salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Cerca nella trasparenza

Amministrazione trasparente - Sezione 1: disposizioni generali

Codice di comportamento dei dipendenti comunali

Il codice di comportamento indica i doveri di comportamento dei dipendenti delle PA e la loro violazione č fonte di responsabilitā disciplinare. Tra i principali doveri a carico dei dipendenti si ricordano i seguenti: diligenza, lealtā, imparzialitā e buona condotta.

Ai sensi dell'art. 54 del D.Lgs. 165/2001, come modificato dalla L. 190/2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalitā nella pubblica amministrazione), ogni pubblica amministrazione procede ad approvare un proprio codice di comportamento che integri e specifichi il codice di comportamento generale approvato con D.P.R. 62/2013.
L'integrazione deve tener conto delle linee guida individuate dalla Commissione per la valutazione, la trasparenza e l'integritā della pubbliche amministrazioni (CIVIT) - adesso ANAC - con delibera n. 75/2013.

Il procedimento di approvazione del Codice di Comportamento integrato prevede una fase di "consultazione aperta", al fine di consentire la presentazione di proposte di modifica e/o integrazioni alla bozza predisposta dall'ente. A tal riguardo il Comune di Prato in data 6.12.2013 ha proceduto a pubblicare apposito avviso di consultazione aperta.

A conclusione del suddetto procedimento e dell'acquisizione del parere dell'OIV, in data 30/01/2014 con Delibera di Giunta Comunale n. 12 č stato approvato il "Codice di Comportamento dei dipendenti del Comune di Prato" che da tale data sostituisce il Codice di Comportamento approvato don DPR 62/2013.

L'art. 57 del CCNL del Personale del Comparto Funzioni Locali 2016-2018 stipulato in data 21.05.2018, ha introdotto ulteriori obblighi per il personale dipendente (non dirigenti) che vanno ad integrare quelli del codice di comportamento approvato dal comune di Prato qui riportato.

Obblighi dei dipendenti

Archivio

 Riferimenti normativi

 Decreto legislativo n. 33 del 14.03.2013


Articolo 12, comma 1 (modificato con D.Lgs n.97 del 25.05.2016)
"Obblighi di pubblicazione concernenti gli atti di carattere normativo e amministrativo generale"

1. Fermo restando quanto previsto per le pubblicazioni nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dalla legge 11 dicembre 1984, n. 839, e dalle relative norme di attuazione, le pubbliche amministrazioni pubblicano sui propri siti istituzionali i riferimenti normativi con i relativi link alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati «Normattiva» che ne regolano l'istituzione, l'organizzazione e l'attivita'. Sono altresi' pubblicati le direttive, le circolari, i programmi e le istruzioni emanati dall'amministrazione e ogni atto, previsto dalla legge o comunque adottato, che dispone in generale sulla organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti ovvero nei quali si determina l'interpretazione di norme giuridiche che le riguardano o si dettano disposizioni per l'applicazione di esse, ivi compresi i codici di condotta, le misure integrative di prevenzione della corruzione individuate ai sensi dell'articolo 1, comma 2-bis, della legge n. 190 del 2012, i documenti di programmazione strategico-gestionale e gli atti degli organismi indipendenti di valutazione.

La responsabilitā dell'aggiornamento dei dati contenuti in questa pagina č del Servizio Risorse umane. Il dirigente è Giovanni Ducceschi.

Ultimo aggiornamento: 4 giugno 2018

 indietro  inizio pagina