salta la barra


Comune di Prato

 indietro

Cartellone eventi del Comune di Prato: Incontri e convegni

Quel che resta dell'utopia


A causa del previsto maltempo, il primo incontro in programma giovedì 1 marzo alle 21 è posticipato a giovedì 22 marzo alle 21.
opera Città del sole di Marco BagnoliViaggio verso "l'isola che non c'è"

Sembrerebbe che oggi non ci sia più molto interesse per l'utopia e per la ricerca dell'"isola che non c'è".
Eppure il suo percorso storico inizia nel 1516 quando Tommaso Moro pubblica uno smilzo libretto in latino dedicato all'insula Utopia. Ad esso seguiranno "La Città del Sole" di fra' Tommaso Campanella e la "Nuova Atlantide" di Francesco Bacone.
Se la speranza nel futuro è sempre stato il massimo ideale di un'umanità, vittima delle sue contraddizioni sociali ed esistenziali, che cosa è rimasto di quel sogno nel cuore degli uomini? Il tema sarà indagato in tre incontri in compagnia di esperti.

In collaborazione con la Società Filosofica Italiana - Sezione di Prato

Nella foto:
Marco Bagnoli
Città del sole, 1988
Collezione del Centro Pecci, Prato
Foto: Carlo Gianni

Programma

Giovedì 15 marzo, ore 17
Utopia come filosofia.
Come provare a rendere il mondo migliore

Incontro con Laura Boella (Università di Milano)

Laura Boella ha recentemente pubblicato un volume sulla natura teorica dell'empatia ("Empatie. L'esperienza empatica nella cultura del conflitto", Raffaello Cortina Editore). Partendo da questa prospettiva sarà opportuno cercare una risposta a una domanda cruciale nell'ambito della filosofia morale: c'è ancora spazio per la dimensione utopica nelle scelte indicate dalla filosofia per uscire dalle secche di conflitti sempre più violenti e mortali?
L'incontro sarà introdotto da Giovanni Spena (presidente della Società Filosofica Italiana sezione di Prato) e Giuseppe Panella.

Giovedì 22 marzo, ore 21
Viaggio verso l'isola che non c'è.
Utopia come letteratura e scena teatrale

Incontro con Antonello Nave (Compagnia Altroteatro e Liceo Classico" Galilei" di Firenze)

Il "luogo che non c'è" ha molto spesso il suo cuore nascosto nell'arte e nella letteratura. La ricerca di uno spazio utopico di trasformazione della vita trova, oltre che nella scrittura letteraria, proprio sulla scena teatrale il suo massimo punto di riferimento: lo testimoniano le grandi esperienze teatrali del Novecento, da Pirandello ad Artaud, da Majakovskij a Brecht.
Dialogano con Antonello Nave, Giuseppe Panella (Scuola Normale Superiore di Pisa) e Silverio Zanobetti (Società filosofica italiana sezione di Prato).

Giovedì 29 marzo, ore 21
La politica come utopia.
Progetto politico e ingegneria sociale

Incontro con Federico Lucarini (Università del Salento)

L'utopia è anche un progetto politico ben preciso, il luogo di convergenza delle speranze e dei desideri. Un esempio di questo bisogno di costruzione di una società futura si può leggere nei cosiddetti socialisti utopistici Charles Fourier, Robert Owen, Claude-Henri de Saint Simon o Pierre-Joseph Proudhon, promotori di forme di ingegneria sociale che avevano l'obiettivo di trasformare la società, proponendo strategie in grado di riformarla in maniera radicale.
I temi e le prospettive presenti nella loro "politica della speranza" saranno illustrati da Federico Lucarini e da Giuseppe Panella.

Dove

Istituto culturale e di documentazione Lazzerini - Sala conferenze - Via Puccetti, 3 - Prato

Quando

giovedì 15 marzo 2018
ore 17.00
Ingresso libero

Informazioni sul luogo dell'evento

Indirizzo: Via Puccetti, 3 - Prato Telefono: 0574 1837800 Fax: 0574 1837444
Sito web: http://www.bibliotecalazzerini.prato.it/ E-mail: lazzerini@comune.prato.it

Segnala un evento scrivendo a info@tempolibero.prato.it. Tutti i contributi saranno esaminati dalla redazione che valuterà quali inserire.
 indietro  inizio pagina