salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Cerca nella trasparenza

Amministrazione trasparente - Sezione 2: organizzazione

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Il decreto 33 del 2013 ha introdotto delle specifiche sanzioni pecuniarie nel caso in cui gli organi di indirizzo politico non forniscano tutti i dati sulla propria situazione patrimoniale, compensi, partecipazioni azionarie, ecc.

Le stesse sanzioni previste per chi non ha comunicato i dati sono applicate anche a chi non pubblica i dati una volta forniti dagli amministratori. Le multe sono emesse dal Comune di Prato e vanno da un minimo di 500 euro ad un massimo di 10.000 euro.

In questa pagina verranno riportate tutte le violazioni degli obblighi di pubblicazione. Ad oggi il Comune di Prato non ha emesso alcuna sanzione.

 Decreto legislativo n. 33 del 14.03.2013


Articolo 47, comma 1 (modificato con D.Lgs n.97 del 25.05.2016)
"Sanzioni per la violazione degli obblighi di trasparenza per casi specifici "

1. La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione in carica, la titolarita' di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonche' tutti i compensi cui da diritto l'assunzione della carica, da' luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento e' pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato.
1-bis. La sanzione di cui al comma 1 si applica anche nei confronti del dirigente che non effettua la comunicazione ai sensi dell'articolo 14, comma 1-ter, relativa agli emolumenti complessivi percepiti a carico della finanza pubblica, nonche' nei confronti del responsabile della mancata pubblicazione dei dati di cui al medesimo articolo. La stessa sanzione si applica nei confronti del responsabile della mancata pubblicazione dei dati di cui all'articolo 4-bis, comma 2.

Dal 1 giugno 2015 la responsabilità dei dati contenuti in questa pagina è del dott. Luciano Sampieri - Responsabile della Trasparenza. Fino al 31 maggio 2015 era del dott. Giovanni Ducceschi.

Ultimo aggiornamento: 7 luglio 2014
 indietro  inizio pagina