salta la barra


Comune di Prato

 indietro
.
Piano del colore dell'Edilizia Storica di Prato

Il Piano del Colore a Prato

Applicazione

L'applicazione del Piano del Colore di Prato dal centro città è stata estesa a tutta l'edilizia storica. Dal 2003 è iniziata una nuova fase di gestione del Piano del Colore, questa volta esteso a tutta l'edilizia storica di Prato, ovvero agli oltre 9.000 edifici classificati nel Piano Regolatore Generale vigente nella categoria del Risanamento Conservativo (RC).

Il Piano del Colore dell'Edilizia Storica di Prato è definito nell'Allegato F al Regolamento edilizio.

Gli strumenti di gestione: la cartella colori, la guida delle norme

Presso l'Ufficio Centro storico è disponibile la "Cartella colori" stabilita in via definitiva come guida e norma tecnica agli interventi; tale strumento operativo contiene la "tavolozza delle matrici del colore", già facente parte della prima fase di attuazione sperimentale del colore, implementata dalla nuova serie dei "colori dell'antico", in applicazione del Piano del colore dell'edilizia storica di Prato.

Questo nuovo strumento di gestione viene ad aggiungersi alla pubblicazione del manuale "Guida alle norme degli interventi del colore. Procedure e modalità" in uso dal 1999 che confluirà con l'apparato normativo di corredo nel nuovo Regolamento Edilizio (R. E.).

L'Amministrazione comunale continuerà a fornire il necessario sostegno tecnico ai cittadini ed agli operatori professionali, progettisti ed imprese, attraverso l'Ufficio Centro storico che svolgerà nei modi già collaudati in questi anni il ruolo di coordinamento e necessario indirizzo metodologico per il corretto svolgimento degli interventi.

Realizzazione del Piano del Colore

A cura di:
Ingegner Stefano Ciuoffo (Assessore all'Urbanistica e Attuazione PRG del Comune di Prato)

Ideazione, progetto integrato e coordinato, direzione:
Professore Architetto Giuseppe Alberto Centauro e Architetto Antonino Fimia


Ultimo aggiornamento: 19.09.2012
 indietro inizio pagina