Modulo autocertificazione per gli spostamenti (dal sito del Ministero dell'Interno)
  Differenze tra domicilio, residenza e residenza temporanea: informazioni utili per la compilazione dell'autocertificazione.

Aggiornamento del 16 gennaio ore 18

Il ministro della Salute ha firmato oggi 4 nuove ordinanze che saranno in vigore da domani, domenica 17 gennaio 2021. Confermato che la Toscana rimane in zona gialla.
La nuova ripartizione è la seguente:

area gialla: Toscana; Campania, Basilicata,  Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna;
area arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio,
Liguria, Marche, Veneto, Piemonte, Puglia,Umbria, Valle d’Aosta;
area rossa: Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia. 

Aggiornamento del 16 gennaio 2021 ore 10.40

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo DPCM 14 gennaio 2021 in sostituzione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020. Il DPCM è efficace fino al 5 marzo 2021.

Al momento non è stata ancora pubblicata in Gazzetta Ufficiale l'ordinanza del Ministro della Salute che indica i codici colore delle varie regioni.

Il Presidente della Regione Toscana ha anticipato che la Toscana è in zona gialla dal 16 gennaio. Pertanto riportiamo le principali regole per la zona gialla.

Spostamenti:

  • confermato il divieto di spostamento tra le 22.00 e le 5.00;
  • consentito lo spostamento massimo due persone verso un'altra abitazione (amici o parenti), una sola volta al giorno ed entro i confini regionali; sono esclusi dal conteggio i figli minori di 14 anni e persone con disabilità o non autosufficienti;
  • vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dalla regione, salvo per comprovati motivi di lavoro, di necessità o di salute;
  • vietati gli spostamenti verso le seconde case se fuori regione;
  • è sempre consentito il rientro presso la propria residenza o domicilio.

Attività culturali e ricreative:

  • ancora chiusi teatri e cinema;
  • musei, mostre e istituti di cultura sono aperti nei giorni feriali con ingressi contingentati.

Sport:

  • ancora chiuse palestre e piscine;
  • sono consentite l'attività motoria e l'attività sportiva anche nei centri sportivi e nei circoli all'aperto, esclusi gli sport “di contatto”.

Scuole:

  • continuano in presenza le scuole materne, elementari e medie inferiori. Nelle scuole di secondo grado presenza degli studenti al 50% (limite del 50% definito dall'ordinanza regionale n. 1 del 15.01.2021).

Per i dettagli relativi alle aziende si rimanda alla pagina "Coronavirus: informazioni per le attività produttive".

Aggiornamento del 15 gennaio ore 9.05

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto legge n. 2 del 14 gennaio 2021 che conferma le anticipazioni fornite dal Governo ieri con comunicato stampa.

Sottolineiamo oltre a quanto già riportato nell'aggiornamento di ieri, 14 gennaio, che i permessi di soggiorno in scadenza entro il 30 aprile 2021 sono prorogati alla medesima data.

Decreto legge n. 2 del 14 gennaio 2021 (Gazzetta Ufficiale)

Aggiornamento del 14 gennaio ore 9.45

Nella notte il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge con ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Al momento il decreto legge non è ancora in Gazzetta Ufficiale, ma tramite comunicato stampa il Governo ha fornito delle anticipazioni.

In breve il testo prevede:

  • la proroga dello stato d'emergenza fino al 30 aprile 2021;
  • conferma, fino al 15 febbraio 2021, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l'eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione;
  • dal 16 gennaio fino al 5 marzo 2021 sull'interno territorio nazionale si applicano le seguenti misure:
    • è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione, potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti conviventi.
      In area gialla ci si può spostare all'interno della stessa Regione, in area arancione o rossa solo all'interno dello stesso Comune;
    • sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia;
    • è istituita una cosiddetta area "bianca", nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di "tipo 1", un livello di rischio "basso" e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In area "bianca" non si applicano le misure restrittive previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli. Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con DPCM, specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico.

  Ulteriori dettagli nel comunicato stampa sul sito del Governo

Aggiornamento del 12 gennaio ore 9.15

Sono state pubblicate oggi, 12 gennaio, la graduatoria degli ammessi al bando dei buoni spesa di dicembre 2020 e l'elenco degli esclusi. Sono state presentate 2.667 domande, di queste 392 sono state escluse, per varie motivazioni: domande doppie, domande con valore ISEE superiore alla soglia prevista (20.000,00 Euro) o senza avere un ISEE e neppure aver presentato Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), come previsto dal bando, o assenza di motivi di svantaggio in seguito a emergenza Covid-19.  

Le rimanenti 2.275 domande valide sono state tutte ammesse al contributo. Il buono spesa sarà da 100,00 Euro, per famiglie con un solo componente, a 400,00 Euro per famiglie con 4 o più persone.

  Consulta le graduatorie (domande ammesse ed escluse)

  Scheda informativa buoni spesa in emergenza Covid-19 (riepilogo completo delle informazioni)

Questa volta il Comune si è dotato di una applicazione informatica per i buoni spesa. I cittadini già da oggi riceveranno un SMS dal Comune che li informa di essere stati ammessi al buono spesa, una e-mail con ulteriori informazioni e un SMS in cui viene inviato un PIN segreto, che dovrà essere conservato scrupolosamente e che poi servirà per poter fare la spesa (in caso di smarrimento il PIN NON potrà essere assegnato nuovamente).

Una volta che il cittadino è ammesso al buono spesa, dovrà recarsi al negozio scelto personalmente; portando con sé la tessera sanitaria e il PIN (ricevuto via SMS) da digitare una volta fatta la spesa. Potrà acquistare anche in più di un negozio tra quelli nell'elenco pubblicato sul sito comunale e potrà fare spese frazionate fino ad aver consumato tutto l’importo assegnato.

  Elenco negozi in cui è possibile utilizzare i buoni spesa

Se il cittadino vuol essere certo di aver un credito da spendere prima di fare la spesa potrà richiedere al negozio scelto di verificare quanto è il suo credito residuo.

È importante che chi ha diritto al buono spesa ricordi questi passaggi:

  1. può recarsi a fare la spesa utilizzando il buono spesa elettronico solo la persona che ha presentato la domanda e deve portare con sé la tessera sanitaria e mostrarla al momento del pagamento;
  2. deve portare con sé il PIN (numero segreto) ricevuto sul numero di cellulare dichiarato nella domanda per il buono spesa che gli sarà comunicato via SMS a partire dal 12 gennaio. Si tratta di un numero segreto da digitare al momento del pagamento alla cassa del negozio;
  3. deve conservare il PIN poiché non sarà possibile concederne un secondo in caso di smarrimento;
  4. i buoni spesa possono essere utilizzati fino al 31 marzo 2021. Non oltre;
  5. delega: solo in casi eccezionali, i cittadini in difficoltà che dovessero aver bisogno di delegare un'altra persona per poter fare la spesa, devono richiedere una delega al Comune di Prato, scrivendo a sociale@comune.prato.it, indicando i motivi della richiesta di delega e inserendo un numero telefonico e allegando alla e-mail un documento d'identità.

Per informazioni i cittadini potranno chiamare il numero 800 270157 dalle ore 8.30 alle ore 17.30, tutti i giorni, tranne sabato e domenica. Il numero è attivo dal 12 al 26 gennaio, oppure potranno scrivere a sociale@comune.prato.it
Dopo il 20 gennaio i cittadini, per informazioni, potranno contattare il numero del Comune 800922912 Servizi Sociali.

Aggiornamento del 9 gennaio ore 8.50

Il ministro della Salute ha firmato la nuova ordinanza che stabilisce l'attribuzione delle "zone di rischio" alle Regioni  a partire da lunedì 11 gennaio
La Toscana sarà zona GIALLA.

Ripartizione delle Regioni (tutte da lunedì 11 gennaio):
area gialla: TOSCANA, Abruzzo, Campania, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Umbria, Valle d’Aosta;

area arancione: Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto.
Nessuna Regione in zona rossa.

Aggiornamento dell'8 gennaio 2021 ore 13.15

Da lunedì 11 gennaio sarà attivo InfoCovid il nuovo servizio della Azienda sanitaria della Toscana Centro: una centrale di ascolto unica per tutti cittadini residenti nel territorio della Ausl Toscana Centro che hanno bisogno di informazioni mirate sul Covid-19.
Il contatto può avvenire tramite il numero telefonico 055 4972600 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 e consultando la sezione dedicata all'assistenza e all'informazione sul sito aziendale uslcentro.toscana.it.

  Maggiori informazioni sul nuovo servizio sul sito dell'Azienda USL Toscana Centro

Aggiornamento del 7 gennaio 2021 ore 12.25

In Gazzetta Ufficiale il Decreto legge del 5 gennaio con le misure da seguire nel periodo 7-15 gennaio 2021.

  Decreto legge 5 gennaio 2021

È disponibile inoltre un'infografica di Anci Toscana che ne sintetizza le regole.

  Infografica Anci Toscana per il periodo 7-15 gennaio 2021 (176.02 KB) File con estensione jpg

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina