15.04.2020 - Approvate le graduatorie delle domande per i Buoni spesa. Sono tre elenchi distinti, per consultarli è necessario il proprio numero identificativo della domanda:

  • elenco domande ammesse che beneficiano del buono spesa,
  • elenco domande ammesse ma che NON beneficiano del buono spesa,
  • elenco delle domande escluse.

I beneficiari potranno ritirare i buoni spesa, solo nei giorni prestabiliti sulla base dell'iniziale del cognome, direttamente al negozio.

Fino al 24 aprile (ore 13), per informazioni anche in lingua cinese, urdu, araba, albanese, inglese, è possibile contattare il Numero Verde 800242525 oppure inviare una mail a sociale@comune.prato.it.

Chi non ha ricevuto i buoni spesa ma si trova in gravi necessità può richiedere i pacchi alimentari oppure telefonare ai Servizi Sociali per un colloquio con le assistenti sociali.

Buoni spesa emergenza covid

Si tratta di un aiuto alimentare urgente per persone e famiglie in difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19.

I Buoni spesa possono essere utilizzati per l’acquisto di generi alimentari presso uno (massimo due) negozi, da scegliere tra quelli nell’elenco approvato dal Comune di Prato e indicare nella domanda.

I Buoni spesa possono essere utilizzati per l’acquisto di generi alimentari presso uno (massimo due) negozi indicati al momento della presentazione della domanda secondo le modalità riportate nell'avviso dell'8 aprile.

I passi da fare

1
Preparare documenti
2
Scegliere il negozio
3
Presentare la domanda
4
Attendere pubblicazione esito
5
Ritirare i buoni al negozio

Chi poteva richiederlo

  • Residenti comune di Prato
  • Persone e famiglie in difficoltà economica per Covid-19

Importo

  • € 100 a persona fino a max € 400

Come fare domanda

  • Online in autonomia
  • Telefonicamente con l'aiuto di un operatore

Esito e ritiro

Potevano presentare la domanda persone o famiglie residenti nel Comune di Prato che a causa dell’emergenza da Coronavirus, si trovano in una condizione di svantaggio tale da non consentire un adeguato approvvigionamento di generi di prima necessità.

Era richiesto inoltre, che il totale delle somme presenti sui conti correnti bancari o postali, titoli e qualsiasi altra forma di deposito o risparmio, dell'intero nucleo anagrafico, non siano superiori a:

  • €  5.000,00 per nuclei composti da 1 persona; 
  • €  6.500,00 per nuclei composti da 2 persone;
  • €  8.000,00 per nuclei composti da 3 persone;
  • € 10.000,00 per nuclei composti da 4 persone o più persone.

Nello specifico, potevano presentare domanda i cittadini che a seguito delle restrizioni operanti dal 23 febbraio e successive modificazioni, si trovano nelle seguenti condizioni:

  • essere lavoratori dipendenti (subordinati, parasubordinati o altro in qualunque forma contrattuale e durata) di aziende private, le cui aziende abbiano ridotto o sospeso l'attività lavorativa;
  • essere lavoratori autonomi o liberi professionisti che abbiano subito la chiusura o la restrizione delle propria attività;
  • essere lavoratori stagionali impossibilitati a riprendere il lavoro;
  • essere persone prive di lavoro impossibilitate ad avviarsi ad attività lavorativa a seguito delle restrizioni;
  • trovarsi in altra condizione di svantaggio socio economica (la dichiarazione sarà preventivamente valutata ai fini dell'ottenimento del buono spesa). Esempio: persona che veniva aiutata dal figlio, ma adesso il figlio non può più farlo a seguito della situazione attuale.

Verrà presa in considerazione la situazione lavorativa di ciascun componente del nucleo familiare.

Prima di presentare la domanda (sia online sia tramite Call center) occorreva assicurarsi di:

  • avere a portata di mano il tuo documento d'identità; il numero di telefono e l'indirizzo email;
  • aver calcolato, alla data di presentazione della domanda, il totale delle somme presenti sui conti correnti bancari o postali, l'ammontare dei titoli e qualsiasi altra forma di deposito o risparmio dell'intero nucleo anagrafico;
  • sapere se qualcuno del nucleo anagrafico gode di sussidi (esempio: cassa integrazione, naspi, reddito di cittadinanza oppure altri contributi pubblici, es. assegno maternità, nucleo familiare, contributo affitto);
  • aver deciso in quale negozio si vorrà utilizzare l'eventuale buono spesa dall'elenco pubblicato alla pagina dell'avviso.
  • se vorrai delegare qualcun altro al ritiro del buono spesa, ti servirà anche: il suo nome e cognome, la data di nascita, il numero e il tipo di documento d'identità;

Da allegare alla fine della procedura di presentazione online:

  • documento di riconoscimento, sia fronte che retro, in due file distinti, vanno bene sia la foto, che la scansione delle due facce del documento.

Le domande potevano essere presentate dalle ore 9.00 di mercoledì 8 aprile alle ore 18.00 di sabato 11 aprile 2020. Per ogni nucleo anagrafico poteva essere presentata una sola domanda.

Le modalità di presentazione erano: tramite il servizio online in autonomia, oppure con l'aiuto di un operatore contattando il Call center telefonico al numero verde 800 270 157. Non sono ammesse domande presentate fuori termine o con modalità diverse.

Al termine della compilazione, alla domanda sarà assegnato un numero identificativo che deve essere conservato con cura perché indispensabile per verificare che il buono spesa sia stato concesso e per il ritiro dei buoni spesa.

Si ricorda che l'assegnazione avviene sulla base di una graduatoria e non in ordine di presentazione delle domande.

Online

Per accedere alla domanda online era necessario autenticarsi con numero di carta di identità, cognome e nome, oppure con Spid o CNS (tessera sanitaria elettronica).

Sul sito della domanda è disponibile una breve guida su come presentare la domanda.

Telefono

L’operatore, oltre a dare informazioni, poteva effettuare la compilazione e l’invio della domanda. 

La domanda prevede una serie di dichiarazioni da parte del cittadino, rese attraverso dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto notorio che, in caso di compilazione telefonica, sono rese all’operatore telefonico e conservate su supporto registrato.

Il call center è attivo dalle 8 alle 18.

  • Numero verde:  800 270 157

L’importo del buono è variabile, da un minimo di 100 a un massimo di 400 € per nucleo familiare, sulla base del numero dei componenti della famiglia. 

Il buono spesa dà diritto all’acquisto di soli prodotti alimentari e generi di prima necessità. Non permette di acquistare: alcolici (vino, birra e super alcolici vari), tabacco, arredi e corredi per la casa (es. stoviglie ecc.).

Il buono deve essere speso entro il 30.06.2020.

Il buono ha le seguenti caratteristiche:

  • non è cedibile a terzi;
  • non è utilizzabile quale denaro contante e non dà diritto a resto in contanti;
  • comporta l’obbligo per il fruitore di regolare in contanti (o in denaro elettronico) l’eventuale differenza in eccesso tra il valore facciale del buono e il prezzo dei beni acquistati.

 

Prima di presentare domanda occorreva scegliere il punto vendita dove utilizzare i buoni spesa, tra i 41 punti vendita approvati dal Comune di Prato.

Ogni cittadino poteva indicare fino ad un massimo di 2 negozi. L’importo spettante sarà diviso in due parti uguali.

Nell'elenco sono indicati anche eventuali sconti applicati, consegna spesa a domicilio e tipologia di buono: cartaceo, tessera a scalare, dematerializzato (l'esercente lo invierà via email o cellulare al beneficiario).

  • Consulta l'elenco degli esercizi commerciali:

In data 15 aprile il Comune di Prato ha approvato le graduatorie relative alle 5.824 domande pervenute (determinazione n. 763 del 15.04.2020).

Le domande sono state divise in tre elenchi distinti:

  1. Elenco delle domande ammesse che beneficiano del buono spesa. Le domande inserite in questo elenco, sono quelle ammesse a usufruire del buono spesa.
  2. Elenco delle domande ammesse che NON beneficiano del buono spesa (risorse esaurite).Si tratta di domande “ammissibili” che, essendo state formulate da nuclei familiari che hanno dichiarato che almeno un componente beneficia già di un sussidio pubblico , quale reddito di cittadinanza, NASPI, cassa integrazione e altri sussidi, hanno avuto assegnata una priorità bassa. 
    Queste domande potranno eventualmente ricevere un buono spesa in futuro, se si renderanno disponibili ulteriori risorse. Se ciò avverrà ne sarà data comunicazione sia tramite la pubblicazione sul sito del Comune che con messaggio o e-mail all’intestatario della domanda.
  3. Elenco delle domande escluse. In questo elenco vi sono le domande che, per vari motivi, non sono state ammesse. Si tratta di domande per le quali:
  • è intervenuta rinuncia da parte del dichiarante;
  • domande presentate più di una volta per nucleo anagrafico (in questo caso è stata ritenuta valida solo l’ultima presentata);
  • domande che avevano indicato solo “altro” tra le possibili opzioni dei motivi determinanti la situazione di svantaggio, e che sono state ritenute prive di sufficiente motivazione dalla valutazione effettuata dal servizio sociale professionale. In particolare sono domande che non hanno riportato una motivazione sufficiente rispetto alla condizione di svantaggio conseguente all’emergenza Covid-19, oppure, non hanno evidenziato circostanze di cambiamento della condizione economica di svantaggio conseguente all’emergenza Covid-19.

Consulta le graduatorie (è necessario il proprio numero identificativo della domanda):

Ricorsi

Le modalità di attribuzione dei punteggi sono contenute nella DD n. 728 del 7.04.2020 e nella DD 763 del 15.04.2020, che approva la graduatoria, contro la quale è ammesso ricorso al TAR Toscana entro 60 giorni, oppure ricorso straordinario al Capo dello Stato.

Informazioni

Fino al giorno 24 aprile alle ore 13.00, potranno essere chieste informazioni anche in lingua cinese, urdu, araba, albanese, inglese sia per email che per telefono:

Consulta la pagina delle Faq - Domande frequentiFaq buoni spesa emergenza Covid-19

Dopo aver verificato che il proprio numero di domanda sia nell’elenco degli ammessi al beneficio dei buoni spesa, i cittadini potranno recarsi presso il negozio per il ritiro, obbligatoriamente in giorni prestabiliti, in base alla lettera iniziale del proprio cognome: 

  • Lettera dalla A alla B - tutti i Lunedì (fino alle 17.00)
  • Lettera dalla C alla D - tutti i Martedì (fino alle 17.00)
  • Lettera dalla E alla G - tutti i Mercoledì (fino alle 17.00)
  • Lettera dalla H alla M - tutti i Giovedì Mattina (fino alle ore 13.00)
  • Lettera dalla N alla S - tutti i Giovedì Pomeriggio (dalle ore 14.00 alle 17.00)
  • Lettera dalla T alla Z - tutti i Venerdì Mattina (fino alle ore 13.00)

Per il ritiro è necessario comunicare al negozio (al box o alle persone incaricate) il numero della propria domanda ed esibire il documento usato per registrarsi e fare la domanda.

Sarà chiesto di firmare una ricevuta di consegna. Il cittadino è responsabile dei buoni ritirati (sotto forma di buoni cartacei numerati o tessera) una volta consegnati. In caso di smarrimento o furto non saranno erogati ulteriori buoni spesa.
Si ricorda che i buoni possono essere ritirati e spesi entro il 30 giugno 2020, e non vi e’ un termine per il ritiro, entro questa data. 

ATTENZIONE: I buoni possono essere utilizzati solo nel negozio scelto (o nei due negozi scelti).

Chi ha scelto il buono dematerializzato dei negozi Unicoop sarà contattato direttamente dall’esercizio commerciale tramite email o sms.

Ricordiamo che i cittadini in situazione di grave necessità, che non siano stati inseriti nella graduatoria di chi riceverà il buono spesa, possono:

a) richiedere pacchi alimentari;
b) rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di Prato, contattando il numero verde 800 922912, per avere un colloquio (al momento telefonico) con le assistenti sociali o per accedere al Segretariato Sociale, per effettuare una valutazione dei bisogni e dei possibili interventi.

Urp Multiente (orario 8.00 - 18.00)

Numero verde: 800 058 850

Telefoni: 0574 1836096 - 0574 1836013 - 0574 1836099

 

Responsabile del procedimento
Sardi Valentina
Email: v.sardi@comune.prato.it


Funzionario antiritardo
Fedeli Simonetta
Email: s.fedeli@comune.prato.it

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina