Aggiornamento del 14 giugno ore 11.10

È momentaneamente sospesa sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/ la funziona di modifica prenotazione della seconda dose di vaccinazione, per poter riprogrammare i richiami delle persone con meno di 60 anni che hanno effettuato la prima dose con AstraZeneca.

  Maggiori informazioni su Toscana Notizie

Aggiornamento del 14 giugno 2021 ore 11

Il ministro della Salute venerdì 11 giugno ha firmato una nuova ordinanza, in vigore da oggi, che dispone il passaggio delle Regioni Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e la Provincia Autonoma di Trento in area bianca. La Toscana resta ancora in zona gialla.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle diverse aree in base ai livelli di rischio a partire dal 14 giugno 2021 è la seguente:

  • area rossa: nessuna Regione e Provincia autonoma
  • area arancione: nessuna Regione e Provincia Autonoma
  • area gialla: Basilicata, Calabria, Campania, Marche,  Provincia Autonoma di Bolzano, Puglia, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta 
  • area bianca: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Sardegna, Umbria, Veneto

  Ordinanza ministeriale 11 giugno 2021 - Regioni Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e Provincia Autonoma di Trento

Aggiornamento del 5 giugno 2021 ore 21:40

Dal 7 giugno anche Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passano in area bianca. Si aggiungono quindi a  Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna portando a 7 il totale delle regioni in zona bianca. Tutte le altre, compresa la Toscana, rimangono gialle.

Inoltre, con apposita ordinanza del Ministro della Salute, viene stabilito che fino al 21 giugno 2021, in zona  bianca,  il  consumo  al  tavolo negli spazi al chiuso è consentito per le attivita' dei  servizi  di ristorazione per un massimo di sei  persone per  tavolo,  salvo  che siano tutti conviventi

  Ordinanza ministeriale 4 giugno 2021 – Regioni Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto

  Ordinanza ministeriale 4 giugno 2021 – Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca» 

Aggiornamento del 29 maggio 2021 ore 18.45

Dal 31 maggio Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna passano in area bianca. Tutte le altre regioni, compresa la Toscana, rimangono gialle.

  Ordinanza ministeriale 28 maggio 2021 – Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna 

Aggiornamento del 28 maggio 2021 ore 10.15

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è in vigore dal 26 maggio 2021 il Decreto Legge n. 73 del 25 maggio 2021, detto anche "Decreto Sostegni Bis", contenente misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all'emergenza da Covid-19.

  Consulta il Decreto Sostegni Bis in Gazzetta Ufficiale

Aggiornamento del 24 maggio 2021 ore 9.30

Da oggi tutta l'Italia è in zona gialla. Con l'ordinanza del 21 maggio del Ministro Speranza infatti, anche la Valle d'Aosta si allinea alle altre regioni.

  Ordinanza ministeriale 21 maggio 2021 - Regione Valle d'Aosta

Aggiornamento del 21 maggio 2021 ore 13.20

Il Consiglio regionale della Toscana ha disposto un intervento a sostegno dei lavoratori autonomi dello spettacolo colpiti dalla crisi economica causata dalla pandemia.
Potranno partecipare coloro che prestano attività in modo continuativo sul territorio toscano.
 
Sarà possibile presentare la domanda di contributo esclusivamente online, con accesso tramite SPID Livello 2 o CIE (carta d'identità elettronica), a partire dalle ore 9.00 di lunedì 24 maggio 2021 fino alle ore 17.00 di lunedì 14 giugno 2021.
Saranno attivi indirizzi di posta elettronica dedicati per chiedere informazioni o ricevere supporto tecnico.

  Maggiori informazioni sul bando, requisiti e come presentare la domanda

Aggiornamento del 19 maggio 2021 ore 14.05

Aggiornate le regole per la zona gialla in base alle disposizioni del Decreto legge n. 65 del 18 maggio 2021 (detto anche "Riaperture bis") in vigore da oggi, 19 maggio.

Aggiornamento del 18 maggio 2021 ore 13.20

Nella serata di ieri, lunedì 17 maggio, si è riunito il Consiglio dei Ministri. È stato approvato un un decreto-legge che introduce misure urgenti relative all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il testo modifica i parametri di ingresso nelle “zone colorate”, secondo criteri proposti dal Ministero della salute, inoltre vengono previste graduali, ma rilevanti, modifiche alle regole per le “zone gialle”.

Al momento il decreto-legge non è ancora in Gazzetta Ufficiale, ma è possibile leggere un'anticipazione del contenuto sul comunicato stampa del Governo.

Aggiornamento del 15 maggio 2021 ore 11.35

Confermata oggi la Toscana in zona gialla.  Il Ministro Speranza ha pubblicato una nuova ordinanza con l'assegnazione delle zone di rischio alle Regioni Sicilia e Sardegna. Da lunedì 17 maggio 2021 quindi la situazione sarà la seguente: 

  • zona rossa: (nessuna Regione e Provincia autonoma)
  • zona arancione: Valle d’Aosta
  • zona gialla: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto
  • zona bianca: (nessuna Regione e Provincia autonoma)

Ordinanza del 14 maggio 2021 (sito Ministero della salute).

Aggiornamento dell'14 maggio 2021 ore 13.10

Come previsto dal decreto "Riaperture",  dal 15 maggio nelle zone gialle sono consentite le attività delle piscine all’aperto, pertanto da lunedì 17 maggio, la piscina di via Roma riapre per il nuoto libero con nuovi orari.

Aggiornamento dell'11 maggio 2021 ore 10

Pubblicato il bando per la concessione di contributi straordinari a sostegno delle imprese con sede legale operativa o unità locale e l'esercizio dell'attività nel comune di Prato.  

Possono partecipare al bando le micro e piccole imprese che a causa dell'emergenza Covid-19 abbiano subìto nel 2020 un calo di fatturato almeno del 25% rispetto al 2019, e che rientrano nei settori:

  • turismo;
  • servizi alla persona;
  • commercio;
  • ristorazione.

Possono fare domanda anche i professionisti che svolgono esclusivamente l'attività di guida turistica, accompagnatore turistico o guida ambientale e che abbiano avuto un calo di fatturato almeno del 25%.

Le domande possono essere presentate solo tramite il servizio online, dalle ore 10.00 dell'11 maggio fino alle ore 13.00 del 25 maggio 2021.

Nota bene. La graduatoria sarà stilata in base alla percentuale di calo di fatturato e solo in caso di parità verrà considerato l'ordine di arrivo della domanda, come risulta dal numero di protocollo assegnato.

  Maggiori informazioni nella scheda informativa dedicata

Aggiornamento dell'8 maggio 2021 ore 12.15

Confermata oggi la Toscana in zona gialla.  Il Ministro Speranza ha pubblicato le ordinanze con l'assegnazione delle zone di rischio alle Regioni. Da lunedì 10 maggio 2021 la situazione sarà la seguente: 

  • zona rossa: (nessuna Regione e Provincia autonoma)
  • zona arancione: Valle d’Aosta, Sicilia e Sardegna
  • zona gialla: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto
  • zona bianca: (nessuna Regione e Provincia autonoma)

Ordinanze del 7 maggio 2021 (sito Ministero della salute).

Aggiornamento del 6 maggio 2021 ore 18

Si segnala che da martedì 4 maggio 2021 per le persone con più di 70 anni che vogliono prenotare il vaccino è attivo anche il numero verde 800 117744.

Rimane sempre possibile procedere alla prenotazione utilizzando il portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/.

Si ricorda che la vaccinazione segue le indicazioni del Piano strategico nazionale.

Aggiornamento del 5 maggio 2021 ore 14.05

A seguito dell'entrata in vigore del decreto legge 22 aprile 2021, n. 52, recante "Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da Covid-19", ci sono state domande e richieste di chiarimenti da parte di Associazioni di categoria, operatori del   settore, singoli cittadini e amministrazioni pubbliche; per questo Regione Toscana e ANCI Toscana hanno ritenuto utile fornire delle risposte/interpretazioni alle domande più frequenti in particolare in merito alle attività di ristorazione.

  Interpretazioni/risposte alle domande frequenti sulle attività di ristorazione a cura di Anci Toscana e Regione Toscana (1.37 MB) File con estensione pdf

Sono state aggiornate anche le FAQ sul sito del Governo.

Aggiornamento del 1 maggio  2021 ore 14

Confermata oggi la Toscana tutta in zona gialla.  Il Ministro Speranza ha pubblicato le ordinanze con l'assegnazione delle zone di rischio alle Regioni. Da lunedì 3 maggio 2021 la situazione sarà la seguente: 

  • zona rossa: Valle d’Aosta
  • zona arancione: Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna
  • zona giallaToscana, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento,  Umbria e Veneto.   
  • Nessuna regione in zona bianca.

Ordinanze del 1 maggio 2021 (sito ministero della salute).

Aggiornamento del 30 aprile 2021 ore 11.30

Il 1° maggio le grandi strutture di vendita - supermercati, ipermercati e centri commerciali - rimarranno chiusi dopo le 13, come riportato nel comunicato stampa della Regione Toscana. La mattina potranno invece rimanere aperti. Il presidente della Toscana Eugenio Giani ha firmato l’ordinanza sulle chiusure grande distribuzione in vista della festività di sabato. L’obiettivo è ridurre il rischio di assembramenti, vista l’emergenza sanitaria ancora in corso.

Potranno derogare farmacie, parafarmacie, rivendite di giornali, di tabacchi e di piante e fiori. Al pomeriggio gli esercizi chiusi potranno inoltre effettuare consegne a domicilio di generi alimentari e beni di prima necessità, previa prenotazione però on line o telefonica.

Le disposizioni di chiusura non si applicano alle medie strutture di vendita e agli esercizi di vicinato, ai bar, ristoranti e pub (in quanto pubblici esercizi) e a pizzerie, rosticcerie, panifici, pasticcerie, negozi di pasta fresca, gelaterie e simili, che come attività artigianali potranno rimanere aperte secondo le modalità e gli orari consentiti dalla normativa statale. Anche i mercati si svolgeranno regolarmente.

Ordinanza regionale n. 48 del 29 aprile 2021 (pdf)

Aggiornamento del 26 aprile 2021 ore 17.10

Nell'ambito del Progetto Insieme la Biblioteca Lazzerini e l'Associazione Arci Comitato Territoriale hanno organizzato il servizio di prestito a domicilio per i cittadini in quarantena, isolamento o in situazione di vulnerabilità.
Il servizio è gratuito e sarà attivo da martedì 27 aprile in via sperimentale fino alla fine di giugno. Oltre ai libri, si potranno ricevere direttamente a casa, cd e audiolibri.

  Maggiori informazioni su come ottenere il servizio di prestito bibliotecario

Aggiornamento del 24 aprile 2021 ore 11

La Toscana tutta in zona gialla da lunedì 26 aprile. Sul sito del ministero della salute sono state appena pubblicate le ordinanze che cambiano le classi di rischio di quasi tutte le Regioni:  
zona gialla: Toscana, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria e Veneto.
zona arancione: Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d'Aosta.
zona rossa: Sardegna.
Nessuna regione è in zona bianca.  
Il Presidente della Regione Toscana ha già anticipato da ieri sera che non farà ordinanze restrittive per nessuna provincia. Comunicato stampa su Toscana Notizie.

Le Regole zona gialla dal 26 aprile 2021 

Aggiornamento del 23 aprile 2021 ore 9.40

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Riaperture, contenente misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da Covid-19.

  Decreto legge n. 52 del 22 aprile 2021 (Gazzetta Ufficiale)

Aggiornamento del 22 aprile 2021 ore 17.55

Ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto legge "Riaperture", con le misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

Siamo in attesa della pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, intanto il Governo ha fornito le prime anticipazioni con comunicato stampa pubblicando anche delle slide riassuntive (pdf).

Il testo delinea il cronoprogramma relativo alla progressiva eliminazione delle restrizioni.

È prevista inoltre la proroga dello stato di emergenza al 31 luglio 2021.

 

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina