Agevolazioni nidi comunali e privati

Le famiglie dei bambini che frequentano il nido d'infanzia comunale possono richiedere al Comune un contributo, denominato "Credito per l'accesso", a copertura parziale della tariffa.

L'entità del "Credito per l'accesso" spettante a una famiglia, è determinata sulla base del valore ISEE per prestazioni sociali agevolate rivolte a minorenni. Una volta ottenuto il beneficio, la famiglia pagherà ogni mese la differenza tra il credito spettante e la tariffa; quanto pagato può essere rimborsato in toto o in parte dall’INPS tramite il bonus nido.

I passi da fare

1
Controllare i requisiti
2
Preparare i documenti
3
Fare la domanda

Chi può richiederlo

  • Residenti del Comune di Prato con un ISEE non superiore a € 37.000,00

Modalità

  • Procedura online
  • Tramite Caaf (su appuntamento)

Quote mensili

  • Variabili in base alla differenza fra la tariffa intera ed il credito erogato
  • Riduzioni anche in caso di più figli iscritti

Per usufruire del credito per l'accesso è necessario:

  • essere residenti nel Comune di Prato o aver presentato richiesta per diventare residenti entro il 31 agosto 2022;
  • dichiarare valore ISEE e data del rilascio, oppure dichiarare di aver presentato la DSU;
  • non superare il valore ISEE di € 37.000,00.

Si ricorda che il valore ISEE non corrisponde al reddito da lavoro, ma si tratta di un calcolo complesso che tiene conto di vari elementi, quali: patrimonio mobiliare, immobiliare, reddito da lavoro, numero dei componenti del nucleo familiare. 

Il valore ISEE del nucleo familiare può essere richiesto gratuitamente ad un CAAF convenzionato o direttamente all’INPS tramite la procedura online.

Se la richiesta di agevolazione è presentata con ISEE ordinaria l’agevolazione resta valida per tutto l’anno scolastico/educativo. Per precisazioni in caso di ISEE corrente (per chi ha perso il lavoro o ha avuto una riduzione di reddito recente) vedi sezione "Isee corrente".

Se la domanda viene presentata con l'aiuto di un operatore addetto, il richiedente deve allegare copia di un documento di identità in corso di validità. Se il richiedente è cittadino extracomunitario o apolide può allegare copia del permesso di soggiorno in corso di validità.

Per l'anno educativo 2022/2023, le domande di agevolazione tariffaria possono essere presentate a partire dalle ore 9.00 di lunedì 4 luglio 2022 fino alle ore 13.00 di venerdì 30 giugno 2023.

Le domande possono essere presentate con le seguenti modalità:

Online

Accesso per i cittadini:

Accedi al servizio online per i cittadini e presenta la domanda (servizio online attivo dalle 9.00 del 4.07.2022 alle 13.00 del 30.06.2023)

vedi anche:

Accesso per i facilitatori dei Caaf:

Accedi al servizio online per i facilitatori
 

vedi anche:

Allo sportello

Rivolgendosi ad uno dei Caaf convenzionati

Tutta la documentazione sarà poi inviata direttamente dai Caaf al Servizio Pubblica Istruzione.

IMPORTANTE: i Caaf ricevono solo su appuntamento, quindi si raccomanda di non recarvisi personalmente ma di telefonare prima per prendere l’appuntamento.

Elenco dei Caf-Centri Servizi a cui è possibile rivolgersi per l'inoltro delle domande:

  • Acli service prato srl
    • Via del Romito, 47 Prato - tel. 0574 442033
    • Via Frescobaldi, 54/56 Prato - tel. 0574 814702
  • Caaf Cgil toscana srl
    • P.zza Mercatale, 89 Prato - tel. 800 730 800 e 0574 31115
    • Via W. Tobagi, 29/31 Prato - tel. 800 730 800 e 0574 623469
    • Via Dora Baltea, 32/34 Prato - tel. 800 730 800 e 0574 448474
  • Caf MCL Srl
    • Via Rinaldesca, 7/1 Prato - tel. 0574 604779
    • Via Milano 12/14 Prato - tel. 0574 433458
  • Cna servizi prato srl
    • Via Zarini, 354/c Prato - tel. 0574 578521
    • Via delle Pleiadi, 49 Prato - tel. 0574 630022
  • CAAF Confartigianato - Satadue SRL  
    Via Dino Saccenti, 19/21 Prato tel. 0574 6561 
  • Toscana servizi  CISL Srl
    • Via Pallacorda, 5 Prato - tel. 0574 22283
    • Via dell’Alberaccio, 64/Z  Prato - tel. 0574 33957

Tariffe nido comunale per l’anno 2022/2023

Le tariffe intere del servizio sono:

  • tempo corto € 510; 
  • tempo lungo € 569;
  • tempo prolungato € 615.

Con l'agevolazione, le quote mensili a carico dell'utente comunale possono variare:

  • per il tempo corto da un minimo di € 59 ad un massimo di € 510; 
  • per il tempo lungo da un minimo di € 73 ad un massimo di € 569; 
  • per il tempo prolungato da un minimo di € 80 ad un massimo di € 615.

Sono previste riduzioni in caso di più figli iscritti: riduzione del 20% per il primo figlio, del 30% per il secondo e del 40% per il terzo.

Agevolazioni per l’anno 2022/2023

Se la richiesta di agevolazione è presentata con ISEE ordinaria l’agevolazione resta valida per tutto l’anno scolastico/educativo. Ulteriori precisazioni nella sezione 'ISEE corrente' per chi ha perso il lavoro o ha avuto una riduzione di reddito recente.

Il "Credito per l’accesso" avrà un valore massimo di:

  • € 451 per frequenza a tempo corto;
  • € 496 per la frequenza a tempo lungo;
  • € 535 per il tempo prolungato.

La differenza fra la tariffa intera ed il credito erogato sarà la quota che l'utente dovrà pagare mensilmente.

Per calcolare il costo del nido e delle agevolazioni vai alla pagina 'Calcolo tariffe nidi comunali, mensa, trasporto scolastico e buoni di servizio nidi convenzionati'.

Per quanto riguarda il pagamento delle quote mensili, per gli utenti del nido d’infanzia comunale, non sarà inviato a casa nessun avviso di pagamento. Dovrà essere cura del genitore pagare la quota spettante entro la fine di ogni mese successivo a quello di riferimento (es. la quota del mese di settembre deve essere pagata entro il 31 ottobre, e così per tutti gli altri mesi).

Chi effettuerà il calcolo ISEE nei mesi successivi a quello di inserimento del proprio figlio al nido, sarà tenuto al pagamento della tariffa massima per tutti mesi di frequenza scoperti dall'ISEE (es. se un bambino è stato ammesso al nido da settembre 2022 e il genitore effettua il calcolo dell'ISEE a dicembre 2022, dovrà pagare la quota mensile massima per i mesi di settembre, ottobre e novembre).

Le modalità di pagamento sono le seguenti:

In caso di malattia

La quota mensile dovrà essere pagata per intero anche in caso di assenze del bambino, fatte salve le seguenti eccezioni:

  • malattia di oltre 30 giorni continuativi di calendario;
  • ricovero ospedaliero;
  • convalescenza post-ricovero e infortunio di oltre 15 giorni continuativi;
  • assenza per gravi motivi di famiglia documentati di oltre 30 giorni continuativi.

In questi casi è previsto un rimborso del 50% della somma dovuta per il periodo di assenza, dietro richiesta scritta del genitore (entro 5 giorni sarà emesso l'attestato di sgravio). 

La richiesta di rimborso deve essere inoltrata ai Servizi Educativi allegandovi il certificato medico o altro giustificativo dell'assenza, sul quale deve essere indicato il periodo esatto di assenza. 

Il certificato medico deve essere fatto al termine della malattia o dopo i primi trenta giorni se la malattia ha un decorso lungo. Non sono validi certificati preventivi.

I certificati relativi all'anno 2022 saranno rimborsabili solo se presentati entro il 10 febbraio 2023.

Nei mesi di inizio e di termine del servizio, la tariffa è proporzionalmente ridotta, nella misura di 1/30 per ogni giorno di mancata erogazione del servizio stesso.

Può essere richiesta in caso in cui si siano verificate entrambe le seguenti condizioni:

  • una variazione della situazione lavorativa o un’interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari non rientranti nel reddito complessivo per uno o più componenti il nucleo anagrafico. 
    Tali variazioni devono essersi verificate posteriormente al 1° gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dell’ISEE calcolato in via ordinaria di cui si chiede la sostituzione con ISEE corrente (ad esempio per le DSU presentate nel 2022 la variazione deve essere intervenuta dopo il 1° gennaio 2020);
  • una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE calcolato ordinariamente. 

Facendo richiesta di agevolazione, dal 4 luglio al 31 dicembre 2022, con ISEE corrente valida, l'agevolazione verrà applicata prendendo in considerazione il valore corrente dell’ISEE fino al mese di gennaio, dal mese di febbraio in poi (in assenza di nuova richiesta di agevolazione e di nuova ISEE corrente) si prende in considerazione, per l’applicazione della tariffa, il valore ISEE ordinario.

Se la richiesta di agevolazione presentata con ISEE corrente viene effettuata dal 1 gennaio 2023 in poi questa vale fino alla fine dell’anno scolastico/educativo.

In caso di ISEE con genitore non convivente aggregato al nucleo è necessario inserire il valore delle “Prestazioni agevolate rivolte a minorenni o a famiglie con minorenni".
 

Marilena Minutillo tel. 0574 1835176
Cecilia Cerretelli tel. 0574 1835186
Brizi Fermina tel. 0574 1835177

Responsabile del procedimento

Sarri Leonardo

Telefono: 0574 1835134

Funzionario antiritardo

Pinzani Paola

Telefono: 0574 1835129
QR code
Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina