonché in caso di violazioni degli obblighi di riversamento è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00.

Telefono: 0574 183 6310 - 0574 183 6321

Email: tributi@comune.prato.it

Funzionario Responsabile:
Donatella Palmieri
Email: d.palmieri@comune.prato.it
Telefono: 0574 1836235

Chiarimenti imposta di soggiorno anno 2020 - ART. 180 DL 34/2020:

Si precisa che il regolamento è in fase di revisione e verrà modificato una volta convertito in legge il DL 34/2020.

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina