Comune di Prato
Piazza Mercatale 31/33 - 59100 Prato
Tel 0574.183.6636/5603

Servizio Lavori Pubblici E Mobilità - Ufficio Ordinanze
Ordinanza n. 3546/2019

"Mercatino di Natale 2019" in Via Bologna.
il dirigente

Allo scopo di consentire lo svolgimento di una manifestazione fieristica denominata "Mercatino di Natale 2019", consistente in una mostra mercato prevista per il giorno 15 dicembre 2019 in un tratto di Via Bologna, in località Santa Lucia;

vista la richiesta P.G. 19-141-036-191122 del giorno 22 novembre 2019, presentata da So.Ri S.p.A. tramite il nuovo applicativo " Prato City Works" e riferita alla pratica Asup 1953 del giorno 22 novembre 2019;

vista la Deliberazione di Giunta Comunale n. 118 del giorno 16 aprile 2019, inerente al patrocinio della suddetta manifestazione;

acquisita l'istanza per la manifestazione fieristica, presentata dalla Signora Ciminelli Daniela, per conto della Pro Loco di "Santa Lucia Insieme", SCIA P.G. 209015 del giorno 28 ottobre 2019, soggetta agli artt. 68 e 69 del R.D. 18.06.1931, n. 773 (T.U.L.P.S.), e contestualmente la comunicazione di attività rumorosa temporanea per le manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, ai sensi del Piano di Classificazione Acustica e del relativo Regolamento del Comune di Prato in vigore dal 13.03.2002;

acquisita altresì, in data 13 novembre 2019, la relazione tecnica di sicurezza redatta, in base alla normativa vigente, dal tecnico appositamente incaricato dall'organizzazione dell'evento in oggetto;

vista la nota pervenuta dal Comando di Polizia Municipale in data 15 novembre 2019, con la quale, con riferimento alle finalità della Direttiva del Ministero dell'Interno del 18/07/2018, è stato preso atto della suddetta relazione di sicurezza;

premesso che l'interesse legittimo del richiedente non deve confliggere con i diritti e gli interessi legittimi di terzi;

dato atto che i provvedimenti sono accordati senza pregiudizio dei diritti di terzi e con l'obbligo del titolare di riparare eventuali danni derivanti dalle opere, dalle occupazioni e dai depositi autorizzati;

verificato di poter accogliere la richiesta adottando i conseguenti ed appropriati provvedimenti di viabilità, allo scopo di garantire la fluidità della circolazione e la sicurezza degli addetti alle operazioni di commercio su aree pubbliche e degli avventori;

visti gli artt. 5, comma 3, 7, 21 e 27 del N.C.d.S., approvato con D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, e il relativo Regolamento di Esecuzione e d'Attuazione, approvato con D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495;

visto il D.M. del 10 luglio 2002 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;

visto l'art. 107 del D. Lgs. 18.08.2000, n. 267 "T.U. delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali";

dispone

1.

che il giorno 15 DICEMBRE 2019, dalle ore 08:00 fino al termine del mercato e comunque non oltre le ore 23:00, nella sotto indicata via siano adottati i seguenti provvedimenti di viabilità:

  • Via Bologna, nel tratto compreso tra Via degli Abatoni ed il Viale F.lli Cervi, all'innesto con la SR 325:

DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE FORZATA SU AMBO LATI, eccetto i veicoli di supporto al mercato, limitatamente alle fasi di montaggio e di smontaggio delle strutture occorrenti allo svolgimento del mercato medesimo, apponendo conforme idonea segnaletica stradale di divieto: divieto di sosta con pannelli integrativi di validità, di eccezione e di rimozione forzata;

2.

che il giorno 15 DICEMBRE 2019, dalle ore 09:30 fino al termine del mercato e comunque non oltre le ore 23:00, nella sotto indicata via siano adottati i seguenti provvedimenti di viabilità:

2.1

  • Via Bologna, nel tratto compreso tra Via degli Abatoni ed il Viale F.lli Cervi, all'innesto con la SR 325:

DIVIETO DI TRANSITO, eccetto i veicoli di supporto al mercato limitatamente alle fasi di montaggio e di smontaggio delle strutture occorrenti allo svolgimento del mercato stesso, apponendo conforme idonea segnaletica stradale di divieto: divieto di transito con pannello integrativo di validità e d'eccezione.

Le strutture necessarie allo svolgimento del mercato dovranno essere collocate in modo da consentire il transito dei veicoli di emergenza e di soccorso, mantenendo libera da ingombri statici una corsia di larghezza non inferiore a ml. 3,50.

Gli organizzatori del mercato ed i commercianti ambulanti partecipanti dovranno installare le strutture in modo tale da lasciare liberi gli accessi alle proprietà private ed agli stalli adibiti alla sosta degli invalidi, muniti del contrassegno conforme alla Fig. V 4 Art. 381 del D.P.R. 19.12.1992, n. 495, nonché consentire l'eventuale transito dei veicoli di soccorso o degli organi di Polizia.


Si dispone altresì che la validità del presente provvedimento è subordinata alla presentazione, da parte dell'organizzazione dell'evento, delle necessarie istanze ai competenti uffici e/o enti ed al rilascio, da parte di tali soggetti pubblici, dei conseguenti atti autorizzativi per lo svolgimento delle attività previste nell'ambito del mercato.

3. Deviazioni

Durante detta chiusura il traffico veicolare sarà deviato in:

Via Bologna, Via A. Badiani, Viale F.lli Cervi, innesto con la SR 325 e viceversa.

3.1 Deviazioni trasporto pubblico locale:

  • LAM ROSSA, direzione Santa Lucia:

Da Viale G. Galilei deviazione su Viale G. Galilei, Via A. Badiani, inversione di marcia all'altezza della rotatoria posta tra la stessa Via A. Badiani e Viale F.lli Cervi, Via A. Badiani, Viale Galileo Galilei, da dove riprenderà il percorso regolare.

Durante le deviazioni i mezzi del trasporto pubblico locale effettueranno, a richiesta, fermata presso tutte le paline esistenti sui percorsi deviati. Il gestore del servizio di trasporto pubblico dovrà dare comunicazione all'utenza dei provvedimenti contenuti nella presente ordinanza mediante avvisi sui mezzi e presso le fermate dei percorsi interessati.


4. Ulteriori provvedimenti

4.1

  • Via Bologna, all'intersezione con Via degli Abatoni, per il traffico veicolare proveniente dal lato di Viale G. Galilei:

DIREZIONE OBBLIGATORIA A DESTRA, apponendo conforme e idonea segnaletica stradale d'obbligo: direzione obbligatoria a destra;

4.2

  • Viale Fratelli Cervi, all'intersezione con Via Bologna, per il traffico veicolare proveniente dal lato di Via A. Poli:

DIREZIONE OBBLIGATORIA DIRITTO, apponendo conforme e idonea segnaletica stradale d'obbligo: direzione obbligatoria diritto;

4.3

  • Via Aristodeno Poli, in corrispondenza dell'intersezione con Viale F.lli Cervi;
  • Via della Cooperazione, in corrispondenza dell'intersezione con Via G. Giusti;
  • Via Dino Campana, in corrispondenza dell'intersezione con Via G. Marradi:

STRADA SENZA USCITA, verso Via Bologna, apponendo conforme ed idonea segnaletica stradale di: strada senza uscita;

4.4

  • Via Toscano Magazzini:

DIVIETO DI TRANSITO, eccetto residenti della stessa via, apponendo conforme idonea segnaletica stradale di divieto: divieto di transito con pannelli integrativi di validità e d'eccezione;

DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE, revocando l'attuale senso unico di circolazione ed apponendo conforme idonea segnaletica stradale di pericolo: doppio senso di circolazione;

4.5

  • Via Toscano Magazzini, per il traffico veicolare proveniente dal lato di Via Bologna, in corrispondenza dell'intersezione con Viale F.lli Cervi:

FERMARSI E DARE PRECEDENZA, apponendo conforme ed idonea segnaletica stradale di precedenza: fermarsi e dare precedenza;

DIREZIONE OBBLIGATORIA A DESTRA, apponendo conforme e idonea segnaletica stradale d'obbligo: direzione obbligatoria a destra;

4.6

  • Via Toscano Magazzini, in corrispondenza dell'intersezione con Viale F. Cervi:

STRADA SENZA USCITA, verso Via Bologna, apponendo conforme ed idonea segnaletica stradale di: strada senza uscita;

4.7

  • Viale Fratelli Cervi, in corrispondenza dell'intersezione con Via T. Magazzini:

DIREZIONE OBBLIGATORIA DIRITTO, eccetto i residenti della Via T. Magazzini, apponendo conforme ed idonea segnaletica stradale d'obbligo: direzione obbligatoria diritto con pannelli integrativi di eccezione.


5. Preavvisi

Durante la fase dei provvedimenti temporanei di viabilità sopra indicati, al fine di fornire la massima informazione circa il divieto di transito e le conseguenti deviazioni all'uopo adottate, sia apposta una congrua quantità di segnaletica di preavviso ed indicante le deviazioni in corrispondenza delle sotto elencate intersezioni:

  • Via Bologna, in corrispondenza dell'intersezione con Viale G. Galilei e Via A. Badiani;
  • Viale Fratelli Cervi, in corrispondenza dell'intersezione con Via A. Badiani;
  • Via Aristodemo Poli, in corrispondenza dell'intersezione con Viale F.lli Cervi;
  • Via Toscano Magazzini, in corrispondenza dell'intersezione con Viale F.lli Cervi;
  • Via Bologna, in corrispondenza dell'intersezione con Viale F.lli Cervi;
  • Via della Cooperazione, in corrispondenza dell'intersezione con Via G. Giusti;
  • Via Dino Campana, in corrispondenza dell'intersezione con Via G. Marradi.


In caso venisse ritenuto necessario od opportuno, previe intese con il Servizio PR - U.O.C. Trasporti e Traffico, ai fini della tutela della sicurezza e/o della fluidità della circolazione, il Comando del Corpo di Polizia Municipale e gli organi di Polizia Stradale di cui all'art. 12 del Nuovo Codice della Strada potranno disporre diversi comportamenti agli utenti della strada e regolamentare in maniera diversa i flussi veicolari rispetto a quanto sopra indicato, apponendo, se del caso, idonea segnaletica temporanea.


L'organizzazione del mercato dovrà adottare tutti gli accorgimenti atti a garantire la sicurezza della circolazione, dei partecipanti alla stessa e dei pedoni, mantenendoli in perfetta efficienza sia di giorno sia di notte, secondo quanto previsto dal N.C.d.S. (D. Lgs. 30.04.1992, n. 285) e dal suo Regolamento di Esecuzione e d'Attuazione (D.P.R. 16.12.1992, n. 495).

Gli organizzatori dovranno installare le strutture in modo tale da lasciare liberi gli accessi alle proprietà private ed agli stalli adibiti alla sosta degli invalidi, muniti del contrassegno conforme alla Fig. V 4 Art. 381 del D.P.R. 19.12.1992 n. 495, nonché consentire l'eventuale transito in emergenza dei veicoli di soccorso o degli organi di Polizia.

Gli organizzatori dovranno inoltre adottare tutti gli accorgimenti necessari per la sicurezza e la fluidità della circolazione ed idonei accorgimenti atti a garantire la sicurezza al passaggio dei pedoni e mantenerli in perfetta efficienza sia di giorno che di notte, secondo quanto previsto dal N.C.d.S. (D. Lgs. 30.04.1992, n. 285) e dal suo Regolamento di Esecuzione e d'Attuazione (D.P.R. 16.12.1992, n. 495).

Dovrà essere garantita la salvaguardia della strada e dei relativi manufatti e pertinenze, evitando danni di natura estetico-ecologica alla sede stradale, alla segnaletica e ai relativi manufatti; eventuali danni arrecati dovranno essere immediatamente segnalati all'ente proprietario della strada per i provvedimenti di competenza.

Al termine del mercato dovranno essere rimossi tutti i segnali, cartelli e transenne che siano eventualmente stati posizionati, ripristinando il preesistente stato dei luoghi, ed inoltre l'organizzazione del mercato dovrà contattare l'azienda Alia S.p.A., affidataria del servizio di igiene urbana, per provvedere, a proprie spese, alla pulizia meccanica dell'area dove si è svolta la medesima.

Gli organizzatori assumono ogni responsabilità derivante dall'evento ed in particolare sollevano il Comune di Prato da qualsiasi richiesta danni a persone, animali e/o cose subiti dai partecipanti a qualsiasi titolo, compreso l'eventuale personale di ausilio incaricato dall'organizzazione, dagli avventori o dagli altri utenti della strada.

Si evidenzia che l'Amministrazione Comunale dovrà essere tenuta indenne da qualsiasi richiesta di risarcimento danni conseguenti l'evento.

In ogni caso il presente atto è adottato senza pregiudizio per i diritti dei terzi e con espresso obbligo degli organizzatori di riparare e/o risarcire, entro i termini fissati dai competenti uffici comunali, tutti i danni a beni dell'Amministrazione Comunale derivati dallo svolgimento del mercato, salve ed impregiudicate eventuali sanzioni amministrative, civili e penali.

Si ricorda che in ogni momento vi è la possibilità di revocare o impedire lo svolgimento del mercato, per sopravvenuti motivi di ordine pubblico e di pubblico interesse ovvero di tutela della sicurezza stradale e della circolazione, senza essere tenuti a corrispondere alcun indennizzo.


L'efficacia della presente ordinanza è subordinata alle seguenti condizioni:

1. apposizione della prescritta segnaletica stradale, conforme a quanto disposto dal Titolo II del D.P.R. 16.12.1992 n. 495, a cura e spese della ditta esecutrice dei lavori;

2. apposizione della segnaletica di divieto di sosta almeno 48 (quarantotto) ore prima dell'inizio del divieto stesso;

3. comunicazione all'indirizzo pmapposizionesegnaletica@comune.prato.it del Comando del Corpo di Polizia Municipale, prima della decorrenza del presente atto, dell'avvenuta apposizione di segnaletica di divieto di sosta con rimozione forzata ai sensi del D.P.R. n. 445/2000; nella dichiarazione dovranno anche essere indicati i recapiti telefonici prontamente reperibili dei soggetti responsabili del mercato;

4. esibizione, in caso di controllo da parte degli organi competenti nel luogo oggetto della presente ordinanza, della dichiarazione di apposizione della segnaletica, del rapporto di trasmissione della suddetta dichiarazione e di copia dell'ordinanza stessa.

5. preventivo rilascio dell'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico, da parte della società So.Ri. S.p.A., che dovrà essere esibita in caso di controllo da parte degli organi competenti nel luogo oggetto della presente ordinanza.

S'informa la cittadinanza della presente ordinanza mediante pubblicazione all'Albo Pretorio.

Il Servizio PR - U.O.C. Trasporti e Traffico, gli organi di Polizia Stradale di cui all'art. 12 del D. Lgs. 30.04.1992 n. 285 N.C.d.S., l'organizzazione del mercato ed a chi altro spetti, ciascuno per quanto di propria competenza, sono incaricati, rispettivamente dell'esecuzione e della verifica dell'osservanza della presente ordinanza.

I contravventori della presente ordinanza saranno puniti a norma di legge.

Ai sensi dell'art. 3, u. c., della Legge 241/1990 e s.m.i., si informa che contro il presente atto può essere presentato ricorso, alternativamente, al TAR competente ai sensi della L. 1034/1971 e successive modificazioni, o al Presidente della Repubblica, ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199, rispettivamente entro 60 (sessanta) giorni ed entro 120 (centoventi) giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del presente atto.

La responsabilità di ogni eventuale danno riportato da persone, animali o cose in conseguenza dell'esecuzione delle attività sopra indicate, ferme restando le specifiche responsabilità poste a tutela dell'incolumità pubblica e della sicurezza della circolazione nonché quelle in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro, sarà a carico di dell'organizzazione del mercato, restando il Comune di Prato ed il suo personale completamente sollevato ed indenne.

Documento firmato in originale e pubblicato su Internet venerdì 6 dicembre 2019

Il Dirigente
(Ing. Maria Teresa Carosella)