23.11.2020 - Attivo il servizio online per l'invio dell'autocertificazione utile a confermare il diritto all'agevolazione Tari 2020 per emergenza Covid. Sono tenute a inviare la conferma, entro il 29 gennaio 2021, tutte le attività economiche, o comunque tutte le utenze non domestiche, che hanno ricevuto la riduzione direttamente sulla bolletta Tari a saldo con scadenza 1° dicembre 2020. 

Agevolazioni Tari

Le attività economiche o comunque tutte le utenze non domestiche, che nel periodo di emergenza Covid hanno obbligatoriamente chiuso l'attività a seguito di provvedimenti di governo, regioni o comuni, hanno diritto ad una riduzione sull’importo Tari del 25% (calcolata sulla parte variabile della tariffa).

L’agevolazione è già stata applicata nella bolletta Tari a saldo, in scadenza il 1° dicembre 2020, dove è riscontrabile la dicitura “Riduzione COVID ND”. 

Tuttavia, al fine di verificare che la riduzione sia realmente spettante, tutti i beneficiari dovranno presentare un'autocertificazione in cui confermano la chiusura dell'attività a seguito di disposizioni normative.

Coloro che svolgono l'attività in sedi diverse, dovranno presentare un'autocertificazione per ogni indirizzo.
 

I passi da fare

1
Verificare riduzione in bolletta
2
Inviare l'autocertificazione

A chi è rivolto

  • Utenze Tari non domestiche
  • Con riduzione nella bolletta Tari 

Scadenza

  • 29 gennaio 2021

Documenti da allegare

  • Documento di identità fronte-retro

Tutte le utenze non domestiche, da esempio imprese, negozi, bar, cinema, ristoranti, ecc. ma anche associazioni e altri enti, che nella bolletta a saldo, in scadenza il 1° dicembre, trovano la voce "Riduzione COVID ND".

Documento di riconoscimento del titolare o del legale rappresentante

(da scannerizzare in due parti, fronte e retro, e caricare sulla procedura online).

L'autocertificazione dovrà essere presentata entro il 29 gennaio 2021 utilizzando esclusivamente il servizio online.

Qualora l’autocertificazione debitamente compilata non venga trasmessa entro il termine o dove si accerti che la riduzione attribuita non è dovuta, l'importo della riduzione sarà recuperato nella prima bolletta utile, resta salva la facoltà del contribuente di dimostrare che l’agevolazione era effettivamente spettante, in tal caso la riduzione verrà nuovamente erogata.

Per informazioni contattare Sportello Tari di Alia Servizi Ambientali Spa

  • Deliberazione di Consiglio Comunale n. 57 del 29/10/2020
  • in base alla delibera ARERA 158/2020
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina