Censimenti in corso

Aggiornato il: 28/03/2022

Data di chiusura della rilevazione

Il 23 dicembre 2021 si è concluso il censimento della popolazione per l’anno 2021.

Periodo di rilevazione

Dal 1° ottobre al 23 dicembre 2021.
 

Che cosa è

A ottobre 2021 parte la terza rilevazione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni.

Il Censimento permette di misurare le principali caratteristiche sociali e demografiche della popolazione del nostro Paese, il numero delle abitazioni e le caratteristiche di quelle che sono effettivamente abitate.

Nel 2021 il campione coinvolge 2 milioni e 472.400 famiglie, interessando 4.531 Comuni sull’intero territorio nazionale. A Prato il campione comprende circa 7.000 famiglie.

Grazie all’integrazione dei dati raccolti dal Censimento – attraverso due diverse rilevazioni campionarie denominate “da Lista” e “Areale” – con quelli provenienti dalle fonti amministrative, l’Istat è in grado di restituire informazioni continue e tempestive, rappresentative dell’intera popolazione, ma anche di garantire un forte contenimento dei costi e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.

La rilevazione Areale termina il 18 novembre 2021. Scadenza PROROGATA AL 26 NOVEMBRE 2021
La rilevazione da Lista termina il 23 dicembre 2021.

Per arricchire questo importante patrimonio di dati statistici e conoscere meglio il Paese in cui viviamo, è fondamentale la piena collaborazione di tutte le famiglie campione.

Aderire è un obbligo di legge, ma è anche un’importante opportunità.

Ogni famiglia del Comune di Prato può essere chiamata a partecipare a una delle due diverse rilevazioni campionarie oppure non essere coinvolta dall’edizione in corso del censimento. Questi i casi che si possono verificare:

- la famiglia è informata che sarà sottoposta ad un intervista da parte di un rilevatore attraverso una lettera non nominativa e una locandina affissa sul portone (fa parte del campione della Rilevazione Areale);

- la famiglia riceve una lettera nominativa dall’Istat che la invita a compilare il questionario online (fa parte del campione della Rilevazione da Lista);

- la famiglia non riceve alcuna lettera (non fa parte di nessuno dei due campioni).

Come partecipano le famiglie nella Rilevazione Areale - con rilevatore

Sul tuo portone è stata affissa una locandina e hai ricevuto una lettera con l’avviso che un rilevatore verrà a intervistarti a casa?
Vuol dire che tua famiglia deve fornire le informazioni richieste dal questionario direttamente al rilevatore incaricato dal Comune.
Tutte le informazioni devono fare riferimento alla data del 3 ottobre 2021.

Il calendario della rilevazione

1 ottobre-13 ottobre - Le famiglie sono informate dell’avvio della rilevazione con una lettera e una locandina. Ricevono inoltre un avviso che un rilevatore passerà a somministrare loro il questionario dal 14 ottobre.

14 ottobre-18 novembre. Termine PROROGATO AL 26 NOVEMBRE - Le famiglie ricevono la visita del rilevatore per la compilazione del questionario.

Come partecipano le famiglie nella Rilevazione da Lista - compilazione online

Hai ricevuto una lettera con tutte le informazioni per la corretta compilazione del questionario?

Dal 4 ottobre, puoi rispondere al questionario online, utilizzando le credenziali di accesso riportate nella lettera informativa ricevuta, oppure puoi recarti presso il Centro Comunale di Rilevazione (CCR) per compilare il questionario con il supporto di un operatore comunale.
Tutte le informazioni devono fare riferimento alla data del 3 ottobre 2021.

Dall'8 novembre le famiglie che non avranno ancora compilato il questionario on line saranno contattate da un operatore comunale per un’intervista telefonica o faccia a faccia.

La compilazione del questionario online potrà avvenire fino al 13 dicembre, dal 14 dicembre l’intervista sarà possibile solo tramite operatore comunale.

La rilevazione si chiude il 23 dicembre 2021.

Risultati delle precedenti edizioni

Ricordiamo che partecipare al Censimento è importante perché permette di conoscere le principali caratteristiche strutturali e socio-economiche della popolazione che dimora abitualmente in Italia, a livello nazionale, regionale e locale, e di confrontarle con quelle del passato e degli altri Paesi.

Sono stati diffusi da Istat i risultati del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni relativi alle prime due edizioni, consultabili alla pagina ISTAT dei risultati (vedi Link utili in fondo a questa pagina)

Riferimenti di legge

Fonti sovra-nazionali:
Regolamento (CE) 9 luglio 2008, n. 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai censimenti della popolazione e delle abitazioni, che stabilisce norme comuni per la fornitura decennale di dati esaurienti sulla popolazione e sulle abitazioni;
Regolamento (CE) 2017/543 della Commissione del 22 marzo 2017, recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 763/2008, per quanto riguarda le specifiche tecniche delle variabili e delle loro classificazioni;
Regolamento (CE) 2017/712 della Commissione del 20 aprile 2017 che stabilisce l’anno di riferimento e il programma dei dati statistici e dei metadati per i censimenti della popolazione e delle abitazioni di cui al Regolamento (CE) n. 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio;
Regolamento (CE) n. 2017/881 della Commissione del 23.05.2017 recante attuazione del Regolamento (CE) n. 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, per quanto riguarda le modalità e la struttura dei report sulla qualità e il formato tecnico per la trasmissione dei dati e che modifica il regolamento /UE) n. 1151/2010.

Fonti nazionali:
Legge 27 dicembre 2017, n. 205 – Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020, pubblicata nella GU del 29 dicembre 2017, n. 302, all’art. 1 commi 227-237, è stata inserita la norma che indice e finanzia i censimenti permanenti;
Decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 art. 3 – Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, che per primo ha introdotto il censimento permanente;
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 maggio 2016 in materia di censimento della popolazione e archivio nazionale dei numeri civici e delle strade urbane (ANNCSU);

La rilevazione censuaria, compresa tra le rilevazioni statistiche di interesse pubblico, è inserita nel Programma statistico nazionale 2017-2019, Aggiornamento 2019, adottato con DPR 25.11.2020 attualmente in vigore (schede IST-02493 e IST-02494) e rientra negli elenchi allegati al D.P.R. di emanazione del PSN che indicano le indagini con obbligo di risposta e relativa sanzione, ai sensi degli artt. 7 e 11 del d.lgs. 322/1989.

Il trattamento dei dati:
Nel trattamento dei dati raccolti in occasione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni il personale coinvolto deve osservare le disposizioni in materia di segreto d’ufficio e segreto statistico, previsti dal Decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322, e successive modifiche e integrazioni.

Segreto d’ufficio, segreto statistico e tutela dei dati personali

Le informazioni raccolte sono tutelate dal segreto d’ufficio (art. 8 d.lgs. n. 322/1989), dal segreto statistico (art. 9 d.lgs. n. 322/1989) e – con riferimento al trattamento di dati personali – sottoposte alla normativa vigente:

Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio n.679/2016 (GDPR – General Data Protection Regulation), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, che abroga la direttiva 95/46/CE, in vigore dal 25 maggio 2018;
D.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), così come modificato e integrato da ultimo dal Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101 “Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)” pubblicato sulla GU n. 205 del 4-9-2018;
Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell’ambito del Sistema statistico nazionale (allegato A. 4 del decreto legislativo n. 196/2003 provvedimento Garante del 19 dicembre 2018).

Ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e s.m.i. e del Regolamento UE n. 679/2016 citati, titolare del trattamento dei dati personali è l’Istat che, per le attività di raccolta e di elaborazione dei dati, ha attribuito ai Direttori della Direzione centrale per la raccolta dati (DCRD) e della Direzione centrale per le statistiche sociali e il censimento della popolazione (DCSS) specifici compiti e funzioni connessi al trattamento dei dati personali. Responsabili esterni del trattamento dei dati sono i responsabili degli Uffici provinciali di censimento e degli Uffici comunali di Censimento.

Informazioni e Contatti

L’assistenza alla compilazione del questionario è completamente gratuita.

Centro Comunale di Rilevazione (CCR) del Comune di Prato
per informazioni sulla rilevazione, sul questionario e assistenza alla compilazione.
Indirizzo: Piazza del Comune, 7 - Prato
Orario: lunedì, martedì, giovedì e venerdì 9:00-13:00; lunedì e giovedì anche 15:00-17:00
Numero Verde gratuito (da fisso e cellulare): 800.301.650
e-mail: ufficio.statistica@comune.prato.it
Sito web: https://www.comune.prato.it/it/statistica/

ISTAT
Numero Verde gratuito 800 188 802 attivo tutti i giorni dal 1 ottobre al 23 dicembre, ore 9:00 - 21:00 solo per assistenza tecnica o informazioni.
e-mail: censimentipermanenti.popolazioneareale@istat.it
e-mail: censimentipermanenti.popolazionelista@istat.it
Sito web: https://www.istat.it

Link utili

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina